Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. La quinta settimana di gravidanza: un momento cruciale

La quinta settimana di gravidanza: un momento cruciale

Ultimo aggiornamento – 07 Agosto, 2015

La quinta settimana di gravidanza rappresenta un momento cruciale per ogni piccola vita che sta crescendo nel ventre materno. E per ogni futura mamma.

È a questo punto, infatti, che si sviluppano i principali sistemi e organi del bambino e che ci si addentra nella cosiddetta fase embrionale.

Tra i sintomi che una mamma può percepire in questa fase, il più comune ed eloquente è certamente l’assenza del ciclo mestruale, che induce a effettuare al più presto un test di gravidanza. Ma cambiamenti di umore, stanchezza, attacchi improvvisi di nausea, tensione mammaria e bisogno frequente di urinare caratterizzano anche questo periodo.

Gli ormoni fondamentali in questa fase

Gli ormoni giocano un ruolo fondamentale perché servono per regolare e sostenere la gravidanza. Ognuno con un proprio ruolo, sono divisibili in tre macro gruppi:

  • estrogeni, prodotti per mantenere costanti i livelli di progesterone e di gonadotropina;
  • progesterone, responsabile delle funzioni della placenta, dell’inibizione delle contrazioni dell’utero e della crescita del tessuto mammario;
  • gonadotropina, fondamentale e di vitale importanza per la maternità perché sostiene i mezzi primitivi di nutrimento per il bambino e mantiene sotto controllo i livelli di progesterone.

Lo sviluppo del bambino

È intorno alla quinta settimana che il bambino si sviluppa molto rapidamente, con diversi tipi di cellule che iniziano a differenziarsi formando organi e tessuti, le cellule renali, quelle nervose, il cervello, il midollo spinale, il cuore e il tratto gastrointestinale.

Dal tubo neurale si formeranno il cervello, il midollo spinale e i nervi. La prima differenziazione cellulare prevede la creazione di diversi strati di cellule da cui, in un secondo tempo, si svilupperanno le strutture:

  • Dall’ectoderma (lo strato più esterno) nasceranno la spina dorsale, le unghie, i denti, i capelli.
  • Dal mesoderma (lo strato intermedio) si formeranno il cuore e il sistema circolatorio, ma anche le ossa e i muscoli.
  • Dall’endoderma (lo strato più interno) si svilupperanno polmoni, intestino, sistema urinario, tiroide, fegato e pancreas.

Tutta questa vera e proprio magia dello sviluppo avviene grazie al nutrimento e l’ossigeno che il futuro bambino riceve mediante il cordone ombelicale e la placenta.

È una fase meravigliosa ma anche estremamente delicata perché può essere messa a rischio da fattori esterni come infezioni virali (rosolia), farmaci, droghe, fumo, alcool eccessivo. Elementi insidiosi che possono portare malformazioni o patologie diverse al momento della nascita.

 

 

 

Mostra commenti
Malattie genetiche: nuove possibilità di cura con la medicina rigenerativa
Malattie genetiche: nuove possibilità di cura con la medicina rigenerativa
10 soluzioni per combattere lo stress
10 soluzioni per combattere lo stress
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Esami del sangue in gravidanza, cosa monitorare?
Esami del sangue in gravidanza, cosa monitorare?
Perché le ferite non si cicatrizzano? Forse la colpa è dell’età, forse del diabete
Perché le ferite non si cicatrizzano? Forse la colpa è dell’età, forse del diabete
Kiwi: un alleato prezioso per chi soffre di colesterolo alto
Kiwi: un alleato prezioso per chi soffre di colesterolo alto
Chemioterapia: c’è una cuffia di ghiaccio per salvare i capelli
Chemioterapia: c’è una cuffia di ghiaccio per salvare i capelli