Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Parto Cesareo

Parto cesareo

Parto cesareo
Curatore scientifico
Dr. Gianfranco Blaas
Specialità del contenuto
Ginecologia

Che cos'è il parto cesareo?

Il parto cesareo, noto anche come C-sezione, è una procedura chirurgica utilizzata per far nascere un bambino attraverso una incisione nell'addome e una seconda incisione nell'utero della madre. Un parto cesareo può essere programmato in anticipo se:

  • si sviluppano complicazioni durante la gravidanza
  • si ha avuto un precedente parto cesareo

Spesso, però, la necessità di un parto cesareo non è evidente fino al momento in cui l'intervento non è già iniziato. A volte un parto cesareo è più sicuro per la madre ed il bambino. Il vostro medico può raccomandare un parto cesareo se:

1) la gravidanza non sta progredendo perchè il collo dell'utero non si apre abbastanza nonostante le forti contrazioni per diverse ore2) il battito cardiaco del bambino suggerisce che la quantità di ossigeno è ridotta3) si aspettano dei gemelli4) il bambino è in una posizione anormale, ad esempio:

  • piedi o le natiche entrano nel canale del parto prima (posizione podalica)
  • bambino posizionato laterale o su una spalla (posizione trasversale)

5) c'è un problema con la placenta, cioè se:

  • la placenta si stacca dall'utero prima dell'inizio delle doglie (distacco di placenta)
  • la placenta copre l'apertura del collo dell'utero (placenta previa)

6) c'è un problema con il cordone ombelicale. Un parto cesareo può essere consigliabile:

  • se un il cordone ombelicale scivola attraverso la cervice del bambino
  • se esso comprime l'utero durante le contrazioni

7) la testa del bambino è troppo grande per il vostro canale del parto. Alcuni bambini sono semplicemente troppo grandi per operare in modo vaginale8) se si ha un problema di salute

In quali casi è consigliato il parto cesareo?

Il medico può suggerire un parto cesareo se:

1) si dispone di una condizione medica particolare , ad esempio se si hanno:

  • malattie cardiache instabili
  • pressione alta
  • infezioni attiva da herpes genitale
  • qualsiasi altra condizione che il bambino potrebbe acquisire durante il passaggio attraverso il canale del parto

2) il bambino ha un problema di salute. Un parto cesareo è a volte più sicuro per i bambini che presentano determinate condizioni di sviluppo, come l'eccesso di liquido nel cervello (idrocefalo)3) si è già stati sottoposti ad un precedente parto cesareo

Quali sono i rischi del parto cesareo?

Il periodo di recupero dopo un parto cesareo è più lungo di quello di un parto vaginale. E come altri tipi di chirurgia, ci sono maggiori rischi di complicazioni.

Rischi del parto cesareo per il bambino

I rischi per il bambino sono:

1) problemi respiratori. I bambini nati da un parto cesareo hanno maggiori probabilità di sviluppare la:

  • tachipnea transitoria: respirazione eccessivamente veloce durante i primi giorni dopo la nascita
  • sindrome da stress respiratorio: una condizione che rende difficile respirare e che si verifica se il parto cesareo viene effettuato nelle prime 39 settimane di gravidanza senza prova di maturità polmonare del bambino

2) Danno fetale: anche se raro, graffi accidentali per la pelle del bambino possono verificarsi durante l'intervento chirurgico

Rischi del parto cesareo per le mamme

I rischi possono includere:

1) infiammazione e infezione della membrana che riveste l'utero. Questa condizione, nota come endometrite, può causare:

  • febbre
  • brividi
  • mal di schiena
  • maleodoranti perdite vaginali
  • dolore uterino

E 'spesso trattata per via endovenosa con antibiotici.

2) aumento del sanguinamento: si può perdere più sangue con un taglio cesareo che con un parto vaginale. Le trasfusioni di sangue sono raramente necessarie.3) reazioni all'anestesia: dopo l'anestesia parziale, è possibile sperimentare una cefalea causata da una perdita di fluido intorno al canale spinale nei tessuti della schiena4) rischio di sviluppare un coagulo di sangue all'interno di una vena nelle gambe o negli organi pelvici5) ferite infette intorno al sito di incisione6) lesioni chirurgiche agli organi vicini, possono verificarsi, anche se raro, durante un parto cesareo7) aumento dei rischi durante le successive gravidanze, potenzialmente gravi, è maggiore di quanto non accadrebbe dopo un parto vaginale. Tra essi:

  • emorragie
  • prematuro distacco della placenta
  • lacerazione dell'utero lungo cicatrice del precedente intervento (rottura uterina)

Come ci si prepara al parto cesareo?

Se il parto cesareo è programmato in anticipo, il medico potrà suggerire di parlare con un anestesista per discutere le opzioni per l'anestesia durante il parto. Il vostro medico può anche raccomandare determinati esami del sangue. Questi test forniscono informazioni su:

  • tipo di sangue
  • livello di emoglobina

Tali dati saranno utili per il vostro team sanitario nel caso in cui si dovesse aver bisogno di una trasfusione di sangue durante il parto cesareo. Anche se avete in programma un parto vaginale, è importante prepararsi all'imprevisto.

