Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Quando E Opportuno Mettere Il Bite

Quando è consigliabile utilizzare il bite?

Stavo pensando di ricorrere all'utilizzo del bite per dare protezione ai denti durante la notte. Prima però vorrei sapere se esistono dei casi in cui è consigliato l'utilizzo e altri in cui invece è sconsigliato. Devo seguire particolari indicazioni per l'utilizzo?

Puoi utilizzarlo tranquillamente, dato che il bite può essere messo da tutti visto che teoricamente ha una funzione protettiva e possiede la capacità di far riposare i muscoli masticatori, l'articolazione mandibolare, e, a cascata, molti altri muscoli delle catene muscolari, specialmente posteriori. Tuttavia il bite diventa indispensabile quando si deve correggere sofferenze e problemi di vario tipo che hanno origine dal contatto dentale o da abitudini scorrette. Quando il tuo dentista ti prescriverà il bite ti fornirà sicuramente indicazioni dettagliate sul suo uso, e ti consiglio di attenerti a queste. In generale comunque l’uso del bite è di carattere temporaneo e si conclude con il raggiungimento di un buon equilibrio di tutti i muscoli masticatori, attraverso un ritocco dei contatti dentali ed eventualmente grazie a terapie ricostruttive per compensare un’usura eccessiva o terapie ortodontiche per correggere una masticazione non più in equilibrio.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Gaetano Ledda
Dr. Gaetano Ledda
Milano - via Edmondo De Amicis, 28
Altre risposte di questo specialista
Gengive gonfie: cosa fare?
Gentile Signora, molto probabilmente il problema è strettamente correlato alla presenza di tartaro sia a livello sopragengivale che sottogengivale. Quindi...
Estrazioni dentarie: si può assumere il Luvion?
Il Luvion è un farmaco risparmiatore di potassio, antagonista dell'aldosterone. Agisce favorendo l'eliminazione di sodio ed acqua, limitando l'escrezione di potassio.Trova...
Trapianto osseo: quali tipi di innesti si possono operare?
Considera che il materiale da innesto elettivo è rappresentato dall'osso autologo da sede intraorale, sia per la medesima derivazione embriogenetica che per la presenza del...
Fluoro: quali effetti ha sull'igiene dentale?
Quando si parla di fluoro in odontoiatria si intendono i sali di fluoro, i cosiddetti fluoruri, che svolgono un'azione protettiva contro la carie dentaria. I...
Arrossamento gengivale e bruciore: cosa fare?
Da quello che mi descrivi potrei dire che si tratta di una fistola gengivale derivante da un ascesso periapicale, un'infiammazione cioè che si sviluppa attorno...
Vedi tutte
Risposte simili
Sbiancamento dentale: meglio con il laser o con i gel sbiancanti?
Nella tua scelta devi tenere conto che lo sbiancamento col laser non è fatto dal laser in se, bensì avviene per mezzo dalle sostanze sbiancanti...
Faccette in ceramica: quando sono consigliate?
Le faccette in ceramica sono consigliate quando esiste ancora una buona struttura dentale di supporto ed i problemi si limitano alla zona anteriore del dente....
Invisalign: quali linee guida è opportuno osservare per un buon trattamento?
Anzitutto non devi pretendere che Invisalign sposti le radici dei denti più di una quantità minima e che agisca su denti piccoli. Sappi che non...