Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Abasia

Abasia

Abasia
Curatore scientifico
Elena Tamussi
Specialità del contenuto
Neurologia Psichiatria

Che cos'è l'abasia?

L’abasia è un termine greco che si riferisce all’incapacità di stare in piedi a causa della mancanza di coordinazione motoria. I pazienti affetti da questo disturbo sono incapaci di muovere le gambe naturalmente mentre camminano o a riposo. In queste condizioni, spesso i soggetti presentano dei movimenti violenti e improvvisi. 

Quali sono le cause?

Sono ancora sconosciute le esatte cause che sono alla base dell’insorgenza. Tuttavia, sono stati evidenziati alcuni fattori scatenanti. Secondo alcuni ricercatori, questa condizione ha un forte impatto sui disturbi emotivi estremi, quali per esempio lo stress e altri problemi psicologici. Le ricerche hanno dimostrato che gran parte dei pazienti affetti da abasia isterica soffre di depressione.

Questo disturbo può inoltre insorgere a causa di determinati traumi o abusi fisici. I bambini, infatti, sono inclini a sviluppare l’abasia in seguito ad abusi sia di natura fisica che sessuale.

Inoltre, è stato riscontrato uno stretto collegamento tra fobie e abasia, in particolar modo basifobia e stasifobia, paure cliniche collegate allo stare in piedi e al camminare. 

Quali sono i sintomi?

L’abasia è caratterizzata da diversi sintomi quali:

  • difficoltà nel camminare e nello stare in piedi
  • movimenti a papera
  • tremori
  • difficoltà a mantenere l’equilibrio
  • rotazione del corpo insolita
  • possibile perdita della sensibilità e paralisi negli arti inferiori
  • trascinamento dei piedi quando si cammina
  • sensi alterati
  • postura con la gobba

Quanti e quali sono i tipi di abasia?

Questo disturbo uò essere di due tipi:

  • permanente
  • transitorio

Nel primo caso sarà dovuta a cause organiche cerebrali, nel secondo caso è dovuta alla manifestazione di un sintomo nevrotico.

Come si diagnostica l’abasia?

Non esistono dei metodi specifici per diagnosticare l’abasia. Infatti, la diagnosi si esegue sui sintomi manifesti. Nei casi più gravi, è possibile identificare la presenza di lesioni neurologiche.

I segni che permettono di diagnosticare l’abasia sono l’intorpidimento o paralisi negli arti inferiori e nei muscoli.

Inoltre, sono impiegati gli esami condotti generalmente per diagnosticare i disturbi neurologici, la paralisi muscolare e le condizioni di salute generali:

  • elettromiografia
  • velocità di conduzione nervosa
  • elettroencefalogramma
  • potenziali evocati somatosensoriali

Come si cura l’abasia?

Il trattamento di tale disturbo comprende una combinazione di terapie, infatti esistono diversi programmi per ripristinare la qualità della vita nei pazienti, per ridurre il dolore e per migliorare le prestazioni fisiche.

La psicoterapia è impiegata quando il paziente soffre di disturbi psichici e di stress mentale estremo. Per curare il dolore e migliorare i movimenti motori si segue la terapia occupazionale. L’esercizio fisico e la terapia sono utili per aiutare il paziente ad affrontare la disabilità collegata al movimento e a implementare la forza. L’equilibrio invece può essere migliorato attraverso l’utilizzo di un bastone.

Le possibilità di guarire dall’abasia sono molto alte, specie se curata nelle prime due settimane dall’insorgenza dei sintomi. Tuttavia, la disabilità può peggiorare in ambienti molto caotici e stressanti. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Anedonia
Ciascuno di noi, almeno una volta nella vita, ha sperimentato cosa sia l’anedonia, ovvero quella mancanza di interesse nei confronti di a...
Crisi epilettiche (attacchi epilettici)
Si stima che in Italia circa il 5% della popolazione abbia avuto o avrà almeno una volta nella vita una crisi epilettica, ovvero una scar...
Dolore neuropatico
Il dolore neuropatico si manifesta come diretta conseguenza di un danno o di una malattia che colpisce il sistema nervoso.