Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Diete Miracolose Bufala

La bufala delle diete miracolose

Marco Cicirello | Blogger

Ultimo aggiornamento – 07 Novembre, 2014

La bufala delle diete miracolose

Quante volte, curiosando su internet, avete cercato la migliore dieta per perdere peso, depurare l’organismo o prevenire pericolose malattie? Cercando bene, non faticherete a trovare diete che vi promettono anche di guarire da vere e proprie patologie che di solito richiedono l’intervento dei medici.

Le false diete della salute

Non è difficile lasciarsi ingannare da presunti professionisti che spacciano per vere le proprietà miracolose di alcune sostanze, o che inventano cure basate su chissà quali teorie scientifiche. Basta non essere esperti del settore per non accorgersi di certi grossolani errori; e le (false) testimonianze di persone che dicono di aver risolto tutti i loro problemi grazie a queste diete riescono a spegnere tutti i nostri legittimi dubbi. Il problema è proprio questo: che spesso è tutto falso. Personaggi poco qualificati, che cercano solo visibilità e facili guadagni, propagandano cure e diete che, secondo loro, proteggerebbero da malattie, le guarirebbero, o ci renderebbero belli e sani in eterno. Spesso la comunità scientifica ha protestato e accusato questi sedicenti medici, alcuni sono pure stati indagati e condannati. Il problema è che il largo pubblico che cerca consigli e informazioni su internet cade facilmente nella ragnatela di questi bugiardi, seguendo diete che non assicurano nulla di quello che promettono.

Si è parlato del veleno dello scorpione, venduto a prezzi esorbitanti e spacciato come cura per il cancro; alcuni hanno seguito la dieta “delle banane”, “dei colori”, o quella “del gruppo sanguigno”. Alcune sostanze naturali che, è vero, possiedono proprietà curative e cicatrizzanti come l’aloe, all’improvviso diventano l’elisir magico che cura i tumori. Oggi le diete abbondando, soprattutto quelle estreme: quella igientista, che costringe a seguire un ristrettissimo regime alimentare, e il breatharianesimo, secondo cui possiamo rinunciare al cibo e nutrirci solo di luce. Varie persone sono morte seguendo questo metodo.

 

 

La bufala della dieta alcalina

Un caso di dieta bufala è quello della dieta alcalina. Questa dieta cercherebbe di ridurre l’acidità dell’organismo prevenendo in questo modo varie malattie e assicurandoci tanta salute. Ma è vero?

Tantissime sostanze che utilizziamo ogni giorno sono alcaline o acide. Per misurare l’acidità o l’alcalinità (detta anche basicità) di una sostanza si usa il PH. Questo valore va da 0 a 14: quando si avvicina a zero vuol dire che la sostanza è molto acida, quando si avvicina a quattordici vuol dire che è molto basica. Il bicarbonato è una sostanza che sciolta in acqua produce una soluzione basica con PH intorno all’8,5; il succo di limone, invece, è acido e ha un PH del 2,4. Anche il nostro sangue ha un PH: è lievemente basico, intorno al 7,4. Questo valore è importantissimo perché è una condizione che permette gran parte dei processi che fanno funzionare correttamente il nostro organismo. Il nostro corpo, infatti, ha dei processi di regolazione che, grazie ai polmoni e ai reni, permettono di riassestare intorno al 7,4 il PH del sangue tutte le volte che esso varia leggermente. Ovviamente un innalzamento o un abbassamento violento del PH sarebbe un grave problema per la nostra salute che, non corretto in breve tempo, potrebbe causare pure la morte. Quando noi mangiamo cibi alcalini o acidi, il loro PH influenza quello del sangue, ma l’organismo riesce subito a riequilibrare i valori, evitando di farci star male. Ma allora, a che serve una dieta che alcalinizza il corpo?

L’ideatore di questa dieta è Robert Young, un presunto medico che ha ottenuto una laurea online da un’università non riconosciuta ufficialmente. Secondo lui, mangiando cibi non acidi e abbondando con legumi, cereali e altri prodotti simili, si evita di rendere più acido il corpo, prevenendo e curando malattie. In realtà è solo una bufala. Young consiglia il pomodoro, dicendo che è un alimento alcalino, quando in realtà è acido. Sconsiglia di mangiare lo yogurt perché produce batteri, ma dimentica che quei batteri sono importantissimi per la nostra salute. Alcune persone che hanno seguito questa dieta affermano di aver avuto importanti benefici. Quello che ignorano, però, è che a portare benessere sono le proprietà di quegli alimenti, indipendentemente da quanto siano alcalini. Frutta e verdura alcaline ricche di potassio e magnesio migliorano le prestazioni muscolari, è vero; ma sono quei due minerali a dare questo beneficio, non l’alcalinità del cibo in sé. I motivi per cui la dieta alcalina non può funzionare sono essenzialmente tre:

  • un cibo alcalino, dopo essere stato ingerito, viene a contatto con i succhi gastrici che, essendo acidi, ne annullano la basicità;
  • anche se un cibo mantenesse la sua basicità dopo essere venuto in contatto con i succhi gastrici, entrerebbero in funzione i processi di regolazione del PH del sangue che annullerebbero l’effetto;
  • se, per assurdo, l’alcalinità si mantenesse dopo i succhi gastrici e dopo i processi di regolazione, basterebbero pochi minuti per andare in alcalosi metabolica, una condizione pericolosissima per l’organismo.

Al Dr. Young, quindi, non resta che arrendersi di fronte all’inconsistenza della sua dieta. Il consiglio migliore? Diffidare dalle diete che si trovano su internet e rivolgersi a uno specialista che costruisce una dieta sana ed equilibrata sulla base delle conoscenze mediche e della salute del paziente.

 Fonti

1) Robert O. Young, “Il miracolo del pH alcalino. Bilanciate la vostra dieta, recuperate la vostra salute”.

2) La bufala della dieta alcalina http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/03/06/la-bufala-della-dieta-alcalina/

3) The Alkaline Diet: Is There Evidence That an Alkaline pH Diet Benefits Health? http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3195546/

 

 

Mostra commenti
Un piccolo pezzo di carta per fermare l’Ebola
Un piccolo pezzo di carta per fermare l’Ebola
Il laser per controllare la nostra alimentazione
Il laser per controllare la nostra alimentazione
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Yogurt? Ok, ma solo se è al 100% naturale
Yogurt? Ok, ma solo se è al 100% naturale
Diabete di tipo 2: i pro e contro della metformina
Diabete di tipo 2: i pro e contro della metformina
Sono arrivati i 60 anni? La dieta che riduce il rischio di mortalità
Sono arrivati i 60 anni? La dieta che riduce il rischio di mortalità
Vitamina A: non fa bene alle ossa, quando assunta in eccesso
Vitamina A: non fa bene alle ossa, quando assunta in eccesso