Talloni screpolati: le cause e i rimedi per curarli

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 07 Marzo, 2024

Una donna si tocca il tallone

Tra gli inestetismi più comuni che caratterizzano chi ha la pelle molto secca vi sono i talloni screpolati, ma quali sono i fattori che predispongono a tale problematica e come fare per migliorare l'aspetto dei piedi?

Ecco i rimedi più efficaci per i talloni ruvidi e rovinati.

Cosa sono i talloni screpolati e come si presentano

I talloni screpolati rappresentano un inestetismo piuttosto diffuso, particolarmente presente in chi ha la pelle secca.

Essi si presentano con cute disidratata, arida, dal colorito grigiastro o tendente al giallo e, nei casi più gravi, con fessurazioni.

Queste, che possono essere più o meno profonde a seconda della gravità, si contraddistinguono per essere dei veri e propri tagli di piccole dimensione localizzati sulla parte posteriore del tallone che possono dare luogo a sanguinamenti e fastidi

La cute appare quindi rigida e tagliata: tuttavia inizialmente non predispone a particolari problemi, se non di natura estetica.


Potrebbe interessarti anche:


I talloni secchi e spaccati, però, non vanno assolutamente trascurati in quanto se non si pongono in atto dei rimedi per ammorbidire la pelle, è molto probabile che i tagli possano degenerare, provocando fastidiose (e talvolta gravi) conseguenze per la salute.

Chi presenta i talloni spaccati da una o più fessurazioni avverte fastidio non appena appoggia il piede a terra, a causa del fatto che le pieghe aperte sulla pelle determinano dolore e tendono a sanguinare.

Ciò rende difficile la deambulazione e può esporre anche al rischio di contrarre delle infezioni. Le fessurazioni aperte, infatti, costituiscono una via d'accesso privilegiata per funghi, virus e batteri.

Principali cause dei talloni screpolati

I talloni secchi sono determinati da un complesso mix di cause, tuttavia il fattore principale è costituito sicuramente dall'avere la pelle del corpo estremamente disidratata.

L'eccessiva aridità della cute è chiamata xerosi cutanea e tale condizione, unita al fatto che il tallone è una zona fortemente sollecitata durante tutto il giorno e soggetta a sfregamenti e urti, può provocare, in determinati soggetti, una condizione di forte secchezza e la conseguente comparsa di tagli e fessurazioni.

Un tallone spaccato sconta una situazione di aridità cutanea determinata dalla mancata idratazione, non a caso l'assenza di utilizzo (costante e regolare) di creme dall'azione emolliente e nutriente è considerato il primo passo verso la comparsa di fessurazioni.

Altre cause che possono dare origine a talloni spaccati e doloranti comprendono:

  • l'abitudine a camminare scalzi;
  • l'utilizzo di calzature dalla suola particolarmente rigida (come ad esempio gli zoccoli) o che provocano un continuo sfregamento e una maggior esposizione a sostanze irritanti, come la polvere. Tipicamente chi indossa ciabatte di gomma molto a lungo tenderà a soffrire maggiormente di secchezza cutanea;
  • il contatto con sabbia e terra;
  • l'esposizione ad agenti irritanti;
  • l'utilizzo di detergenti eccessivamente aggressivi, i quali vanno ad impoverire la barriera idrolipidica naturale della pelle e favoriscono la screpolatura del tallone;
  • il sovrappeso;
  • l'utilizzo regolare di scarpe con tacco;
  • l'abitudine a indossare le scarpe senza calzini;
  • la presenza di calli e duroni localizzati sul tallone;
  • la pratica di alcuni sport. Attività quali la corsa, l'arrampicata e la danza classica costituiscono un forte motivo di stress per i piedi. Sollecitazioni intense e continue e il contatto con scarpette dalla suola particolarmente rigida, infatti, acuiscono l'inspessimento cutaneo e portano i talloni a screpolarsi;
  • la gravidanza. L'aumento di peso durante la gestazione e le modificazioni posturali che interessano la donna rappresentano un fattore che predispone alla comparsa di talloni screpolati nei soggetti predisposti;
  • il clima secco e freddo;
  • l'abitudine di indossare scarpe aperte sul retro;
  • stare in piedi molte ore, gravando sui talloni.

