Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Mastopatia Fibrocistica

Mastopatia fibrocistica

Mastopatia fibrocistica
Curatore scientifico
Dr. Paolo Madeyski
Specialità del contenuto
Senologia

Che cos’è la mastopatia fibrocistica?

La mastipatia, detta anche displasia mammaria,  è una condizione nella quale la mammella presenta un tessuto ghiandolare costituito da zone con prevalenza di cisti più o meno piccole alternate a zone di maggiore consistenza e fibrose. Questa situazione è in parte congenita e in parte promossa da stimoli ormonali. Questi stimoli ormonali sono spesso mossi da fatti tensivi o piscologici tramite la secrezione dell’ipofisi che è in relazione all’ipotalamo. Di solito, compare in un’età compresa tra i 30 e i 50 anni ed è legata alla produzione di ormoni durante le fasi del ciclo.

Si manifesta di solito con dolore alla pressione del seno e il senso di gonfiore al seno, che può aumentare nel periodo prima del ciclo. Questa condizione di solito non è grave e non richiede trattamenti particolari, ad eccezione di quelli che possono aiutare ad alleviare i sintomi. 

Mastopatia fibrocistica bilaterale: che cos’è?

La mastopatia fibrocistica o displasia mammaria è solitamente bilaterale e i disturbi sono in netta maggioranza rappresentati nei quadranti supero esterni sia a dx che a sx. In tale zona solitamente si apprezzano delle zone di addensamento mammario

Quali sono i sintomi della mastopatia fibrocistica?

I sintomi della mastopatia fibrocistica si manifestano con una maggiore sensibilità del seno che porta al dolore se viene esercitata pressione e una sensazione di gonfiore diffuso.

Nei seni possono formarsi anche delle cisti o dei noduli che aumentano il dolore provocando pressione continua. I sintomi sono influenzati dal ciclo mestruale e aumentano nei giorni precedenti al ciclo. Ricordiamo che il tumore al seno è in genere asintomatico e quindi mai pensare al tumore se si avvertono dolori specie nei quadranti supero esterni.

La diagnosi di displasia mammaria è in genere clinica. Il medico esperto e il senologo fanno diagnosi con la palpazione. Possono essere di aiuto poi la mammografia e la ecografia per valutare le cisti che sono in genere sempre presenti. L’ago aspirato con esame citologico può escludere altra patologia e la si esegue solo in casi dubbi.

Quali sono le cause della mastopatia fibrocistica?

La causa prima è genetica ma tutte le donne hanno un certo grado di displasia ma solo alcune hanno disturbi che le portano a fare accertamenti o visite da un senologo. Vi sono poi cause sono legate alla secrezione ormonale dell’ipofisi e stimolata da fatti tensivi tramite l’ipotalamo. La condizione tende a diminuire con la menopausa.

La mastopatia fibrocistica possiamo dire che è una situazione parafisiologica e la donna deve convincersi che spesso deve convivere con questi disturbi.

Quali sono le cure per la mastopatia fibrocistica?

La mastopatia fibrocistica non necessita cure ma solo controlli periodici per tenere sotto controllo la condizione. Solo in casi di sintomi particolarmente pesanti, il medico può prescrivere dei farmaci, tra cui farmaci a base di progesterone, per alleviare i sintomi. 

Esistono delle cure naturali per la mastopatia fibrocistica?

Premesso che le cure naturali hanno basi relativamente scientifiche possiamo dire che anche in questo caso non esistono delle cure efficaci al 100% ma esistono dei rimedi che permettono di allungare i sintomi a lungo termine. Una terapia efficace risulta essere l’agopuntura, che però va continuata per diverso tempo e con regolarità. Anche gli impacchi di argilla verde aiutano molto a ridurre l’infiammazione che la malattia crea.

Anche la variazione della dieta può portare sollievo e diminuire i sintomi. In particolare è consigliato limitare l’uso di cioccolato, carne, pesce e latticini ed è consigliato il consumo di fitoestrogeni provenienti da alimenti vegetali. 

Esiste una relazione tra la mastopatia e la pillola?

Non è stato dimostrato che esista una relazione tra la mastopatia fibrocistica e la pillola. C’è da considerare però che la pillola anticoncezionale contiene ormoni e influisce sul ciclo mestruale.

Per questo la pillola può influire sui sintomi della malattia, sia aumentandoli che diminuendoli. Pertanto chi soffre di mastopatia fibrocistica dovrebbe consultarsi a lungo col proprio medico sull’assunzione della pillola anticoncezionale. 

Mastopatia e menopausa

La mastopatia fibrocistica fortunatamente è una condizione che sparisce con l’arrivo della menopausa perchè è legata al ciclo ormonale delle ovaie. Può succedere che nel periodo che precede la menopausa la malattia si manifesti in forma più acuta perchè sottoposta agli sbalzi ormonali che precedono la menopausa.

Una volta però che la menopausa si presenta la mastopatia scompare nell’arco di pochi mesi. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Carcinoma duttale invasivo
Tra i tumori più frequenti che attaccano il seno, si può annoverare il carcinoma duttale invasivo che, con il 75% di incidenza, rappresen...
Adenosi al seno
Con il termine adenosi si intende una qualsiasi alterazione a livello del tessuto ghiandolare, di tipo non infiammatorio. 
Seno tuberoso
Il seno tuberoso (detto anche seno tubolare) è una malformazione congenita. Il seno appare a forma conica, con una base più stretta e l'a...
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più