Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Carie Ossea

Carie ossea

Curatore scientifico
Dr. Alfredo Bitonti
Specialità del contenuto
Ortopedia e traumatologia

Come si diagnostica la carie ossea?

Quando si percuote l’osso si sente un suono diverso dall’ordinario e questo deve far pensare ad una possibile carie ossea. Un suono più duro indica una necrosi, un suono più rimbombante indica una carie. 

Quali sono le cause?

Le cause dipendono da una infiammazione cronica del tessuto osseo, dovuta a infezioni da sifilide o tubercolosi. Tra tutte le ossa, quelle più colpite sono le ossa facciali, in particolare la mandibola. La forma sifilitica colpisce maggiormente le ossa del naso e del palato.

Quando un osso cariato è esposto si percepisce la sua debolezza e non è raro vederlo disintegrarsi. La superficie delle ossa cariate sono granulose e piene di pus. 

Come si cura la carie ossea?

La terapia consiste nel rimuovere la porzione di osso colpita dalla carie, disinfettare la parte circostante con perossido di idrogeno e successivamente fare un bendaggio con iodoform e 10% di guiacol. Successivamente, è necessario assumere sali minerali e ferro per permettere la formazione dell’osso asportato. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Olistesi
L'olistesi è una malattia che riguarda principalmente le vertebre lombari della colonna vertebrale.
Sindrome compartimentale
La sindrome compartimentale è una dolorosa condizione che avviene quando la pressione intramuscolare raggiunge livelli pericolosi.
Mal di schiena
Il mal di schiena è una condizione comune che colpisce molte persone.