Cosa causa il sangue dalla bocca?

Redazione

Ultimo aggiornamento – 24 Maggio, 2022

Scopriamo Tutte Le Cause Del Sangue Dalla Bocca
Indice del contenuto

Avere del sangue nella bocca è un evento particolare che, spesso, può destare preoccupazione sul proprio stato di salute.

Il sangue nella bocca può essere riscontrato, solitamente, anche in presenza di tosse (si parla di emottisi), nella saliva (pseudo-emoftoe), nel vomito (ematemesi) o nel catarro presente in gola (trattasi di emoftoe).

L’improvvisa fuoriuscita di sangue dalla bocca può essere dovuta a numerose cause, alcune anche molto gravi.

Scopriamole di seguito.

Le cause del sangue nella bocca

Se si nota la fuoriuscita di una certa quantità di sangue dalla bocca, è buona cosa rivolgersi al parere di un medico per indagarne la causa – soprattutto se emottisi o emoftoe avvengono senza altri sintomi.

Più nel dettaglio, occorre recarsi al pronto soccorso se si hanno anche:

  • debolezza improvvisa;
  • affanno;
  • cardiopalmo;
  • emissione consistente di sangue puro;
  • sudorazione intensa;
  • perdita di coscienza.

Se, invece, la quantità di sangue è molto contenuta, può trattarsi di:

  • gengive infiammate;
  • danni da protesi dentale;
  • infezione.

Se la fuoriuscita di sangue dalla bocca avviene con la tosse (emottisi), c’è la possibilità che il sangue provenga dai polmoni.

Ma vediamo, più nel dettaglio, quali sono le cause – comuni e non – di questo disturbo.

Cause comuni

Negli adulti, tra il 70 e il 90 per cento dei casi di sangue dalla bocca è dovuta a:

Cause meno comuni

Tra le cause meno comuni di emottisi e/o emoftoe abbiamo:

Quest’ultimo caso è comune nella sindrome di Goodpasture o granulomatosi con poliangite.

Cause più gravi

In questo caso, parliamo di emottisi massiva, ovvero una fuoriuscita di sangue dalla bocca superiore a 600 millilitri in 24 ore.

Le cause, dunque, sono:

  • carcinoma polmonare;
  • bronchiectasia;
  • polmonite;
  • tubercolosi.

Cause di sangue dalla bocca nei bambini

Nei bambini, le cause più comuni possono essere:

  • infezione delle vie respiratorie inferiori;
  • inalazione (aspirazione) di corpi estranei.

Altre cause

Esistono dei casi in cui la presenza di sangue dalla bocca può essere dovuto a:

  • malformazioni vascolari artero-venose del polmone (anche se rare);
  • granuloma da corpo estraneo infiammato causato da una aspirazione accidentale di un oggetto penetrato nelle vie aeree; 
  • endometriosi bronchiale, ovvero un’anomala presenza di tessuto uterino esterno all’utero stesso (condizione rara che, può portare emottisi con l’inizio del ciclo mestruale);
  • lesione di tessuto bronchiale o polmonare proveniente dalla rete arteriosa.

Inoltre, bisogna ricordare che tutte le situazioni che possono provocare emottisi o emoftoe sono facilitate da:

Più in generale, quindi, ecco una lista delle possibili cause di sangue dalla bocca:

È bene ricordare, infine, che anche una tosse persistente e grave può causare la fuoriuscita di sangue dalla bocca.

È sempre utile cercare di differenziare le tipologie di questo disturbo, al fine di intervenire tempestivamente sulle cause e trovare una cura quanto più adatta e efficace.

Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di P. by pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale, con il supporto di studi scientifici e fonti autorevoli. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Salute

1790 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati