Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Oxiprolinato

Per quanto tempo va assunto l'Oxiprolinato?

Buongiorno, 2 mesi fa vi ho sottoposto una domanda (https://www.pazienti.it/manage/risposte/43153/edit) che riguardava le calcificazioni che ho agli arti inferiori, causate da crolli di calcio dovuti alla polimiosite e che mi causano ulcere di difficile guarigione. Soffrendo anche di ipertensione, mi avete suggerito l'assunzione di magnesio Oxiprolinato per un periodo prolungato, 2 misurini al giorno. Da 2 mesi sto prendendo magnesio+ compresse (2 la mattina e 2 la sera), in quanto polvere da sciogliere in acqua non sono riuscita a reperirla. Considerando che non ho ancora notato nessun cambiamento, vorrei sapere se il prodotto va bene e cosa si intende per tempo prolungato. Grazie infinite per la vostra attenzione.

Buongiorno,

la polimiosite è una rara malattia caratterizzata da un'infiammazione dei muscoli. Le sue cause non sono ancora state identificate con precisione, ma si sospetta possa verificarsi una reazione autoimmune nei soggetti geneticamente suscettibili.

Il trattamento della medicina allopatica prevede l'uso di corticosteroidi e immunosoppressori a lungo termine.

Riguardo un aiuto con la Naturopatia, può esserci solo come supporto, per alleviare gli effetti collaterali dei farmaci necessari (cortisoni e immunosoppressori), ma meglio richiedere una consulenza da un naturopata per un percorso e consigli personalizzati. Mentre sembra che buoni risultati si possono avere con la Medicina Tradizionale Cinese e con la Medicina Quantistica.

Il magnesio può essere un aiuto per i muscoli e per l'assorbimento del calcio, ma in questo caso non penso possa togliere il dolore. Comunque, puoi continuare con il magnesio oxiprolinato ancora per un po' di tempo. Molto valida è anche la curcuma. Per le ulcerazioni, puoi fare impacchi esterni con cloruro di magnesio e poi applicare una crema di calendula con qualche gocce di olio essenziale di lavanda.

Chiedi sempre al medico dove sei in cura

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Anna Valeria Sabatini
Anna Valeria Sabatini
Milano - Via Sant'Anna, 28, Nerviano
Altre risposte di questo specialista
Extrasistole da ansia: come trattarle?
Ci sono vari rimedi naturali che possono intervenire positivamente sul tuo problema. Bisogna però sempre capirne la causa ed agire su di essa. Curare il...
Detonic: aiuta a ripulire le arterie?
Buongiorno, nel tuo caso, è sempre bene chiedere al tuo cardiologo il benestare prima di assumere anche prodotti a base di erbe.Io consiglio sempre rimedi...
Prurito da orticaria: come lenirlo?
Buongiorno, in caso di queste problematiche, è basilare andare a trovarne la causa ed agire su di essa.Il cortisone va sempre usato con cautela...
Ritrovare la giusta energia: come fare?
Per mantenere lo stato di benessere psico-fisico, è molto importante rispettare i cicli naturali del sonno/veglia, la regolarità e qualità dei pasti, l'essere in...
Confusione mentale: quali rimedi assumere?
La confusione mentale e la sonnolenza negli anziani, oltre alla possibilità di essere legate allo stile di vita, all'alimentazione e ad una carenza...
Vedi tutte
Risposte simili
Sudorazione eccessiva: cosa fare?
Salve,la sudorazione eccessiva è causata da una risposta abnorme del sistema nervoso autonomo.Se consideriamo le cause della sudorazione eccessiva, dobbiamo ritenere responsabile del...
Microalbumina: come eliminarla naturalmente?
Salve, la microalbuminuria è la presenza di piccole quantità di albumina, una proteina, nelle urine. È un...
Agnocasto e il luppolo: sono anafrodisiaci?
Il luppolo è piuttosto un calmante, mentre l'agnocasto deve la fama di anafrodisiaco al suo nome ("puro" e "casto"). L'utilizzo dell'agnocasto ha effetto nella...