Liquido amniotico

Contenuto di:

Un liquido chiaro, leggermente giallastro, che circonda il feto durante la gravidanza. È contenuto nel cosiddetto sacco amniotico.

A cosa serve il liquido amniotico?

Missing | Pazienti.it

Il liquido amniotico:

  • Permette al feto di muoversi nel grembo materno, il che aiuta le ossa a svilupparsi adeguatamente.
  • Offre ai polmoni del feto la possibilità di crescere.
  • Mantiene una temperatura costante intorno al feto, proteggendolo dal freddo.
  • Protegge il feto da possibili traumi ammortizzando colpi e movimenti improvvisi.

Inoltre, il prelievo di un campione del fluido può fornire informazioni sul sesso, la salute e lo sviluppo del feto.

Come interagiscono il liquido amniotico e il feto?

Il liquido amniotico si muove costantemente (circola) mentre il feto lo ingoia e lo "inala" per poi rilasciarlo.

Quanto liquido amniotico produce una donna in gravidanza?

Il feto è costantemente immerso nel liquido amniotico. La quantità, però, è maggiore durante la trentaquattresima settimana di gravidanza, quando i livelli del liquido raggiungono una media di 800 ml. A termine gestazione, invece, il feto è circondato da circa 600 ml di liquido amniotico.

È possibile che una donna non produca abbastanza liquido amniotico?

La scarsezza di liquido amniotico è conosciuta come oligoidramnio. Si tratta di un’anomalia rara che può verificarsi in caso di gravidanze prolungate, rottura di membrane, disfunzioni placentari o anomalie fetali.

È possibile che una donna produca troppo liquido amniotico?

La presenza di una quantità eccessiva di liquido amniotico è detta polidramnio. Questa condizione può verificarsi in caso di gravidanze multiple (gemelli o triplette), anomalie congenite (problemi che esistono quando il bambino è nato), o diabete gestazionale.

Anomalie nei livelli di liquido amniotico sono generalmente considerate un campanello d’allarme.

Argomenti: gravidanza liquido amniotico
Missing | Pazienti.it
Rosolia

La rosolia è una malattia esantematica causata da un virus, noto come Rubivirus, appartenente alla famiglia dei Togaviridae. La rosolia si contrae per via aerea o tramite contatto diretto con...

Sindrome_delle_gambe_senza_riposo | Pazienti.it
Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo è una condizione in cui le gambe provocano disagio, di solito la sera, mentre si sta seduti o sdraiati. Il paziente affetto percepisce il...

Missing | Pazienti.it
Sindrome fetale alcolica

La sindrome alcolica fetale è una malattia che colpisce il feto ed è in grado di causare difetti alla nascita, danni cerebrali, una crescita ridotta e anomalie della testa e...

Sintomi_e_cure_della_sciatalgia | Pazienti.it
Sintomi e cure della sciatalgia

La sciatalgia si manifesta con un intenso dolore che parte dal basso della schiena e raggiunge la gamba in alcuni casi fino al piede. I sintomi dolorosi della sciatalgia sono...

Stitichezza | Pazienti.it
Stitichezza

La stitichezza è una condizione molto comune che colpisce le persone di ogni età. Può causare difficoltà nell’espellere le feci, eccessivo sforzo o l’impossibilità di svuotare completamente l'intestino. La stitichezza...

Colestasi_gravidica | Pazienti.it
Colestasi gravidica

La gravidanza può presentare alcune complicazioni piuttosto rare, una di queste è la colestasi gravidica, che è causata dalla presenza di bile nella circolazione sanguigna.

Ovaia | Pazienti.it
Ovaia

L'ovaia è un elemento perlaceo, di colore bianco e situato lungo la parete laterale del bacino in una regione chiamata fossa ovarica . La fossa di solito si trova sotto...

Missing | Pazienti.it
Il parto

Il parto è il culmine di una gravidanza, ovvero il periodo con l'espulsione di uno o più neonati lattanti da una donna.

Nausea | Pazienti.it
Nausea

La nausea è la sensazione di vomito e può essere acuta, di breve durata o prolungata. La nausea può avere cause fisiche o psicologiche.

Vasi_previi | Pazienti.it
Vasi previi

Una delle complicazioni meno comuni in gravidanza è rappresentata dai vasi previi, che si presentano quando uno o più vasi sanguigni placentari o del cordone del bambino attraversano il canale...