Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Schizofrenia

Schizofrenia

Schizofrenia
Curatore scientifico
Elena Tamussi
Specialità del contenuto
Psichiatria

Cosa è la schizofrenia?

La schizofrenia è una di quelle malattie mentali che più di ogni altra suscita nell'immaginario collettivo reazioni contrastanti, che vanno dalla paura alla curiosità.

È indubbio che un ruolo importante nell'amplificare determinati stati d'animo lo abbia avuto il cinema, con i numerosi film che hanno messo in luce precisi aspetti di questa malattia.
La schizofrenia è infatti una malattia mentale che interessa 3.5 milioni di persone, solo negli Stati Uniti e che può presentarsi sotto diverse forme.

La schizofrenia è una patologia che influisce sulla salute mentale a lungo termine, manifestandosi mediante:

  • allucinazioni
  • convinzioni insolite non basate sulla realtà
  • pensieri confusi
  • cambiamenti nel comportamento

I medici descrivono la schizofrenia come una malattia psicotica. Ciò significa che a volte una persona può non essere in grado di distinguere i propri pensieri dalla realtà.

Quali sono le cause della schizofrenia?

E' difficile individuare le cause esatte della schizofrenia, ma la ricerca suggerisce che diversi fattori interagiscono tra loro, causando la predisposizione alla schizofrenia. Tra questi:

  • genetica
  • sviluppo del cervello
  • neurotrasmettitori
  • infezione
  • gravidanza e complicazioni alla nascita
  • lesioni alla testa
  • trauma cranico
  • stress
  • abuso di droghe

Quali sono i sintomi della schizofrenia?

I sintomi della schizofrenia sono di solito classificati in due categorie:

  • sintomi della schizofrenia positivi
  • sintomi della schizofrenia negativi

Sintomi positivi della schizofrenia

I sintomi positivi della schizofrenia sono:

Sintomi negativi della schizofrenia

I primi sintomi negativi della schizofrenia sono spesso indicati come la fase prodromica della schizofrenia.

I sintomi durante la fase prodromica della schizofrenia di solito iniziano gradualmente e tendono a peggiorare. Essi includono:

  • isolamento sociale e scarsa igiene
  • sensazione di disagio con le persone
  • problemi di relazione con amici e familiari

Doppia personalità e schizofrenia

Si ritiene comunemente che le persone affette da schizofrenia abbiano una doppia personalità, razionale e irrazionale. Tuttavia, questo non è vero. Anche se il termine schizofrenia è una parola greca che significa "mente divisa", il termine è stato utilizzato molto tempo prima che la schizofrenia fosse analizzata. Sarebbe più esatto dire che le persone affette da schizofrenia siano più soggette a disordini mentali.

Violenza e schizofrenia

La maggior parte degli studi confermano che esiste un legame tra la violenza e la schizofrenia.

Chi è colpito dalla schizofrenia?

Negli uomini, la schizofrenia compare solitamente tra i 15 e i 30 anni di età. Nelle donne, la schizofrenia di solito si verifica in seguito, tra i 25 e i 30 di età.

Come si diagnostica la schizofrenia?

Non esiste un singolo test per la diagnosi della schizofrenia. La maggior parte dei medici tengono conto di alcuni sintomi che indicano la schizofrenia.La schizofrenia di solito può essere diagnosticata se si hanno almeno due dei seguenti sintomi:

  • deliri
  • allucinazioni
  • pensieri o comportamenti disordinati
  • appiattimento delle emozioni

Nei casi più gravi di schizofrenia, i soggetti possono essere obbligatoriamente trattenuti in ospedale per la valutazione e il trattamento.

Come si cura la schizofrenia?

La terapia per la cura della schizofrenia prevede:

  • sviluppo di relazioni di sostegno con i pazienti
  • utilizzo di un linguaggio clinico semplice
  • assunzione di psicofarmaci

In che modo la schizofrenia condiziona la vita delle persone?

La schizofrenia è una malattia mentale piuttosto articolata, che va ad alterare la vita delle persone sotto diversi aspetti.

Può condizionare il modo in cui una persona pensa, le sue sensazioni, e di conseguenza il comportamento che una persona assume.

I pazienti affetti da schizofrenia sembrano vivere in un mondo parallelo e hanno quindi serie difficoltà nel distinguere ciò che è reale da ciò che invece non lo è.

Tutto questo determina ovviamente problemi a relazionarsi con le altre persone e aumenta la tendenza dei malati di schizofrenia a rifugiarsi in un mondo inaccessibile agli altri, quasi a voler alzare una barriera che li protegga.

Quante forme di schizofrenia sono state documentate e quali sono le differenze tra una forma e l'altra?

Nonostante i numerosi studi condotti sulla schizofrenia nel corso degli anni, sono tante le domande che non hanno ancora trovato una risposta. A partire dalle cause alla base dell'insorgenza della schizofrenia. Si pensa infatti che le cause siano da rintracciarsi in una predisposizione genetica e in un'alterazione nel rilascio di alcune sostanze a livello cerebrale.

La complessità della schizofrenia appare ancora più evidente se si valutano i diversi sintomi associati a tale disturbo, e che permettono di individuare ben 4 diverse forme di schizofrenia:

  • Schizofrenia paranoide: Si tratta della forma più comune di schizofrenia ed è caratterizzata dalla tendenza da parte delle persone malate a sentirsi costantemente in pericolo. Questo genera un comportamento ossessivo, con un'attenzione malsana verso l'ambiente circostante.
  • Schizofrenia disorganizzata: Questa forma di schizofrenia si caratterizza per l'assunzione di comportamenti spesso inappropriati e senza alcun senso logico. È considerata la forma più grave, che compromette le normali attività quotidiane, pertanto le persone affette da tale forma di schizofrenia necessitano di una continua assistenza.
  • Schizofrenia catatonica: I pazienti affetti da schizofrenia catatonica mostrano una drammatica riduzione di ogni attività quotidiana, come se si trovassero in uno stato di coma. Non mancano tuttavia episodi di iperattività in cui i soggetti assumono spesso comportamenti bizzarri.
  • Schizofrenia residuale: Questa categoria comprende pazienti che hanno registrato episodi di schizofrenia, ma che tuttavia presentano un quadro clinico meno severo. Sintomi quali allucinazioni, comportamenti inappropriati sono molto rari e più facilmente controllabili. Tuttavia questo tipo di paziente spesso manifesta una marcata apatia e scarso interesse verso la vita in generale.

La schizofrenia rappresenta sicuramente una malattia mentale non facile da gestire, soprattutto per la presenza di sintomi così numerosi e diversificati che spesso rendono difficile anche una vera e propria diagnosi. E' infatti spesso confusa con una semplice depressione o con un disordine bipolare e questo ovviamente porta a una terapia errata, che non migliora la vita dei soggetti affetti da schizofrenia.

Se opportunamente trattati, i soggetti schizofrenici possono essere autosufficienti nelle loro attività quotidiane, senza quindi rappresentare un pericolo per se stessi o per gli altri.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Allucinazione ipnopompica
Le allucinazioni ipnagogiche o ipnopompiche sono illusioni visive, tattili, uditive e sensoriali solitamente brevi, ma occasionalmente lu...
Ecolalia
Le persone affette da ecolalia ripetono suoni e frasi che sentono, potrebbero non essere capaci di comunicare in modo efficace, in quanto...
Nevrosi
La nevrosi è un disordine psichico, o meglio, una malattia mentale, dovuta a molteplici cause.