Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Acqua minerale o naturale? Come scegliere quella giusta per la tua salute

Acqua minerale o naturale? Come scegliere quella giusta per la tua salute

Ultimo aggiornamento – 28 aprile, 2021

Acqua minerale o acqua naturale
Indice

Ogni giorno il nostro corpo può perdere fino a cinque litri di acqua attraverso la pelle, i polmoni e i reni.
L’acqua in perdita deve pertanto essere opportunamente reintegrata attraverso l’assunzione di cibi ricchi di liquidi, in particolare frutta e verdura, e bevendo almeno 1,5 litro di acqua al giorno. Acqua minerale o naturale: quale scegliere? Facciamo chiarezza!

Quante e quali tipologie di acque esistono?

In commercio sono disponibili essenzialmente 3 tipologie di acqua:

  1. Acqua distillata: è un tipo di acqua completamente priva di impurità, da cui sono stati eliminati tutti i residui solidi, inclusi i minerali. È un tipo di acqua da utilizzare solo per un breve periodo per disintossicare il corpo.
  2. Acqua purificata: è un’acqua da cui vengono eliminate le impurità idriche che, grazie a processi di osmosi e deionizzazione, diventa pura.
  3. Acqua Minerale: è un tipo di acqua che solitamente proviene dalla stessa fonte di acque distillate o purificate. A differenza delle altre essa contiene minerali, quali magnesio e calcio, importanti per la salute. La minerale è da preferire nell’uso quotidiano.

In particolare, per essere benefica per la nostra salute, l’acqua dovrebbe presentare le seguenti caratteristiche:

  • Libera da forme di contaminazione, quindi opportunamente filtrata per eliminazione di tossine, batteri, virus e altre sostanze chimiche.
  • Ricca di minerali, fondamentali per il mantenimento di uno stato di salute ottimale.
  • Ph equilibrato, compreso tra i 6.5 e 7.5.
  • Elettrizzata, contenente piccoli gruppi di molecole d’acqua che migliorano l’idratazione cellulare e l’assorbimento di sostanze nutritive.

I pro e i contro dell’acqua del rubinetto

L’acqua svolge molteplici funzioni per il nostro organismo:

  • Permette l’espulsione di tossine
  • Facilita la perdita di peso: soprattutto l’acqua fredda aumenta il tasso metabolico del corpo, aumentando le calorie bruciate
  • Riduce la ritenzione idrica
  • Aumenta i livelli di energia

Milioni di persone acquistano acqua in bottiglia supponendo che sia più pura e più sana dell’acqua di rubinetto. A tale proposito, in Gran Bretagna, c’è un ampio dibattito in essere tra l’Ispettore dell’acqua potabile (DWI) e le aziende di acqua minerale in bottiglia.

Secondo gli esperti l’acqua del rubinetto:

  1. È più fresca di quella in bottiglia. Le bottiglie possono giacere nei magazzini e sugli scaffali dei supermercati per un massimo di 2 anni, dopodiché l’acqua in esse contenuta perde freschezza. D’altra parte le aziende di minerale ribattono che le guarnizioni delle bottiglie proteggono il prodotto da qualsiasi contaminazione batterica, a differenza dell’acqua che proviene dal rubinetto che potrebbe essere contaminata da batteri, pesticidi, piombo, concimi e cloro.
  2. È meno tossica, non essendo contenuta in contenitori di plastica che con il tempo rilasciano sostanze chimiche e batteri nell’acqua. Inoltre le materie plastiche contengono una sostanza chimica (xenoestrogen) che può arrecare danni all’equilibrio ormonale di una donna.

D’altra parte l’acqua del rubinetto può essere:

  1. Ricca di piombo a causa di tubi obsoleti. Se si riempie una bottiglia di plastica con dell’acqua di rubinetto la concentrazione di sostanze nocive aumenta notevolmente.
  2. Ricca di residui di prodotti per la pulizia della casa, pesticidi e concimi. È buona pratica far scorrere per qualche minuto l’acqua dal rubinetto prima di utilizzarla.

Una valida soluzione potrebbe essere quella di installare un sistema di filtraggio per l’acqua potabile che consentirebbe di bere acqua pura e salutare. Pertanto qualora si possieda un sistema idrico obsoleto, con tubi ormai datati, è bene preferire l’acqua in bottiglia a quella potabile, optando per quella contenuta in bottiglie di vetro piuttosto che quella contenuta in bottiglie di plastica.

In caso di consumo di acqua in bottiglia è bene imparare a leggere il contenuto delle etichette:

  1. Livelli di sodio: preferire acque povere di sodio, in quanto alti livelli di sodio possono essere causa di pressione sanguigna alta o malattie cardiache;
  2. Livelli di calcio: alti livelli di calcio non equilibrati ai livelli di magnesio possono influenzare negativamente la densità delle ossa;
  3. Data di imbottigliamento: preferire bottiglie con data più attuale per acquistare un’acqua il più fresca possibile.

La scelta di ciò che beviamo non deve essere assolutamente casuale. Bere quotidianamente acqua fresca e pura, infatti, condiziona positivamente il nostro benessere psicofisico.

Mostra commenti
Quali sono le caratteristiche dei gruppi sanguigni rari?
Quali sono le caratteristiche dei gruppi sanguigni rari?
Antidolorifici e attacchi cardiaci: qual è il collegamento?
Antidolorifici e attacchi cardiaci: qual è il collegamento?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Psoriasi e malattie cardiache: il legame (positivo)
Psoriasi e malattie cardiache: il legame (positivo)
7 patologie che colpiscono le donne più che gli uomini
7 patologie che colpiscono le donne più che gli uomini
L’intelligenza è sexy, ma solo in teoria
L’intelligenza è sexy, ma solo in teoria
La quinoa: un toccasana per la salute
La quinoa: un toccasana per la salute