Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Bere l'acqua del rubinetto può favorire la comparsa dei calcoli? La parola agli esperti

Bere l'acqua del rubinetto può favorire la comparsa dei calcoli? La parola agli esperti

Ultimo aggiornamento – 03 settembre, 2021

Calcoli: che Acqua Bere
Indice

L'acqua del rubinetto favorisce la comparsa dei calcoli? Una domanda a cui molti si danno risposte discordanti: "Certo che sì!", "Meglio evitarla, nel dubbio!", "No, è sicura". Ok, ma qual è la risposta giusta? 

Come sempre accade, la verità sta nel mezzo: certamente, è bene far controllare da occhi esperti lo stato delle tubature che costituiscono gli impianti idraulici della propria casa ma, secondo gli esperti, anche l'acqua ricca di calcio e magnesio (nota come a un elevato residuo fisso) non è detto che sia la causa della formazione di calcoli renali. 

Calcio nell'acqua e calcoli renali: cosa sapere

Sebbene, quindi, il parere diffuso sia quello di prediligere acque leggere o moderatamente oligominerali, per evitare la formazione di calcoli, non esistono evidenze scientifiche ad assoluto sostegno della tesi.

Si dovrebbe, in primis, cercare di comprendere come si formano i calcoli e perché. Si tratta di "sassolini" costituiti da ossalato di calcio, che compaiono per una predisposizione individuale o familiare. Consci della predisposizione, bisognerebbe bere in abbondanza, senza  temere il carbonato di calcio. 

Al contrario: è stato dimostrato che anche le acque minerali ricche di calcio sono valide nella prevenzione della calcolosi renale e che, viceversa, una dieta povera di calcio può aumentare il rischio di svilupparli. 

Come prevenire i calcoli renali?

Un modo valido per evitare che si formino i calcoli renali è, dunque, bere per facilitare la minzione e la corretta diluizione delle urine ed eliminare così - eventualmente - i cristalli di sali. 

Anche ciò che mangiamo influisce: il sale in eccesso e le carni possono essere considerati dei fattori di rischio. 

Come capire se si hanno i calcoli renali (sintomi) e cosa fare?

Ci sono dei sintomi precisi che possono portarci ad avvertire i calcoli, sino alla vera e propria (e temuta!) colica renale, spesso accompagnata da: 

  • dolore al fianco; 
  • vomito; 
  • lombalgia sorda; 
  • sangue nelle urine. 

In questi casi, rivolgersi a un medico è necessario.

In genere, nel caso di calcoli ureterali di piccole dimensioni (parliamo di 5-7 mm) l'espulsione può avvenire entro 15 giorni, naturalmente, bevendo molto. Sarà poi lo specialista a valutare lo stato del paziente e ad agire per evitare complicazioni come l'ostruzione delle vie urinarie.


Fonti:

L'acqua del rubinetto fa venire i calcoli?  

Mostra commenti
Il colore arancione della carota: una scelta politica – storia della carota
Il colore arancione della carota: una scelta politica – storia della carota
I carboidrati da assumere in gravidanza
I carboidrati da assumere in gravidanza
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Come accorgersi se il menisco è rotto?
Come accorgersi se il menisco è rotto?
Come riconoscere e curare un nodulo alla tiroide
Come riconoscere e curare un nodulo alla tiroide
La menopausa e gli squilibri ormonali
La menopausa e gli squilibri ormonali
Il lupo mannaro esiste davvero?
Il lupo mannaro esiste davvero?