Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Rigonfiamento Zona Perianale

Cosa potrebbe essere un rigonfiamento doloroso e bruciante nella zona perianale?

Sono una donna di 70 anni, in buona salute se si eccettua un disturbo persistente lombo-sacrale (sottovalutato anche da specialisti ortopedici). Sei mesi fa, in seguito ad una cistite e ad una conseguente infiammazione intestinale, ho effettuato una colonscopia e una gastroscopia oltre che esami del sangue delle urine, tutto è risultato ok. Persistendo un calore intimo che si irradiava in tutto il corpo, ho effettuato anche una visita specialistica ginecologica (con risultato di ipotetica cistocele) e un'ecografia dell'addome (che ha rilevato un diverticolo alla vescica di 1 mm). Da allora, non ho più avuto disturbi, sino all'altro giorno, in cui ho notato un rigonfiamento doloroso e bruciante nella zona perineale di sinistra ( tra l'inguine in basso e la grande labbra di sinistra in concomitanza con il dolore al fianco lombo sacrale). Le sarei grata se volesse rispondermi dandomi il suo parere. Grazie.

Ti ringrazio della domanda. Da quello che dici, sembra trattarsi semplicemente di un'infiammazione dolorosa delle ghiandole del labbro sinistra, disturbo autorisolvente in poche settimane.

Se invece si tratta di un linfonodo, molto numerosi all'inguine ma non sulle grandi labbra, potrebbe trattarsi di una linfoadenite, tipo mononucleosi o graffio di gatto.

Bisognerebbe visitarti per porre una diagnosi certa. Anche le linfoadeniti sono autorisolventi. Hai avuto rapporti sessuali con un nuovo partner? Hai gatti in casa?

Se invece il rigonfiamento è all'inguine e non mobile, vai subito a farti visitare.

Per quanto riguarda i dolori lombosacrali, con un po' di ginnastica fatta comodamente a letto, i dolori dovrebbero attenuarsi notevolmente. Quali esercizi fare? Inventali, guardando qualche video su you tube di professionisti, ma non ti sforzare: 5-10 minuti al giorno sono sufficienti. 

Con grande ammirazione, tantissimi auguri
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Redazione Pazienti
Redazione Pazienti
Milano
Risposte simili
Epiglottide: è normale vederla in un adulto?
Salve,no, non è necessaria nessuna visita specialistica. Di solito, l'epiglottide si riduce di dimensioni, consumata da infiammazione e tonsilliti. Nel tuo caso, sarebbe interessante...
Gruppo sanguigno: come si forma nel feto?
La risposta è: certo che sì. Vediamo di capire perché.Senza usare paroloni, posso dirti che il gruppo 0 si chiama così perché sulla superficie del...
Colecisti scleroatrofica: è uguale a colecisti a porcellana?
Salve, assolutamente no, direi quasi l'una l'opposto dell'altra.La scleroatrofica, di etimologia greca, se non sbaglio significa solo che la mucosa è ridotta di spessore, di...
Altre risposte di questo specialista
Placenta staccata a mano: si può avere un'altra gravidanza?
Può essere che il mancato secondamento spontaneo da te subito fosse dovuto ad una caratteristica propria di quella placenta, che si era inserita troppo...
Colposcopia: come si interpreta?
No, la risposta è sicuramente migliore.La cervicite cronica è aspecifica, quindi stai tranquilla. Prosegui comunque gli accertamenti con frequenza annuale, chiedendo sempre, in prima...
Fase luteale: è sempre seguita da una mestruazione?
Alla fase luteinica, segue la mestruazione, sempre che vi sia stata sufficiente presenza di estrogeni (estradiolo) in una prima fase del ciclo:...
Polipo endometriale: quale esame di controllo effettuare?
È assolutamente consigliabile fermarsi ad un'ecografia transvaginale: tieni presente che un'isteroscopia è pur sempre un intervento invasivo.Solo un'anomalia rilevabile con l'ecografia transvaginale o...
Isteroscopia di controllo: quando è necessario effettuarla?
Non vedo proprio perchè debba fare un'isteroscopia di controllo. L'isteroscopia, anche se solo diagnostica, è pur sempre un intervento invasivo, a maggior ragione in...
Vedi tutte
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più