Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Condizioni
  4. Peso Forma

Peso forma

Peso forma
Curatore scientifico
Dr. Francesco Pascucci
Specialità del contenuto
Nutrizione e dietistica

Cos'è il peso forma

Il peso ideale dipende da una serie di fattori diversi, tra cui:
  • Altezza
  • Sesso
  • Distribuzione del grasso e del tessuto muscolare
  • Costituzione
  • Altri fattori
L'indice di massa corporea (BMI, acronimo dall'inglese Body Mass Index) è uno dei modi più diffusi per calcolare un intervallo di peso ideale. Calcolare l'attuale BMI è facile: basta suddividere il peso (in kg) per il quadrato dell’altezza (in m).

Il risultato può essere schematizzato come segue:
  • Un risultato tra 18.5 e 24.9 indica che ci si trova nella fascia di peso "normale" per la tua altezza. 
  • Se il risultato è inferiore a 18.5, sei considerato sottopeso. 
  • Tra 25 e 29.9 significa che sei considerato sovrappeso. E se il numero va da 30 a 35 o più, si è considerati pazienti di obesità.
L'IMC non è sempre preciso, tuttavia, perché non tiene conto di fattori come la dimensione del telaio e la composizione muscolare. Continua a leggere per saperne di più su BMI e altri modi per determinare un peso ideale.

Come si calcola il peso forma

Il peso forma è un valore che esprime il peso del corpo umano in linea con la salute del singolo individuo; pertanto tende a variare da soggetto a soggetto e non vi è una definizione universale che lo esprima.

Esistono tuttavia tutta una serie di valori che danno un’indicazione di massima su quale debba essere il peso ideale di una persona in base a età e sesso.

Questi metodi sono:
  • Peso teorico per bambini e giovani – queste indicazioni tengono conto dell’età e del sesso del bambino o del giovane e affidano le proprie scale valoriali a una media statistica: si hanno dei grafici (divisi per sesso) con le curve percentili che mettono in correlazione il peso all’età
  • Bioimpedenziometria – metodo molto preciso in mani esperte
  • Formula di Bernhardt – metodo utilizzato fino a 50 anni fa che moltiplicava l’altezza corporea in cm con la circonferenza toracica e divideva il risultato per 240: il risultato dava il peso ideale che la persona avrebbe dovuto avere
  • Formula di Broca – sostitutiva a quella di Bernhardt per semplicità che toglieva 100 cm all’altezza totale e alla cifra ottenuta aggiungeva o toglieva il 10% del valore: nel range di questi parametri si situava il peso forma ideale della persona; tale metodo però non tiene in considerazione né il sesso né l’età dell’individuo.
  • Formula di Quetelet (IMC) – si tratta dell’indice di massa corporea ed è ad oggi l’unico metodo diffusamente utilizzato. L’IMC si trova dividendo il peso per il quadrato dell’altezza.

Qual è il peso forma ideale

Nel caso in cui il vostro IMC non sia in linea con il peso considerato normale, è consigliabile rivolgersi ad un medico specialista dietologo o a un nutrizionista che sia in grado di effettuare una bioimpenziometria e che, se necessario, vi spieghi come dimagrire, attraverso una dieta dimagrante, o come ingrassare, con una dieta ipercalorica, a seconda che siate sovrappeso (o obesi) o sottopeso.  

È importante essere seguiti in questo percorso con valutazioni ripetute nel tempo di tutti i parametri del caso.

Come mantenere il peso ideale

Non c'è pillola magica, dieta segreta, o piano di allenamento speciale che vi aiuterà a mantenere il peso ideale. La chiave è la costanza, ossia mantenere abitudini sane è importante per rimanere a un peso sano per i vostri parametri.

Se volete perdere peso, prendere in considerazione un appuntamento con un nutrizionista per creare un piano di dieta apposta per voi.

Potete anche provare questi metodi:
  • Mangiare una dieta di cibi integrali e sani. Questi possono includere frutta fresca e verdura, latticini a basso contenuto di grassi, proteine magre, cereali integrali, e noci.
  • Fare esercizio fisico regolare. Ogni settimana, cercare di praticare almeno 150 minuti di una moderata attività fisica, come una camminata, o 75 minuti di attività più vigorosa, come la corsa.
  • Tenere un diario alimentare per monitorare le calorie. Bruciare più calorie di quante ne si introietta in è la chiave per la perdita di peso. Si può anche fare caso agli snack che si mangiano sovrappensiero mentre si guarda la TV o alle porzioni che sono troppo grandi quando si mangia fuori ai ristoranti. Un diario vi aiuterà a prendere nota di questi comportamenti poco sani.
  • Ottenere sostegno da amici, familiari e gruppi di sostegno. Se il mancato raggiungimento del peso ideale dipende da disturbi del comportamento alimentare, quali bulimia, anoressa o disturbo di alimentazione incontrollata, cercare il sostegno medico nonché familiare; i gruppi di sostegno e di ascolto, infine, svolgono spesso una azione altamente terapeutica durante la fase di guarigione dei pazienti.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati