Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Curare Le Gengive Sanguinanti

10 rimedi per curare le gengive sanguinanti

Ultimo aggiornamento – 18 Giugno, 2019

10 rimedi per curare le gengive sanguinanti

Se guardando allo specchio la vostra bella dentatura notate gengive gonfie e sanguinanti è il caso di prendere le dovute precauzioni.

Il sanguinamento delle gengive è un fenomeno molto comune: la principale causa è la gengivite, un’infiammazione dovuta ad un accumulo protratto nel tempo di placca che, qualora non venisse tratta, potrebbe anche causare la formazione di carie.

Non è sempre colpa della placca, però. Casi di gengive sanguinanti si verificano anche nelle donne incinte a causa di modificazioni ormonali o nei soggetti che hanno subito un trauma o una lesione a carico del tessuto gengivale. Ma quali sono i rimedi per le gengive che sanguinano? Vediamoli insieme.

Cosa fare per le gengive sanguinanti

Se notate del sangue fuoriuscire dalle gengive, a prescindere dalla causa che ne ha generato il fenomeno, è bene agire nell’immediato.

Ecco alcuni semplici rimedi naturali per le gengive sanguinanti:

  1. Acqua salata – Risciacqui con acqua salata aiutano a lenire i tessuti gengivali. È bene non esagerare con le quantità di sale, un uso eccessivo può provocare l’irritazione dei tessuti. L’impiego di questa soluzione è sconsigliato a soggetti che soffrono di ipertensione.
  2. Impacco freddo – Un impacco di ghiaccio sulle gengive applicato più volte durante la giornata, oltre a limitare il flusso del sangue, lenisce il dolore a carico delle gengive.
  3. Olio commestibile – Massaggiare delicatamente dell’olio di oliva, di cocco, di sesamo o di girasole su gengive che sanguinano è un ottimo rimedio contro le infezioni, sebbene non tutta la comunità scientifica si trovi in accordo con tale assunto.
  4. Bicarbonato di sodio o perossido di idrogeno – Dopo la spazzolatura dei denti, se le vostre gengive risultano sanguinanti, provate dei risciacqui con acqua e bicarbonato o perossido di idrogeno. Tale soluzione risulta un ottimo disinfettate per tutta la bocca.
  5. Erbe e oli – Alcuni oli essenziali ed erbe naturali risultano un toccasana per le infiammazioni a carico delle gengive. In particolare la calendula è utile per curare gengivite e formazione di placca, l’arnica o l’olio di origano sono utilizzate per lenire il dolore gengivale.
  6. The verde – Si tratta di un vero e proprio collutorio naturale. Risciacqui quotidiani con soluzioni di acqua e qualche goccia di the verde aiutano a tenere sotto controllo la formazione di batteri nella bocca.
  7. Aloe vera – Allo stato naturale o in gel, l’aloe vera è una pianta dalle note proprietà antinfiammatorie, applicata sulle gengive aiuta a rallentare il sanguinamento e ridurre il gonfiore.
  8. Alimenti (giusti!) – Come sempre l’alimentazione condiziona notevolmente il nostro stato di salute, anche quello della bocca. Al fine di prevenire gengiviti e simili, è consigliato consumare latticini per favorire il giusto apporto di calcio, nonché verdure per favorire un’adeguata pulizia di denti e gengive grazie all’elevato contenuto di acqua e fibre, e prodotti a base di vitamina C (ad esempio agrumi e carote) e vitamina K (ad esempio spinaci, cavolo) che favoriscono il benessere delle gengive, limitando la formazione di infezioni.
  9. Stress – Lo stato emotivo può provocare un abbassamento delle difese immunitarie, andando anche a condizionare lo stato di salute delle nostre gengive, a causa di un accumulo di placca.
  10. Fumo – È il grande nemico della salute di denti e gengive. Il tabacco favorisce il sanguinamento delle gengive, rendendole più sensibili all’azione dei batteri.

Se nonostante questi accorgimenti, dopo qualche giorno dalle vostre gengive continua a fuoriuscire sangue e avvertite una sensazione di dolore è bene consultare un dentista per comprendere come curare le gengive sanguinanti.

Come sempre, la soluzione migliore è la prevenzione, anche quando facciamo riferimento a delle comuni gengive che sanguinano a causa di un’infezione in corso o di altri motivi.

Una buona igiene orale quotidiana rappresenta la soluzione migliore per ovviare a problemi di questo tipo. Per limitare il rischio di gengive sanguinanti è bene utilizzare uno spazzolino a setole morbide ed evitare di spazzolare i denti con molta forza.

Per una corretta igiene orale o il mantenimento di uno stato di salute ottimale delle vostre gengive è bene completare la pulizia con filo interdentale e collutorio privo di antibatterico e alcool, formulato a base di Fluoruro amminico e fluoruro stannoso, pensato per l’igiene orale quotidiana e utile per favorire la naturale rigenerazione delle gengive irritate.

Quando le gengive sanguinano, invece, è consigliabile far ricorso a collutori contenenti antibatterico, quali clorexidina allo 0,20% e/o cetilpiridinio cloruro, anche arricchiti con hamamelis.

Seguendo questi consigli e fissando delle visite periodiche presso il vostro dentista potrete godere di un sorriso smagliante, senza correre il rischio di veder riflesse allo specchio gengive sanguinanti e gonfie.

Mostra commenti
Caregiver: 10 consigli per chi sta dall’altra parte
Caregiver: 10 consigli per chi sta dall’altra parte
Le sostanze contenute nei vaccini sono tossiche?
Le sostanze contenute nei vaccini sono tossiche?
Articoli più letti
Cosa mangiare quando la diarrea si presenta all’improvviso
Cosa mangiare quando la diarrea si presenta all’improvviso
10 trucchi per nascondere la cellulite (provare per credere)
10 trucchi per nascondere la cellulite (provare per credere)
Vuoi ridurre il rischio di cancro? Segui questi 10 consigli (dettati dalla scienza)
Vuoi ridurre il rischio di cancro? Segui questi 10 consigli (dettati dalla scienza)
Mal di collo? 12 posizioni di yoga per dire addio al dolore
Mal di collo? 12 posizioni di yoga per dire addio al dolore