Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Cornea

Cornea

Curatore scientifico
Dr. Miguel Rechichi
Specialità del contenuto
Oculistica

Che aspetto ha la cornea?

Molto delicata e sottoposta a traumi ed infezioni, si presenta come trasparente. Questo sua particolarietà viene dalle cellule, che non sono in grado di rigenerarsi, che rivestono la sua superficie interna. E’ proprio la trasparenza, insieme alla curvatura, che garantiscono all’occhio la messa a fuoco delle immagini. 

Quando si esegue un trapianto di cornea?

  • Gravi problemi di curvatura
  • Gravi problemi della trasparenza

Di solito i soggetti sottoposti a trapianto sono giovani. I rischi di rigetto, infezioni e compatibilità sono ridotti poiché nella cornea non sono presenti vasi sanguigni.

Chi sono i donatori di cornea?

Le cornee sono prelevate da persone decedute, entro 12 ore dal momento della morte. Vengono selezionate, certificate e archiviate nelle banche degli occhi, in modo da essere disponibili per il trapianto in ogni momento. Non ci sono limiti di età per i donatori tanto che ogniuno di noi può diventare donatore. 

Come avviene il trapianto?

Usando strumenti ad alta precisione il tessuto viene fissato, attraverso suture non riassorbibili, all’occhio del ricevente. Si può effettuare sia in anestesia locale che totale e dura circa 30 minuti.

Per quanto tempo l’occhio deve rimanere bendato?

Dopo al massimo un paio di giorni di ricovero  il paziente viene dimesso dalla struttura ospedaliera con l’occhio totalmente libero da bende. Infatti il bendaggio viene tolto il giorno successivo all’intervento, anche se possono sussistere fotosensibilità, lacrimazione, e dolore che scompaiono comunque nel giro di pochi giorni.

Esiste il rischio di rigetto?

Di solito molto raro, può comunque essere risolto con l’uso di farmaci. Il periodo maggiormente a rischio si ha dopo un mese dal trapianto e si riduce col passare del tempo. Se la fase di rigetto ha portato ad un’opacizzazione della cornea si può procedere con un nuovo trapianto.

Quali sono i sintomi del rigetto?

  • Offuscamento visivo
  • Lieve fotofobia
  • Lieve arrossamento

Se si verificano e persistono questi sintomi si deve intervenire subito per evitare che si verifichi il rigetto.

Che norme è bene seguire dopo un trapianto di cornea?

Nella prima fase successiva all’intervento:

  • Evitare pressioni sull’occhio
  • Evitare luoghi polverosi
  • Lavarsi sempre le mani prima di usare i colliri
  • Durante la notte usare un guscio di plastica a protezione dell’occhio
  • Usare occhiali se si è esposti a vento, sole o polvere
  • Durante le quotidiane operazioni di pulizia (doccia, lavarsi il viso..) evitare di far entrare acqua nell’occhio

Il periodo di convalescenza dura 1-2 mesi, quindi valutare i tempi adatti per riprendere le attività lavorative e sportive.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Bastoncello retinico
Il bastoncello è uno dei due tipi di cellule fotosensibili, posto nella retina dell'occhio dei vertebrati. I bastoncelli fungono da neuro...
Lamina di Bowman
La lamina di Bowman fu scoperta per la prima volta nella seconda metà dell'Ottocento, da William Bowman, dal quale prende il nome.
Iride
In oculistica, l’iride è una parte dell’uvea, la tonaca vascolare dell’occhio.