Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Polmonite: 5 cose che non sai…

Polmonite: 5 cose che non sai…

Ultimo aggiornamento – 29 Gennaio, 2020

Polmonite: Cosa non Sai sulla Malattia

 

A cura di 


A rispondere alle domande, sul portale della SIP: dott.ssa Valentina Negro, UOC di Broncopneumologia, Dipartimento Pediatrico Universitario Ospedaliero, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Roma – Dott.ssa Claudia Ciarlitto, Università Tor Vergata. 


Polmonite, se ne parla molto, soprattutto in inverno. Questa grave forma di infiammazione, che può colpire anche entrambi i polmoni, rappresenta una delle principali minacce – soprattutto per i bambini – e può essere scatenata da agenti, quali virus o batteri.

1) La polmonite è causata da…

Più comuni sono le forme di polmonite virale, ovvero il Virus Respiratorio Sinciziale e l’Adenovirus. Sopra i tre anni di età, invece, le infezioni hanno spesso una natura batterica, causate dallo Streptococco pneumoniae

Le polmoniti batteriche possono essere anche scatenate da: Mycoplasma pneumoniae, Chlamydia pneumoniae e Haemophilus influenzae.

2) Tosse, febbre e affanno: quando si tratta di polmonite?

Certamente, tosse, febbre e difficoltà respiratoria sono sintomi della polmonite. I pazienti, spesso, avvertono dolore toracico – a mo’ di fitta – e altre volte (ma con meno frequenza) nausea e vomito (…).  

La forte debolezza e la mancanza di appetito sono altri due campanelli d’allarme. 

3) Come si diagnostica la polmonite?

Nei bambini, il pediatra deve differenziare la polmonite dalle altre patologie delle basse vie aeree e possono insorgere delle difficoltà (…). 

La diagnosi è principalmente clinica. Si riscontrano i sintomi, ovvero la diminuzione della penetrazione di aria, l’auscultazione rumorosa, i rantoli. Si passa poi alla radiografia del torace, quando si assiste a una lenta risoluzione. 

Come si cura? La terapia dipende dalla gravità del quadro respiratorio e dall’età del paziente (…). Antibiotici a largo spettro sono spesso impiegati in questi casi (…). 

4) Quando preoccuparsi?

Le preoccupazioni insorgono laddove si assiste a una febbre alta e persistente, nonostante gli antibiotici. Maggiore è l’infezione maggiori sono la difficoltà respiratoria e il dolore toracico (…). Il ricovero ospedaliero è necessario nei neonati e nei pazienti con più di 3 mesi vita in caso di:

  • dispnea;
  • saturazione di ossigeno <90-93% in aria ambiente;
  • febbre persistente;
  • immunodeficit, cardiopatie, pneumopatie croniche;
  • disidratazione, vomito.

5) Polmonite: esiste un vaccino?

Vanno ricordati due vaccini per combattere due dei patogeni maggiormente responsabili di polmonite complicata: la vaccinazione antipneumococcica e la vaccinazione contro l’Haemophilus influenzae (compresa nel vaccino esavalente) (…). 

CONTINUA A LEGGERE SUL PORTALE SIP

Mostra commenti
Infarto, potrebbe essere colpa di un batterio
Infarto, potrebbe essere colpa di un batterio
Anemia mediterranea: cosa significa essere portatore sano e quali sono le complicanze
Anemia mediterranea: cosa significa essere portatore sano e quali sono le complicanze
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
10 consigli (estivi ma non solo) per chi soffre di osteoporosi
10 consigli (estivi ma non solo) per chi soffre di osteoporosi
Le cellule del naso per combattere la paralisi
Le cellule del naso per combattere la paralisi
La Maca: integratore sessuale naturale
La Maca: integratore sessuale naturale
Memoria: 5 elementi per aiutarla
Memoria: 5 elementi per aiutarla