Baby shower: cos'è e come si organizza

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 04 Agosto, 2023

Scopri come organizzare il baby shower

Il baby shower è una tradizione di origine americana che ha preso sempre più piede anche in Europa, e che prevede che le amiche della futura madre (o lei stessa) organizzino una festa per annunciare l'arrivo (ed eventualmente anche il sesso) del bambino. Ma come funzionano esattamente questo tipo di party e come organizzarne uno? Ecco tante idee da cui prendere spunto.

Cos'è il baby shower

Con il termine di baby shower (letteralmente "pioggia di regali per il bambino"), si intende una tradizione tipicamente americana, ma oramai diffusa in tutto il mondo, che prevede l'organizzazione di una festa per annunciare l'imminente nascita di un bebè. In questa occasione solitamente la madre rivela anche il sesso del piccolo, infatti il party si tiene generalmente dalla seconda metà della gravidanza in poi.

Nella sua forma originaria alla festa baby shower possono partecipare solo donne, in genere le amiche della madre e i membri di genere femminile della sua famiglia, tuttavia ultimamente si è cominciata a diffondere l'usanza di aprire questo genere di festa anche agli uomini. Ma come funziona esattamente un baby shower e cosa prevede?

Solitamente il party si tiene a casa della futura mamma, dove viene allestito un piccolo rinfresco con bevande e cibo. Spesso si usa decorare l'ambiente con tanti palloncini che richiamano il sesso del bambino e servire una torta a tema. In questa occasione, poi, le invitate sono solite presentarsi con un regalo destinato generalmente al bimbo in arrivo, come ad esempio vestitini e accessori che potrebbero essere utili i primi mesi di vita.

Come organizzare un baby shower

Organizzare baby shower e "gender reveal party", ovvero le feste in cui si annuncia il nome del bambino, non è una tradizione italiana, quindi non sono ancora molte le donne che decidono di invitare amiche e conoscenti a un evento di questo tipo, tuttavia si tratta di una tendenza in forte crescita. Inoltre questa è anche l'occasione perfetta per creare una lista nascita, ovvero un elenco di tutti quegli oggetti di cui si ha bisogno alla nascita del bimbo, e costituiscono il regalo ideale per le invitate al party.

Una delle domande più comuni è legata al quando si fa un baby shower, in quanto vi è l'errata convinzione che la festa si debba tenere i primi mesi di gravidanza. In realtà il ritrovo viene organizzato molto più avanti, ovvero intorno al settimo- ottavo mese di gestazione, ovvero quando oramai manca davvero poco al parto. Molto spesso sono le amiche della futura madre ad organizzare un baby shower in suo onore, ma nulla vieta che sia la stessa mamma a invitare le persone a cui è più legata per trascorrere un piacevole momento in compagnia.

Ma come si organizza un baby shower? Ecco alcuni suggerimenti pratici da tenere presente:

  • Dove si terrà la festa

La location è un punto molto importante nell'organizzazione del party: si può scegliere, ad esempio, di farlo in casa, nel giardino di un'abitazione privata se le temperature lo consentono, oppure in un locale riservato per l'occasione.

  • Gli invitati

Se si ha intenzione di allestire un party per l'annuncio del bebè, meglio prendersi per tempo e stilare una lista di tutti gli invitati che si intende chiamare. L'invito al baby shower andrà ovviamente spedito in anticipo (almeno qualche settimana prima della data dell'evento), in modo da dare il tempo alle partecipanti di confermare la loro presenza. Sull'invito andranno riportate tutte le informazioni necessarie per partecipare all'evento, come ad esempio la data e il luogo della festa, il tema e la lista dei regali stilata dalla mamma;

decorazioni baby shower

  • L'allestimento

Prima di allestire una festa è consigliabile conoscere il numero di invitati che parteciperanno e il budget che si intende destinare all'evento. Poi, si potranno acquistare le decorazioni per la sala, l'occorrente per preparare il buffet, il cibo e le bevande. Un'idea carina, poi, è prevedere un piccolo regalino da lasciare ai partecipanti in ricordo dell'evento. Alcune idee possono essere, ad esempio, riempire dei biberon di caramelle o di pop corn e regalarli agli invitati, oppure allestire la sala con tantissimi palloncini, ghirlande di cartapesta, stelline colorate;

  • Il buffet

Il baby shower è una festa che si tiene generalmente in orario pomeridiano, quindi si può prevedere un buffet sia dolce che salato a base di torte, muffin, cupcake, spiedini di frutta, ma anche caramelle, lecca-lecca e marshmallow. Per chi preferisce il gusto salato, invece, ottime idee sono patatine, salatini, pizzette e tramezzini. Una festa baby shower italiana non può non prevedere un momento aperitivo: visto che la futura mamma non potrà però bere alcolici però, meglio pensare anche a dei cocktail analcolici a base di succo di frutta i quali, oltre ad essere gustosi e dissetanti, sono anche colorati e scenografici da vedere;

  • La torta

Che sia una festa baby shower fai da te oppure organizzata da qualcun'altro, la torta non può assolutamente mancare. Il genere di torta più comune in questa occasione è quello in stile cake design e i colori dovrebbero richiamare il sesso del bambino, tuttavia nulla vieta di scegliere il dessert che più amato;

Qualche giorno dopo la festa, è buona educazione scrivere un biglietto di ringraziamento o chiamare gli invitati che hanno portato un dono destinato al bimbo per ringraziarli della loro generosità. 

Baby shower: i giochi da organizzare

Un elemento centrale del baby shower sono i giochi, i quali vengono organizzati per offrire svago e leggerezza alla festeggiata. Ma quali sono le attività da prevedere in questo caso?

  • Indovinare il gusto dell'omogeneizzato. Bendare la festeggiata e disporre una serie di omogeneizzati di diversi gusti che la futura mamma dovrà indovinare;
  • Gara del pannolino. Un'idea molto divertente se fosse presente anche il futuro papà, è quella di bendare i genitori e di vedere chi dei due è più veloce nel mettere un pannolino a una bambola;
  • Set fotografico. Organizzare un piccolo set fotografico è una bellissima idea per lasciare un ricordo di questa giornata. Si possono prevedere degli accessori divertenti con i quali farsi immortalare dalla macchina fotografica (occhiali da sole strani, collane in stile hawaiano,...) e, se si ha disposizione un determinato modello di camera, è anche possibile consegnare in diretta la fotografia agli invitati;
  • Indovinare la circonferenza della pancia della mamma;
Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Parto

1030 articoli pubblicati

Contenuti correlati
Cosa portare all'ospedale per il parto: qualche suggerimento
Cosa portare in ospedale per il parto per essere preparate

Cosa portare in ospedale per il parto? Prima del termine della gravidanza occorre fare una lista di cosa mettere in valigia. Ecco cosa serve a mamma e bebè!

Ecco in cosa consistono i dolori del parto
Dolori del parto: cosa sapere

I dolori del parto con che intensità si manifestano e a cosa sono paragonabili? Quali sono i consigli per sopportarli meglio? Scopriamolo insieme.