Cosa fare se la sfera sessuale all'interno del matrimonio risulta statica?

"Sono sposato da più di 10 anni, ritengo che tra me e mia moglie ci sia una buona affinità, tranne che da dal punto di vista sessuale, a dire il vero non abbiamo mai avuto una buona complicità in questo campo. Inizialmente pensavo che fosse una cosa normale, le cose sarebbero cambiate con il tempo, ma così non è stato. Ogni volta che parliamo della nostra intimità, la conversazione degenera, non comprendendo i motivi o le necessità dei miei desideri. Lei ritiene di essere soddisfatta dal punto di vista sessuale, anche se io la sento quasi sempre poco partecipe, ad esempio sempre solita posizione, quasi sempre lo facciamo mentre lei è semi vestita, per non parlare poi di carezze o baci in zone sensibili, tipo seno, collo, parti intime, anzi dice che le danno fastidio, oppure dice di sentirsi troppo tesa (in realtà è sempre tesa), e poi dice di non capire la necessità di toccarsi e baciarsi in certe parti del corpo. Anzi, ritiene che certe parti del corpo siano sporche e che emanino cattivi odori, anche se appena lavate, preferisce per questa ragione passare immediatamente all'atto sessuale, tra le altre cose, tutta questa tensione non mi permette di sentirmi sereno, tranquillo e molte volte arrivo molto prima di lei. Io mi sento frustrato, vorrei sentire un maggior coinvolgimento, del trasporto, della passione, ma tutto alla fine si conclude in un semplice e veloce atto sessuale. In sostanza, se da una parte il desiderio di amarla è sempre forte, dall'altra so come andrà a finire, so già che sarà almeno per me insoddisfacente, perché per lei il problema non sussiste. Mi rendo conto di essere cambiato negli ultimi anni, di essere meno romantico, di non avere più le mille attenzioni di un tempo e forse a motivo del disagio che vivo. Non so più come gestire questa situazione, mi devo rassegnare? Cosa posso fare?"

Dopo molti anni di matrimonio o convivenza, può subentrare un calo fisiologico dell'interesse sessuale all'interno della coppia. Bisognerebbe capire cos'altro è cambiato nella vita, nelle dinamiche e nelle aspettative di ognuno col passare degli anni. La noia, la ripetitività, l'insoddisfazione, le delusioni, le speranze e le ambizioni perdute, possono intaccare notevolmente la sfera sessuale. Tutto questo andrebbe considerato e vagliato con l'aiuto di uno psicologo sessuologo per cercare nuove strade e tentare di riaprire quei canali comunicativi che si sono chiusi nel corso del tempo. Un cordiale saluto.

Risposta a cura di:
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista: