icon/back Indietro Esplora per argomento

Pilates: benefici ed effetti della disciplina

Ludovica Cesaroni

Ultimo aggiornamento – 11 Novembre, 2022

Pilates: benefici ed effetti

Il metodo pilates, chiamato comunemente solo "pilates" è una disciplina sportiva molto praticata e seguita, che negli ultimi anni ha conosciuto un successo crescente.

É infatti sempre più evidente il rapporto tra pilates e benefici sull’organismo, ma è importante capire quali siano e se questa attività è indicata per il proprio benessere.

Scopriamo, quindi effetti e benefici del pilates, nonché eventuali controindicazioni.

Effetti del pilates

undefined

Inventata all’inizio del Novecento da Joseph Pilates (da cui prende il nome) questa disciplina prevede il controllo di mente e corpo, andando ad utilizzare i muscoli dei vari distretti (braccia, schiena, addome, gambe e glutei) e ponendo l’accento sulla postura e sugli allineamenti.

L’obiettivo del pilates è sempre stato quello di rendere le persone consapevoli del proprio corpo, anche se la disciplina è stata modificata negli anni alla luce dei progressi e degli studi effettuati nel frattempo sul corpo umano e sul suo funzionamento.

Nonostante gli adattamenti fatti nel corso degli anni, il pilates rispetta ancora i principi tradizionali promossi dal suo fondatore:

  • respirazione;
  • concentrazione;
  • controllo;
  • centralizzazione;
  • precisione;
  • fluidità.

I movimenti sono lenti e precisi e devono essere fatti prestando attenzione alla postura, all’allineamento e alla respirazione.

Il pilates si concentra prevalentemente sui muscoli posturali, che aiutano a mantenere la posizione e offrono un supporto alla colonna vertebrale; i muscoli maggiormente coinvolti sono i lombari, i dorsali, gli addominali e i glutei.

Gli effetti del pilates sono molteplici: esso può innanzitutto essere di giovamento alle persone dallo stile di vita sedentario, ma anche per migliorare l'armonia dei gesti e il portamento.

Inoltre, questo sport può aiutare a tonificare i muscoli o a prevenire dolorosi sintomi generati da posture scorrette o disturbi articolari (tra cui mal di schiena e dolore cervicale).

Se praticato con costanza e dedizione, il pilates può anche apportare miglioramenti a:

  • postura;
  • forza;
  • flessibilità;
  • precisione;
  • controllo;
  • equilibrio.

A questi effetti fanno seguito i benefici che il pilates può portare a chi lo pratica.

10 benefici del pilates

undefined

Chi sceglie il pilates come disciplina sportiva, lo fa soprattutto per correggere la postura e rafforzare i muscoli che coinvolgono la posizione. In particolare, chi pratica questa attività con assiduità potrà riscontrare i seguenti benefici:

  1. presa di coscienza dei propri muscoli;
  2. rafforzamento dei muscoli addominali;
  3. aumento della mobilità e della flessibilità della colonna vertebrale;
  4. aumento della stabilità di bacino e spalle;
  5. potenziamento della muscolatura;
  6. attenuazione dei dolori lombari;
  7. miglioramento della postura;
  8. integrabilità con altri sport;
  9. perdita di peso;
  10. alleviamento dello stress e aumento del senso di benessere.

Questi sono i benefici maggiormente riscontrabili da chi pratica pilates, a livello generale. Vi sono poi dei benefici specifici di cui possono avvantaggiarsi aree determinate del corpo, scopriamo quali.

Pilates e benefici alla cervicale

Il collo è un’area molto delicata: qui si trova un rachide della colonna vertebrale ed è una zona spesso dolorante a causa di infortuni, cattiva postura o posizioni sbagliate assunte durante la notte.

Ecco perché è importante rafforzare la muscolatura del collo, davanti e dietro le scapole, sul tronco anteriore e posteriore: in questo modo si fornisce un sostegno adeguato per sorreggere il peso della testa.

Grazie ad esercizi specifici è possibile equilibrare i muscoli di spalle e collo, che assieme a una respirazione corretta portano sangue e ossigenazione, per assicurare l’alleviamento dei sintomi dolorosi e una sensazione di diffuso benessere.

Pilates e benefici per la schiena

Il pilates può rivelarsi molto utile anche per chi soffre di mal di schiena e lombalgia. La lombalgia è spesso causata da problemi di postura, derivanti (in genere) da uno stile di vita sedentario.

Il pilates ha, tra i suoi obiettivi, quello di allenare tutto il fisico, concentrandosi, però, maggiormente sul corretto allineamento della colonna vertebrale.

Tutti gli esercizi, infatti, durante una sessione di pilates, puntano a mantenere in posizione neutra la colonna vertebrale, poiché si tratta della posizione migliore per la struttura muscolo-scheletrica.

Praticare pilates contro la cellulite

La cellulite si origina dalla stagnazione dei liquidi all’interno dei tessuti: attivare le fasce muscolari ripristinando la corretta circolazione sanguigna è uno dei metodi più efficaci per combatterla. Assieme a questo, per contrastare i cuscinetti adiposi, devono essere seguiti:

  • una dieta bilanciata e corretta, con un impiego moderato di sale;
  • una idratazione con un sufficiente apporto di liquidi;
  • periodiche manipolazioni e massaggi drenanti.

