Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Prestazioni
  4. Ecografia Ostetrica Con Flussimetria

Ecografia ostetrica con flussimetria

Ecografia ostetrica con flussimetria
Curatore scientifico
Dr. Gianfranco Blaas
Specialità del contenuto
Ginecologia

Cos'è l'ecografia ostetrica con flussimetria

L'ecografia ostetrica con flussimetria è un esame ecografico che si effettua nel terzo trimestre di gravidanza, in un periodo compreso tra la 31ª e la 34ª settimana, tale esame è funzionale alla valutazione della regolarità della crescita fetale e ci dà informazioni comunque sul flusso di sangue al feto.

Tale esame è funzionale alla valutazione della regolarità della crescita fetale, ma a seconda del momento in cui viene effettuato, ci può dare informazioni diverse.

A cosa serve l'ecografia ostetrica con flussimetria

L'ecografia ostetrica con flussimetria viene adoperata per escludere sia la presenza di malformazioni congenite o genetiche, sia situazioni di sofferenza fetale.

La semplice ecografia ostetrica ci può servire, nella fase del primo trimestre, per determinare la capacità delle arterie uterine di nutrire il feto. Nel secondo trimestre, oltre alla morfologia cardiaca, usando anche la flussimetria ecografica, si ottengono informazioni preziose su tutte le componenti del cuore fetale: atri, ventricoli e valvole e sui grossi vasi che giungono o partono dal cuore (ecocardiografia fetale).

Nel terzo trimestre, la semplice ecografia ostetrica, oltre che darci informazioni sullo sviluppo fetale, ci dà informazioni sulla quantità di liquido amniotico, importante come ausilio diagnostico in situazioni critiche.

Nel terzo trimestre si ricorre alla flussimetria Doppler, esame specifico eseguito con un ecografo dotato di eco-colordoppler volto a valutare la qualità dell'irrorazione ematica dei distretti cranico e addominale del feto, per valutarne il benessere e come fattore di prognosi in caso di una sofferenza fetale anche nell’approssimarsi del parto.

In cosa consiste l'ecografia ostetrica con flussimetria

L'ecografia ostetrica con flussimetria viene adoperata mediante l'applicazione degli ultrasuoni emessi da una sonda che consente di visualizzare graficamente gli organi interni oggetto d'indagine, la loro forma e le loro eventuali alterazioni. Si tratta di un esame non doloroso, né fastidioso.

Cosa succede durante una ecografia ostetrica con flussimetria

L'ecografo applicherà un gel a ultrasuoni caldo e ipoallergenico all'addome e sposterà un trasduttore intorno alla pancia per registrare immagini del feto. Il sonografo sposterà il trasduttore intorno all'area presa in esame con una pressione moderata per ottenere immagini.

Questa pressione non dovrebbe causare dolore. Si prega di informare il vostro ecografo di qualsiasi disagio. Se avete problemi a tenere la vescica o siete in una posizione scomoda, parlate con il vostro ecografo in modo da poter apportare modifiche.

Durante la scansione, l'ecografo si concentrerà sul completamento dell'esame medico in modo tempestivo e coerente; quindi, cercate di rivolgere le vostre domande alla fine dell'esame
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Fecondazione assistita
La fecondazione assistita è la tecnologia utilizzata per raggiungere la gravidanza tramite procedure come la fecondazione in vitro.
ICSI
L'ICSI è molto simile all'IVF in quanto i gameti (uova e sperma) sono raccolti da ciascun partner. La differenza tra le due procedure è i...
IUI
L'inseminazione intrauterina(IUI) è un trattamento di fertilità che consiste nel posizionare lo sperma all'interno dell'utero per facilit...