Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Trapianto Cellule Staminali

Trapianto cellule staminali

Trapianto cellule staminali
Curatore scientifico
Dr. Carlo Pastore
Specialità del contenuto
Oncologia

Che cos'è un trapianto di cellule staminali?

Un trapianto di cellule staminali è l'infusione di cellule staminali sane all'interno del corpo. Anche se tale procedura è generalmente chiamata trapianto di cellule staminali, è anche nota come trapianto di midollo osseo o trapianto del cordone ombelicale, a seconda della fonte delle cellule staminali. Nei trapianti di cellule staminali è possibile utilizzare le cellule dal proprio corpo (trapianto autologo di cellule staminali), oppure possono utilizzare cellule staminali di donatori (trapianto allogenico di cellule staminali).

Le fonti di cellule staminali possono essere:

  1. Midollo osseo
  2. Sangue periferico
  3. Sangue placentare

La disponibilità in oncologia di una metodica di ripopolamento midollare ha consentito l’impiego di chemioterapici a dosi molto elevate.

In quali casi si effettua un trapianto di cellule staminali?

I trapianti di cellule staminali sono eseguiti per trattare persone le cui cellule staminali sono state danneggiate dalla malattia o dal trattamento di una malattia. I trapianti di cellule staminali, inoltre, possono beneficiare le persone con una varietà di entrambi i cancerosi (maligno e non maligno).Un trapianto di cellule staminali potrebbero aiutare il corpo nella sostituzione disfunzionale del midollo osseo o nella distruzione di quest'ultimo nel caso in cui contenga cellule tumorali.

Esiste una modalità di trapianto autologo che consiste nell’impiegare cellule staminali del Paziente stesso ed una modalità allogenica che impiega cellule da donatore compatibile.

Quali sono i rischi del trapianto di cellule staminali?

Un trapianto di cellule staminali comporta molti rischi alcuni potenzialmente fatali. Le complicanze che possono insorgere con un trapianto di cellule staminali sono:

  • malattia del trapianto contro l’ospite
  • fallimento dell'innesto delle cellule staminali
  • danno d'organo
  • cataratta
  • tumori secondari
  • morte

Effetto collaterale rilevante si può avere nel trapianto allogenico con quella che si chiama graft versus host disease (aggressione delle nuove cellule verso l’organismo ricevente)

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Chirurgia di Mohs
La chirurgia di Mohs, nota anche come chirurgia micrografica di Mohs, è una tecnica chirurgica di precisione per rimuovere diversi tipi d...
Terapia protonica
Con terapia protonica si intende un tipo di radioterapia che impiega particelle pesanti per la sua esecuzione.
Algologia
L'algologia è una branca della medicina che si occupa del trattamento del dolore in malati cronici, oncologici o neuropatici. La cosiddet...