Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Le 10 cause più comuni di ulcera allo stomaco

Le 10 cause più comuni di ulcera allo stomaco

Ultimo aggiornamento – 23 luglio, 2018

cause ulcere allo stomaco: le più comuni
Indice

L’ulcera gastrica o peptica può essere descritta come una ferita, come una piaga o, perché no, come un piccolo foro che si forma sulla parete interna dello stomaco o del duodeno, a causa del deterioramento dei fattori protettivi della mucosa gastrica.

I sintomi di ulcera allo stomaco tendono a presentarsi per periodi che vanno da uno a due mesi. I più comuni sono, certamente, i dolori al di sotto dello sterno, mal di stomaco, nausea e vomito, inappetenza e sanguinamento nel tratto digestivo.

Ricordate, però, che l’ulcera gastrica non fa differenze di genere: tutti possono esserne colpiti. Ma quali sono i motivi? Eccoli spiegati.

10 cause più comuni di ulcera allo stomaco

L’ulcera peptica è una delle cause più comuni di dolore addominale, ed è causata da uno squilibrio degli acidi che si trovano nello stomaco e nell’intestino. Sebbene non vi sia una motivazione univoca che porti a tale squilibrio, diverse sono le cause che aumentano la possibilità di sviluppare un’ulcera allo stomaco. Le dieci più comuni sono:

  1. Infezione da Helicobacter Pylori – Si tratta di un germe che provoca infiammazione a livello gastrico. Rispettivamente, l’incidenza delle ulcere che si formano nello stomaco e nel duodeno per questa causa varia dal 70% al 90%. Ricordiamo che l’infezione da Helicobacter Pylori può essere trasmessa da persona a persona attraverso un contatto ravvicinato.
  2. Assunzione di antinfiammatori non steroidei, noti con la sigla FANS – Questi farmaci hanno la capacità di infiammare sia lo stomaco sia il duodeno.
  3. Bevande alcoliche e fumo – Se assunte in quantitativi elevati portano all’irritazione e alla successiva infiammazione dello stomaco con consecutiva ulcera. Insieme all’alcool, il fumo è un altro fattore di rischio di sviluppo di tale malattia.
  4. Sindrome di Zollinger-Ellison – Questa patologia è caratterizzata da un’eccessiva produzione di acidi gastrici.
  5. Sale – In particolare, aumenta l’attività del gene dell’Helicobacter Pylori.
  6. Stress eccessivo – Lo stress mentale o fisico, anche se non si hanno prove scientifiche, aumenta la probabilità che si sviluppi nel corso della vita dell’individuo un’ulcera peptica.
  7. Storia personale e familiare – È un fattore di particolare rilievo, sebbene le ulcere non siano trasmesse per via genetica.
  8. Ipercalcemia – Questa condizione se interessa l’individuo per periodi prolungati, porta a gastriti che possono sfociare in ulcere, pancreatiti o depositi di calcio nei tessuti molli.
  9. Eccessiva assunzione di caffeina – Le bevande a base di caffeina sono molto diffuse ma – di certo! – non sono del tutto salutari per l’organismo. Tra le caratteristiche negative, queste bevande aumentano la produzione di acido gastrico che rende vulnerabili all’ulcera.
  10. Bassa concentrazione di melatonina – Dovuta molto spesso a un cambiamento radicale delle abitudini di vita, come per esempio un lavoro notturno.

Che fare? Rimedi naturali per alleviare i sintomi dell’ulcera

Oltre a seguire la terapia farmacologica prescritta dal medico curante è possibile seguire alcuni piccoli accorgimenti. In particolare, vi sono dei rimedi naturali che possono rivelarsi dei buoni alleati per gestire i sintomi correlati all’ulcera peptica e aiutare il processo di guarigione. Ecco cosa far rientrare nella propria dieta alimentare:

  • Flavonoidi – Questi componenti si trovano nella maggior parte della frutta e della verdura: non solo aiutano a combattere le ulcere, ma sono un alleato contro l’Helicobacter pylori.
  • Fermenti lattici – Questi sono i batteri e lieviti che svolgono un’importante funzione all’interno del tratto digerente. Si trovano nello yogurt, nel kefir e nel latticello oppure si possono assumere sotto forma di integratori.
  • Miele – A seconda della pianta da cui è derivato, il miele contiene polifenoli, antiossidanti ed ha proprietà antibatteriche che contrastano la formazione dell’helicobacter pylori.

Se alcuni alimenti sono ottimi per contrastare la formazione di ulcere o per aiutare nella guarigione, altri dovrebbero essere evitati. Tra questi si ricordano le bevande a base di caffeina e gassate, alcolici, cioccolato, spezie piccanti, cibi acidi come il pomodoro, il limone e l’arancia.

Insomma, l’ulcera gastrica può avere svariate cause, alcune determinate dallo stile di vita, altre dovute da patologie. Per curare o trovare sollievo da questa condizione, oltre che ai trattamenti farmacologici, è possibile cambiare le abitudini alimentari e seguire una dieta amica dello stomaco.

Mostra commenti
Antibiotici e sole? Non vanno per niente d’accordo
Antibiotici e sole? Non vanno per niente d’accordo
Apnea dei bambini: quando è il caso di controllare le adenoidi o le tonsille
Apnea dei bambini: quando è il caso di controllare le adenoidi o le tonsille
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
La crosta del pane potrebbe contenere una sostanza cancerogena (presente anche nelle sigarette)
La crosta del pane potrebbe contenere una sostanza cancerogena (presente anche nelle sigarette)
Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste
Sbiancamento dei denti, dal dentista o fai-da-te? Un boom di richieste
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete
Il laser per controllare la nostra alimentazione
Il laser per controllare la nostra alimentazione