Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Fibroma Ossificante

Fibroma ossificante

Curatore scientifico
Dr. Carlo Pastore
Specialità del contenuto
Oncologia Ortopedia e traumatologia

Che cos'è un fibroma ossificante?

Un fibroma ossificante è un tumore benigno che si localizza esclusivamente a livello della gengiva.

Chi viene maggiormente colpito da fibroma ossificante?

Il fibroma ossificante è tipicamente giovanile anche se può riscontrarsi in ogni fascia d’età; ha un prevalenza superiore nella seconda e terza decade di vita ed è più frequente nelle donne.

Come si presenta un fibroma ossificante?

Un fibroma ossificante solitamente si presenta ricoperto da epitelio liscio normale o con lieve cheratosi ed acantosi superficiale. L’evoluzione non è mai rapidissima.

Quali sono le possibili complicanze di un fibroma ossificante?

Le possibili complicanze di un fibroma ossificante son dovute alle lesioni che, per la loro localizzazione nel cavo orale, possono creare problemi a causa del possibile traumatismo e conseguenti ulcerazioni.

Quali sono le cause di fibroma ossificante?

Le cause del fibroma ossificante sono incerte e probabilmente riconducibili a fenomeni irritativi del legamento parodontale superficiale. Anche influenze ormonali potrebbero essere concausa dell’insorgenza del fibroma ossificante considerando la maggiore prevalenza nel sesso femminile in età fertile.

Qual è il trattamento per il fibroma ossificante?

La terapia per il fibroma ossificante è chirurgica e mira all'escissione profonda della lesione onde evitare recidive.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Tumore benigno
I tumori benigni rappresentano una forma tumorale (massa) generalmente non pericolosa per l'uomo. Alcune tipologie possono comunque trasf...
Olistesi
L'olistesi è una malattia che riguarda principalmente le vertebre lombari della colonna vertebrale.
Sindrome compartimentale
La sindrome compartimentale è una dolorosa condizione che avviene quando la pressione intramuscolare raggiunge livelli pericolosi.