Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Aberrazioni Cromosomiche

Aberrazioni cromosomiche

Aberrazioni cromosomiche
Curatore scientifico
Dr. Concetta Simona Perrotta
Specialità del contenuto
Genetica

Cosa è un’anomalia cromosomica?

Le anomalie cromosomiche possono presentarsi sotto forma di materiale aggiuntivo che viene collegato a un cromosoma. Eventuali aumenti o diminuzioni di materiale cromosomico interferiscono con lo sviluppo e le funzioni normali dell’organismo.

Quando si verificano?

Le anomalie cromosomiche si verificano quando vi è un difetto in un cromosoma, o nella disposizione del materiale genetico sul cromosoma. Molto spesso, le anomalie cromosomiche danno origine a specifici sintomi fisici, la cui severità, tuttavia, può variare da individuo a individuo.

Quali tipi di anomalie cromosomiche esistono?

Ci sono due tipi principali di anomalie cromosomiche che possono verificarsi durante la meiosi e la fecondazione: le aberrazioni numeriche e le aberrazioni strutturali. 

Aberrazioni numeriche

Queste sono solitamente causate da un fallimento della divisione del cromosoma, che si traduce in cellule con un cromosoma in più o una carenza di cromosomi.

I gameti con queste anomalie possono provocare malattie, come la sindrome di Down (che ha 47 cromosomi invece di 46), o la sindrome di Turner (45 cromosomi). I tipi comuni di aberrazioni numeriche sono: triploidia (non è vitale), la trisomiamonosomia.

Aberrazioni strutturali

Queste si verificano a causa di una perdita di materiale genetico o per un riarrangiamento nella posizione del materiale genetico. Esse includono: delezioni, duplicazioni, inversioni, formazioni ad anello, e traslocazioni. Vediamole nel dettaglio: 

  • Delezioni: una parte del cromosoma è mancante o eliminata. Disturbi noti includono la sindrome di Wolf-Hirschhorn, che è causata da delezione parziale del braccio corto del cromosoma 4; la sindrome di Jacobsen, causata da delezioni del braccio lungo del cromosoma 11.
  • Duplicazioni: una porzione del cromosoma viene duplicata, con conseguente materiale genetico supplementare. Disturbi noti comprendono il Charcot-Marie-Tooth di tipo 1A, che può essere causato dalla duplicazione del gene che codifica la proteina mielina periferica 22 (PMP22) sul cromosoma 17.
  • Traslocazioni: avviene quando una parte di un cromosoma è trasferita a un altro cromosoma. Ci sono due tipi principali di traslocazioni. In una traslocazione reciproca, segmenti da due cromosomi diversi sono stati scambiati. La traslocazione può essere bilanciata, quando non vi è variazione di materiale genetico, o sbilanciata quando vi è perdita o acquisizione di materiale genetico. In una traslocazione robertsoniana, un intero cromosoma è collegato a un altro nel centromero; queste si verificano solo con cromosomi 13, 14, 15, 21 e 22.
  • Inversioni: una porzione del cromosoma è interrotto, capovolto e riattaccato, quindi il materiale genetico è invertito.
  • Anelli: una parte di un cromosoma è rotto e forma un cerchio o un anello. Questo può avvenire con o senza perdita di materiale genetico.
  • Isocromosoma: formato dalla copia speculare di un segmento cromosomico, compreso il centromero.

Le aberrazioni strutturali includono anche alcuni disturbi caratterizzati da instabilità cromosomica e rottura. Un esempio è la creazione di un sito fragile sul cromosoma X: i ragazzi sono maggiormente interessati da questo fenomeno, perché hanno un solo cromosoma X; ma anche nelle femmine si può verificare e la sindrome dell'X fragile può causare difficoltà di apprendimento.

Aberrazioni cromosomiche ed ereditarietà

La maggior parte delle anomalie cromosomiche si verificano come un incidente nell’uovo o nello sperma, e pertanto non sono ereditate.

L'anomalia è presente in ogni cellula del corpo. Alcune anomalie, tuttavia, possono accadere dopo il concepimento, con conseguente mosaicismo (dove alcune cellule hanno l'anomalia e altre no). Le anomalie cromosomiche possono essere ereditate da un genitore o essere “ex novo”. È per questo che gli studi dei cromosomi sono spesso eseguiti sui genitori, quando un bambino si trova ad avere una anomalia.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Mutazioni cromosomiche
Le mutazioni cromosomiche sono dei cambiamenti o errori che coinvolgono l’intero cromosoma o sue parti.
Sindrome di Noonan
La sindrome di Noonan è una malattia genetica che si manifesta dalla nascita e si caratterizza per un quadro clinico piuttosto complesso,...
Sindrome di Sluder
La sindrome di Sluder è una sindrome dolorosa appartenente al gruppo delle cefalee, causata dall’infiammazione del ganglio sfenopalatino.