Quando i talloni secchi e screpolati sono causati da una patologia

In alcuni casi i talloni che si spaccano sono causati da una vera e propria patologia, che predispone alla comparsa di questo inestetismo. 

Fra le condizioni più comuni vi sono:

  • le malattie della pelle, come ad esempio la psoriasi (frequente), la dermatite atopica, l'eczema;
  • le anomalie del piede, come il piede piatto o le anomalie nell'allineamento delle ossa del metatarso;
  • il diabete, a causa dei problemi circolari che comporta negli arti inferiori;
  • altre malattie metaboliche;
  • l'obesità, a causa dell'eccesso di peso che grava sui piedi e dell'intensa sollecitazione che colpisce i talloni;
  • carenze nutrizionali: sembra che i talloni screpolati possano essere favoriti da una mancanza di ferro, calcio, vitamina E e zinco;
  • sindrome di Sjogren;
  • piede dell'atleta;
  • infezione fungine.

I rimedi per i talloni screpolati con tagli

Il principale rimedio per talloni screpolati e con tagli è costituito dall'applicazione costante e regolare di creme e unguenti dall'azione idratante.

Questa zona del corpo va infatti mantenuta sempre nutrita e vanno assolutamente evitate tutte quelle azioni che andrebbero a peggiorare la situazione.

Molto utili sono le creme umettanti, le quali contengono molecole dette "igroscopiche" che, penetrando nella pelle riescono a legarsi con l'acqua, aumentando l'idratazione dei tallone.

Spesso queste formulazioni cosmetiche presentano anche sostanze occlusive (siano esse siliconi, lanolina, vaselina oli), le quali proteggono il derma e donano un effetto riempitivo sulle fessure. Le creme occlusive, inoltre, rivestono la pelle impedendo all’umidità di evaporare dallo strato più esterno.

Meglio poi evitare l'uso di calzature strette, non camminare a piedi nudi e preferire sport che non causino un eccessivo impatto sulle estremità inferiori.

Queste piccole attenzioni, unite all'utilizzo continuo di creme emollienti riescono, nella maggior parte dei casi, a eliminare o a tenere sotto controllo il problema senza che i talloni si taglino.

Una crema applicata sul tallone screpolato

Le creme nutrienti vanno applicate con generosità anche più volte al giorno, mentre per un trattamento d'urto è anche possibile preparare degli impacchi da tenere in posa tutta la notte.

In presenza di talloni tagliati, però, è necessario dapprima intervenire sulle fessurazioni, applicando dei rimedi per cercare di rimarginare le fessurazioni e bloccare il sanguinamento dei tagli.

Qualora vi sia anche un'infezione batterica o fungina, è opportuno chiedere consiglio al proprio medico, il quale prescriverà un antibiotico o un antimicotico ad uso topico da applicare sulla zona del tallone infetta.

Le migliori creme per i talloni rovinati

Tra i rimedi per i talloni secchi rientrano sicuramente le creme idratanti, le quali costituiscono la cura per eccellenza per questo tipo di problema.

Esse aiutano a ripristinare il film idrolipidico naturale della pelle e favoriscono l'idratazione della cute. In questo senso le formulazioni da preferire sono quelle che contengono acido ialuronico, burri vegetali (come il burro di karitè), oli di origine vegetale (olio di mandorle dolci, olio di ricino) oppure quelle arricchite con estratti naturali dall'azione antiossidante.

Un'altra sostanza particolarmente efficace per combattere la disidratazione della cute del tallone è poi l'urea, che svolge un effetto levigante, idratante ed elasticizzante; essa, usata in combinazione con creme emollienti, ha la capacità di migliorare l'aspetto della pelle secca e di eliminare l'eccesso di cellule morte che caratterizza la cute secca.

