Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ansia Prestazione 22 Anni

Un ragazzo di 22 anni affetto da ansia da prestazione come può affrontare un nuovo rapporto?

Salve, ho 22 anni, lo scorso settembre ho cominciato ad assumere antipsicotici/antidepressivi a causa di una forte depressione, ai tempi convivevo con la mia attuale ex compagna, da quando ho cominciato ad assumere questi farmaci, le mie prestazioni sessuali hanno avuto un grosso calo e di conseguenza anche il mio desiderio sessuale ne ha risentito, anche se ero spesso eccitato mentalmente, il mio corpo non riceveva alcun input sessuale. Un giorno, la mia ex compagna, a causa di una mia mancata erezione, mi dice, "non è che sei gay"? Non è che non mi ami più? Quella notte scoppiai a piangere, mi sono sentito frustrato, umiliato, non capivo cosa non andasse in me. Nonostante lei sapesse che io prendevo antidepressivi e che quelli potevano portare ad avere dei “problemi sessuali”, me lo ho ripetuto in altre 3 occasioni, finché non ho sviluppato una forte ansia da prestazione. A gennaio, smisi con gli antidepressivi sotto consiglio del neurologo, ma i problemi legati a questa ansia da prestazione sono continuati a persistere, caratterizzati da una forte difficoltà a raggiungere o a mantenere l’elezione. Era un fenomeno saltuario, ma che quando capitava mi faceva sentire completamente umiliato il che peggiorava la mia situazione. Ho fatto il test per i livelli di testosterone e sono risultati perfetti, il mio andrologo mi ha consigliato di fare qualche seduta con un sessuologo (però non sono più in Italia e capire un sessuologo inglese mi risulterebbe un po’ difficile). Due mesi fa ho lasciato questa ragazza perché vedevo che realmente non le importava nulla di me, questa scelta mi ha cambiato radicalmente la vita, adesso mi sento nel pieno delle mie forze, la mia depressione è andata del tutto via, ma nonostante ciò, ho paura che questa ansia da prestazione si possa ripresentare se dovessi trovare un'altra ragazza. Spero in qualche vostro consiglio. Buona giornata.

Il desiderio sessuale, l'eccitazione e l'erezione sono fortemente dipendenti dalla situazione che si sta vivendo con il/la partner. 
Una condizione di conflitto, di non accettazione e di frustrazione da parte dell'altro, vanno a colpire principalmente la sfera sessuale. A seguito di queste contingenze, è pienamente comprensibile la tua mancata reattività all'interazione sessuale con "quella" partner. 
Cambiando partner e venendo a mancare i motivi di conflitto, vedrai che la situazione tornerà spontaneamente alla normalità. 

Un cordiale saluto
Risposta a cura di:
Leonardo Boccadoro
Dr. Leonardo Boccadoro
(0)
Fermo - Via XX Settembre,160
Hai trovato questa risposta utile?
Altre risposte di questo specialista
Erezione: è condizionata dallo stress?
Effettivamente, lo stress influenza molto la sfera sessuale. Stanchezza fisica e mentale, preoccupazioni e ansia possono incidere pesantemente sulle capacità erettili...
Primo rapporto: perchè non c'è stata perdita di sangue?
Ciò che produce la perdita di sangue alla prima penetrazione è la lacerazione dell'imene. Questo può però essere molto elastico, per cui si estende,...
Rifiuto del bacio durante il rapporto sessuale: perchè?
Il calo del desiderio sessuale può subentrare a qualsiasi età e in qualsiasi momento dell'evoluzione del rapporto di coppia. Rimane da capire cosa prova il...
Calo della libido in un uomo: quali sono le cause?
Fare l'amore per dovere inibisce qualsiasi desiderio sessuale. Inoltre, può essersi insinuato in te il pensiero di essere utilizzato più che amato, da qui, può...
Ansia da prestazione: come combatterla a 19 anni?
Non è raro avere una perdita di erezione nei primi rapporti. Ansia, spectatoring, senso di inadeguatezza, il luogo e la situazione nuova, oltre...
Vedi tutte

Risposte simili

Eiaculazione precoce: esistono delle terapie efficaci?
Esiste una terapia farmacologica, e comunemente viene utilizzata la dapoxetina. Prima però di iniziare qualsiasi tipo di terapia ti consiglio di rivolgerti al tuo andrologo...
Puntini sul glande (di colore bianco) di cosa potrebbe trattarsi?
Buongiorno. Sì, visti i puntini bianchi sul glande potresti aver contratto l'Herpes Simplex, però senza una valutazione diretta...
Masturbazione: può provocare danni ai testicoli?
La masturbazione non arreca danni alla salute a meno che non diventi un comportamento di tipo compulsivo, ossia quando la masturbazione è ripetuta diverse volte...