Astenoteratozoospermia

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Valter Borghino, Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Cosa è l'astenoteratozoospermia?
  2. Quali sono le possibili cause dell'astenoteratozoospermia?
  3. Come si curano le infezioni genitali che causano l'astenoteratozoospermia?

Cosa è l'astenoteratozoospermia?

Astenoteratozoospermia

L'astenoteratozoospermia si riferisce alla bassa motilità delle cellule spermatiche nel seme eiaculato. La motilità è una misura della capacità della cellula spermatica di muoversi in avanti, in modo rapido e in linea retta.

La motilità è una qualità molto importante per la fertilità maschile ed è associata alle probabilità di concepire naturalmente. Per fecondare una cellula ovocita, uno spermatozoo deve completare un viaggio lungo e insidioso attraverso la vagina e i tubi fallopiani, per poi per penetrare nella cellula ovocita.

Se la motilità dello sperma è bassa, ha meno probabilità raggiungere e fecondare una cellula ovocita e può causare infertilità.

L'astenoteratozoospermia è facilmente diagnosticata con un'analisi dello sperma. Con questo semplice test, verrà chiesto al paziente di fornire un campione di sperma fresco. Insieme al conteggio degli spermatozoi e alla morfologia, questo test misurerà la motilità delle cellule spermatiche. Generalmente, se meno del 32% delle cellule spermatiche in un dato campione è in grado di muoversi correttamente, ad un uomo viene diagnosticata l'astenoteratozoospermia.

E' possibile avere un normale numero di spermatozoi, ma una bassa mobilità.

Quali sono le possibili cause dell'astenoteratozoospermia?

Sebbene gli scienziati non siano ancora del tutto certi perché alcuni uomini abbiano una migliore motilità spermatica rispetto ad altri, gli studi suggeriscono che l'astenoteratozoospermia possa essere genetica o semplicemente l'effetto del processo di invecchiamento della funzione spermatica.

In altri casi, si ritiene che i fattori sottostanti di salute e nello stile di vita svolgano un ruolo importante. Questi possono includere:

  • fumo
  • alcool
  • esposizione a pesticidi, solventi e metalli pesanti
  • aumento della temperatura testicolare, come ad esempio l'uso di bagni caldi o di saune
  • varicocele (vene varicose) 
  • infezioni nei genitali o nel tratto urogenitale

Come si curano le infezioni genitali che causano l'astenoteratozoospermia?

A seconda della gravità delle infezioni, l'astenoteratozoospermia può essere curata con una mirata terapia antibiotica.

Anche se non esiste un trattamento specifico per l'astenoteratozoospermia, i cambiamenti nello stile di vita possono aiutare molto in termini di miglioramento dei parametri spermatici.

Un sano sistema riproduttivo dipende molto dalla salute generale, quindi, seguire una dieta variegata e nutriente, darà le migliori opportunità possibili.

In particolare, bisogna assicurarsi di assumere le vitamine C ed E necessarie per sostenere lo sviluppo sano delle cellule spermatiche. Anche lo zinco è considerato un nutrimento vitale per la motilità dello sperma, in quanto impedisce alle cellule spermatiche di aggregarsi e rallentare.

Limitare o eliminare l’esposizione a tossine dannose potrebbe contribuire a limitare i danni che inficiano la salute riproduttiva. 

Limitare l’esposizione a prodotti chimici industriali, come solventi e pesticidi, è importante. Smettere di fumare e limitare l'assunzione di alcol è un altro passo positivo da intraprendere.