Molto utili, soprattutto se le fessure non sono "aperte", sono poi le maschere per i piedi (spesso a base di urea), da indossare per un trattamento d'urto.

Oltre alle numerose tipologie di maschere presenti in commercio, è possibile realizzarne una fai da te utilizzando il burro di karitè.

Basterà semplicemente applicare una dose generosa di prodotto sui talloni, indossare dei calzini di cotone e poi coricarsi: al mattino i talloni appariranno magicamente super idratati. 

Come curare i talloni screpolati: 15 consigli utili

Le creme idratanti rappresentano senza dubbio i rimedi di eccellenza per talloni spaccati, doloranti e secchi, tuttavia è importante agire a 360° sul problema e mettere in atto delle soluzioni che possano effettivamente aiutare a fare la differenza.

Ecco allora 15 consigli utili per prendersi cura dei propri piedi:

  • utilizzare scarpe comode e dotate di un leggero rinforzo sul tallone;
  • evitare scarpe dalla suola sottile, con il tacco, infradito e modelli aperti sul tallone;
  • indossare sempre dei calzini di cotone, i quali proteggono il piede dall'eccessivo sfregamento;
  • applicare la crema idratante diverse volte al giorno, prevedendo anche impacchi nutrienti da tenere in posa tutta la notte;
  • eseguire degli scrub leggeri per eliminare le cellule morte dal piede oppure usare la pietra pomice dopo un pediluvio. Fare attenzione a non utilizzare scrub a base di sale grosso se si hanno delle ragadi sanguinanti;
  • non strappare le pellicine per non favorire il sanguinamento dalle fessure;
  • evitare di camminare scalzi;
  • se i talloni screpolati e doloranti sono causati dal sovrappeso, cercare di osservare una dieta sana finalizzata alla perdita di peso;
  • mantenere sempre i piedi asciutti e puliti, così da evitare il rischio di infezioni fungine;
  • usare un plantare per ridurre lo sfregamento sui talloni;
  • utilizzare acqua tiepida (non troppo calda) evitando di tenere immersi i piedi troppo lungo;
  • applicare una crema ad azione cheratolitica sui talloni molto screpolati e caratterizzati dall'eccesso di cute secca. Questo tipo di creme (solitamente a base di acido salicilico, urea o alfa idrossiacidi) hanno la capacità di rimuovere le cellule morte dai talloni e di favorire la penetrazione degli agenti idratanti;
  • qualora la situazione dovesse essere molto grave, tale da rendere difficile deambulare, è consigliabile rivolgersi a un dermatologo o un podologo, in particolare se si soffre di diabete o altre patologie a livello circolatorio;
  • utilizzare solo detergenti molto delicati sulla pelle.

Se i talloni screpolati dovessero infettarsi o se la loro presenza dovesse influire sulle normali attività quotidiane, è opportuno contattare un podologo oppure un dermatologo.

Esso potrà infatti mettere in atto delle strategie mirate, utilizzando ad esempio prodotti cheratolitici più potenti, rimuovendo manualmente la pelle morta, suggerire appositi medicamenti per sigillare le crepe, consigliare dei plantari o, infine, eseguire bendaggi sul tallone screpolato e interessato dai tagli.

Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr. Stefano Messori
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Corpo

1030 articoli pubblicati

a cura di Dr. Stefano Messori
Contenuti correlati
Scopriamo se è bene o male togliere le cuticole
Pellicine intorno alle unghie: è sbagliato toglierle?

Le pellicine intorno alle unghie (chiamate anche cuticole) possono essere rimosse con un tronchesino. Ma è giusto farlo? Clicca qui per scoprirlo. 

Ecco quali rimedi esistono per le unghie ispessite e come prevenirle
Unghie ispessite: le cause e i rimedi

Le unghie ispessite sono un inestetismo molto frequente, ma perché alcune persone ne soffrono e quali rimedi si possono adottare per eliminare il problema?