Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Infradito? Sì, ma potrebbero creare qualche problema

Infradito? Sì, ma potrebbero creare qualche problema

Ultimo aggiornamento – 27 agosto, 2020

Problemi alla schiena, alla postura, ai piedi delle infradito

Belle, leggere ed estive... ma siamo certi che indossare le infradito sia una buona idea? Purtroppo, questo tipo di calzatura - sicuramente valida per la spiaggia e la piscina! - presenta notevoli rischi per la salute dei nostri piedi (e non solo).

Le infradito possono creare problemi? Sì, quando le si indossa con troppa frequenza

Questo tipo di ciabatte, avendo la suola completamente piatta, sul lungo periodo potrebbero provocare alcuni problemi, tra cui:

  • Agevolare l’insorgenza di infiammazioni ed eventuali infezioni, soprattutto in presenza di ferite o piccole lacerazioni
  • Non stabilizzare il retropiede (ovvero la parte più prossimale del piede, che comprende l'astragalo e il calcagno), con rischio dunque di distorsioni e danni ad articolazioni, legamenti e caviglie
  • Sovraccaricare l’alluce, a causa di un cambio della potenziale spinta del piede che dal retro si sposta in avanti
  • Provocare vesciche, calli e infezioni nella zona tra l’alluce e il secondo dito, unico punto di aggancio del piede alla calzatura
  • Alterare la postura e rendono squilibrata l’andatura, con conseguenze anche sulla circolazione sanguigna
  • Creare uno stress osseo, che può portare alle cosiddette “fratture metatarsali da fatica”
  • Scatenare allergie e provocare eritemi, soprattutto se si indossano infradito in plastica che favoriscono la sudorazione
  • Favorire la comparsa di dita a martello: per restare aggrappato alla calzatura, infatti, il piede assume una posizione “a tenaglia” che, a lungo andare, può determinare il cosiddetto dito a martello

Una cosa è certa: infradito (o ciabatte in generale) dovrebbero essere utilizzate in modo saltuario. Attenzione, però, a non demonizzarle. Per il mare o la piscina vanno più che bene, ma evitate di indossarle per lunghi periodi. Per passeggiate e occasioni quotidiane - al lavoro e nel tempo libero - è meglio preferire calzature più adeguate.

Quali scarpe scegliere (secondo i podologi)

Quindi, quali scarpe indossare in estate per evitare problemi do postura, alla schiena, collo e piedi? Una risposta univoca non c'è. Molto dipende dall'età, dalla conformazione del piede, dalle situazioni di utilizzo. Ma ci sono alcune regole da seguire nella scelta delle scarpe:

  • Provate sempre le scarpe ad entrambi i piedi: nel tempo, questi possono "cambiare forma", ed essere diversi tra loro
  • Rispettate la forma del vostro piede (l'alluce, ad esempio, non è obbligatoriamente il dito più lungo!): accertatevi, dunque, che tutte le dita siano distanziate a sufficienza dal bordo della scarpa. In generale, la scarpa dovrebbe essere approssimativamente più lunga di almeno un centimetro rispetto alla totalità del piede
  • Anche la larghezza deve essere adeguata: in questi casi, comprare tagli più grandi non è sempre risolutivo. Forse, è proprio la forma della scarpa a non essere adatta al vostro piede
  • La suola deve essere sia spessa sia confortevole, per proteggere i piedi dagli urti al suolo e da eventuali oggetti pericolosi sul terreno. Meglio scegliere suole realizzate con materiale durevole, confortevole e non eccessivamente liscio
  • La tomaia non dovrebbe inibire il movimento del piede: in caso di problemi (alluce valgo, dita a martello) scegliete tomaie realizzate con tessuto elastico, in modo da non creare mai compressione
  • In fase di prova, utilizzate la tipologia di calza con la quale indosserete le scarpe una volta acquistate
  • Il tacco deve essere sempre ben proporzionato: no al tacco eccessivo e no a infradito e ciabatte usate con troppa frequenza 
  • Scegliete la scarpa con l’imbottitura e il rivestimento adatto: l’ambiente perfetto per il piede è caldo-asciutto di inverno e fresco-asciutto in estate, per scongiurare il rischio di micosi e dermatiti
  • Anche il tipo di allacciatura è importante: se possibile, scegliete scarpe con lacci, velcro, fermagli o fibbie, poiché di regolare la calzata secondo le esigenze di comfort del piede

Un ultimo consiglio: sapete qual è il momento migliore della giornata per acquistare scarpe? Sicuramente il pomeriggio. In queste ore, il nostro piede ha il giusto volume. La sera, invece, i piedi risultano infatti più gonfi e al mattino troppo asciutti per la posizione orizzontale della notte appena trascorsa.

Mostra commenti
Fascite plantare: mai provato con le onde d’urto?
Fascite plantare: mai provato con le onde d’urto?
Un uomo perde vista e udito dopo un tatuaggio: cos'è successo?
Un uomo perde vista e udito dopo un tatuaggio: cos'è successo?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
E’ un batterio che arriva dall’intestino a proteggerci dalla sclerosi multipla
E’ un batterio che arriva dall’intestino a proteggerci dalla sclerosi multipla
Ogni quanto cambiate le lenzuola?
Ogni quanto cambiate le lenzuola?
Lavanda: un rimedio contro il mal di testa
Lavanda: un rimedio contro il mal di testa
Cosa sai della tua regione pelvica?
Cosa sai della tua regione pelvica?