Il pilates fa lavorare insieme tutti i muscoli delle gambe, consentendo di tonificare anche i glutei: già dalle prime sessioni di allenamento è possibile riscontrare dei miglioramenti sul proprio fisico e cominciare a veder diminuire la cellulite.

Il pilates fa dimagrire?

Questa disciplina non lavora con carichi pesanti e, da sola, non consente un dimagrimento reale: tuttavia, l’intensità del pilates è modulabile e si possono associare ai consueti movimenti (in piedi o sul reformer) anche esercizi quali squat, affondi, salti e/o altri esercizi aerobici.

Senz’altro, assieme ad un regime alimentare equilibrato, il pilates consente di migliorare il proprio aspetto fisico, assieme ad una profonda sensazione di benessere.

Le possibili controindicazioni del pilates

Il pilates fa bene a tutti? Se ci si sta ponendo questo interrogativo, è opportuno sapere che non esistono controindicazioni specifiche per il pilates.

Tuttavia, è giusto tenere conto della propria salute fisica nel momento in cui ci si appresta a compiere gli esercizi di pilates: se, ad esempio, sono in corso dolori o contratture, alcuni movimenti potrebbero essere inadatti.

Inoltre, è importante evitare il fai da te e rivolgersi sempre ad un istruttore esperto di pilates, che sappia valutare lo stato fisico di chi vuole seguire un corso, consigliando se intensificare alcuni esercizi e tralasciarne altri.

In ogni caso, ciò è vero per molte discipline sportive e, in particolare, occorrerà prestare una particolare attenzione se chi vuole iniziare un corso di pilates si trova nelle seguenti circostanze:

  • gravidanza;
  • ernie discali, lombari e/o cervicali;
  • visus compromesso;
  • ferite aperte o presenza di stravasi cutanei importanti;
  • stati di dolorabilità diffusi e non compatibili con i movimenti degli esercizi;
  • artralgie in stati osteoporotici o artrosici;
  • ipertensione;
  • essere un soggetto a rischio cadute (a causa di labirintite, ictus cerebrali, vertigini parossistiche ricorrenti, ecc.).

In quanto tempo si vedono i risultati con il pilates?

Senza dubbio, non è possibile dare una risposta univoca, perché i risultati dipendono anche dallo stato di salute di chi inizia a praticare pilates, dalle capacità motorie, dall’intensità e dalla frequenza di allenamento.

Si può comunque dire che, seguendo corsi per 2 o 3 volte alla settimana, senza saltare lezioni, già dopo alcune settimane si dovrebbero iniziare a percepire i primi effetti benefici.

Il pilates funziona davvero?

undefined

Il pilates ha come principale obiettivo quello di sviluppare forza, flessibilità e resistenza in chi lo pratica. Si tratta di uno sport adatto a donne e uomini di ogni età e può essere effettuato con il sussidio di macchinari, di attrezzi o a corpo libero

In un secolo, ovviamente, questo sport ha subito diversi adattamenti, in base a ricerche e scoperte della biomeccanica. Inoltre, non tutti gli esercizi del pilates sono applicabili indiscriminatamente a chiunque: occorre valutare lo stato di salute di chi intende praticare questa attività (molte persone, ad esempio, sono affette da condizioni problematiche alla colonna vertebrale, alle anche o su altre zone del corpo) e per questo l’allenamento deve essere sempre personalizzato.

Essendo, in genere, promosso come rimedio al mal di schiena e come strumento mediante cui migliorare l’equilibrio, spesso chi ricorre al pilates si aspetta risultati tangibili a livello terapeutico e concretamente misurabili

In realtà, si può dire che il pilates sia una forma di esercizio fisico che, come tale, è ideale per contrastare la sedentarietà e migliorare le proprie performance fitness, ma la sua efficacia a livello terapeutico, a seguito di alcuni studi, non è stata confermata né smentita.

Condividi
Ludovica Cesaroni
Scritto da Ludovica Cesaroni

Amo definirmi una creativa dalla forte impronta razionale. Scrivere, disegnare e creare con le mani sono le mie grandi passioni, ma il pungolo della curiosità mi ha sempre portato a interrogarmi sui grandi misteri della vita e a informarmi sui 'piccoli misteri' dell'uomo.

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Ludovica Cesaroni
Ludovica Cesaroni
in Attività fisica

308 articoli pubblicati

Contenuti correlati
Donna si allena in palestra con la pectoral machine
Pectoral machine: come utilizzarla per l'allenamento

Cos'è la pectoral machine e quali esercizi possono essere fatti con questo attrezzo fitness? Qual è la tecnica di esecuzione da seguire? Scopriamolo insieme.

ragazza in palestra fa Adductor Machine
Adductor Machine: a cosa serve e quali muscoli allena

Adductor Machine, ecco a cosa serve e quali muscoli allena questo attrezzo specifico per rafforzare e tonificare i muscoli adduttori dell'interno coscia.

icon/chat