Cosa ci si può aspettare da un parto cesareo?

Un parto cesareo di solito può durare meno di un'ora.

Parto cesareo e anestesia

La maggior parte dei parti cesarei sono realizzati sotto anestesia loco-regionale, addormentando solo la parte inferiore del corpo. Le opzioni sono:

  • blocco spinale: in cui viene iniettato un antidolorifico direttamente nella membrana che circonda il midollo spinale
  • anestesia epidurale: in cui l'antidolorifico viene iniettato nella zona lombare, appena fuori il sacco che circonda il midollo spinale

Con l'anestesia regionale, si sarà svegli durante la procedura e si sarà in grado di sentire e vedere il bambino subito dopo il parto. In caso di emergenza, è a volte necessaria l'anestesia generale che non consente di sentire nulla durante il parto.

Parto cesareo e incisione addominale

Il medico farà un'incisione attraverso la parete addominale in modo:

  • orizzontale vicino all'attaccatura dei peli pubici (incisione bikini)
  • verticale, appena sotto l'ombelico a poco sopra l'osso pubico

Parto cesareo e incisione uterina

Dopo l'incisione addominale, il medico farà un'incisione nell'utero. L'incisione uterina è generalmente orizzontale attraverso la porzione inferiore dell'utero (bassa incisione trasversale). Ci possono essere tre tipi di incisioni uterine a seconda della posizione del bambino all'interno dell'utero e se si verificano complicazioni, ad esempio quando la placenta blocca parzialmente o completamente l'utero.

Cosa accade dopo un parto cesareo?

Dopo un parto cesareo, la maggior parte delle madri e dei bambini rimangono in ospedale per circa tre giorni. Per controllare il dolore quando l'anestesia svanisce, si può utilizzare una pompa che permette di regolare la dose di farmaci antidolorifici. Poco dopo il cesareo, sarete incoraggiati ad alzarsi e camminare. Muoversi può accelerare la guarigione degli ematomi e aiutare a prevenire:

  • stitichezza
  • coaguli di sangue potenzialmente pericolosi

Il catetere dovrà essere rimosso subito dopo il parto cesareo. Quando si è in ospedale, il vostro team sanitario:

  • terrà sotto controllo l'incisione per evitare eventuali segni di infezione
  • si occuperà di monitorare il vostro appetito
  • controllerà la quantità di liquidi che si assumono
  • esaminerà il funzionamento della vescica e la funzione intestinale

Disagi nei pressi dell'incisione possono rendere l'allattamento al seno un po' goffo. Con l'aiuto, però, si può essere in grado di iniziare l'allattamento al seno subito dopo il parto cesareo. E' importante:

  • chiedere all'infermiere o al consulente per l'allattamento dell'ospedale di insegnare a posizionarsi e sostenere il bambino in modo da essere a proprio agio
  • ricordare che cercare di allattare con il dolore può rendere il processo più difficile

Il team sanitario selezionerà i farmaci per il dolore post-chirurgico tenendo conto dell'allattamento al seno in quanto il farmaco non deve interferire con esso.

Quando si può tornare a casa dopo un parto cesareo?

Ci vogliono circa dalle quattro alle sei settimane per rimettersi dopo un'incisione. La fatica e il disagio sono comuni. Mentre ci si sta riprendendo è importante:

  • darsi il tempo per riposare e per le prime settimane, non sollevare nulla di pesante
  • sostenere il vostro addome durante i movimenti improvvisi, come tosse, starnuto o risata
  • usare una buona postura quando ci si alza e si cammina
  • usare cuscini o asciugamani arrotolati per un sostegno supplementare durante l'allattamento
  • bere molti liquidi che sostituiscano quelli persi durante il parto
  • ricordarsi di svuotare la vescica frequentemente per ridurre il rischio di infezioni del tratto urinario
  • evitare il sesso
  • assumere farmaci se necessario

Quali sono i segni di infezione dopo un parto cesareo?

  • febbresuperiore a 38°C
  • dolore dell'addome
  • arrossamento
  • gonfiore del sito di incisione
  • dolore al seno accompagnato e arrossamento
  • maleodorante perdite vaginali
  • minzione dolorosa
  • sanguinamento
  • dolore o gonfiore alle gambe
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Cerotto anticoncezionale
Il cerotto contraccettivo è un cerotto transdermico applicato sulla pelle che rilascia ormoni sintetici e ormoni progestinici per preveni...
Lavande vaginali
Le lavande vaginali sono un metodo per pulire la vagina dall’interno e possono essere acquistate in farmacia o fatte in casa. Le lavande ...
Pessario
Il pessario è uno strumento da inserire all'interno della vagina per sostenere le sue pareti; viene usato nel caso di prolasso vaginale.