icon/back Indietro

Déjà vu

Neurologia Psicologia
Déjà vu

Cosa si intende con il termine déjà vu?

Questo termine du introdotto dallo psicologo F. L. Arnauld, nel 1896, per indicare la sensazione di aver già vissuto un certo evento, di essere già stato in un certo luogo o di aver già conosciuto una certa persona, pur essendo certo, a livello razionale, di non essersi mai trovato in una situazione simile.  

Con quale frequenza si presenta?

Si stima ne sia soggetto l’80% della popolazione. 

Come si presenta il déjà vu?

Il déjà vu si presenta come un falso ricordo, che fa percepire una situazione nuova come qualcosa di già vissuto.

In chi si manifesta?

  • Alle volte si presenta in individui, non affetti da patologie psichiche, in situazioni di stanchezza estrema o eccessiva emotività.
  • Se si presenta in modo troppo frequente è un sintomo di patologie, come schizofrenia, epilessia (epilessia temporale) e stati tossici.

Cosa lo causa?

Alcuni studiosi pensano che sia causato da un’anomalia cerebrale.

  • In soggetti sani che sperimentano questa sensazione sono state notate piccole variazioni nell’anatomia della corteccia insulare, un’area del cervello dove confluiscono le informazioni sensoriali del sistema limbico.
  • In soggetti affetti da patologie, come l’epilessia, si hanno aspetti anomali nell’ippocampo e nella corteccia visiva. 
Dr. Domenico Giuseppe Bozza Psicologo
Dr. Domenico Giuseppe Bozza
psicologosessuologo

Contenuti correlati

Emulazione
icon/card/PsichiatriaPsicologia
L'emulazione è una condizione che si esprime mediante la volontà ad imitare qualcuno o qualcosa attraverso i propri atti.
Empatia
icon/card/PsichiatriaPsicologia
Una persona empatica riesce a riconoscere le proprie emozioni e quelle altrui, grazie alla sua capacità di immedesimarsi nei vissuti dell...
Resilienza
icon/card/PsichiatriaPsicologia
La resilienza è la capacità di fronteggiare eventuali avversità, riuscendo a riorganizzare positivamente la propria vita e ad adattarsi a...