Rimedi naturali contro il mal di denti? Un elenco dei più efficaci

Cristina Grassi | Blogger

Ultimo aggiornamento – 03 Febbraio, 2022

Rimedi naturali contro il mal di denti

Arriva all’improvviso e nei momenti meno opportuni. Di chi stiamo parlando? Del mal di denti, purtroppo. Ovviamente, al di là delle cause che lo hanno generato, deve sempre essere affrontato con i giusti mezzi: solo il dentista potrà consigliarvi la giusta cura da seguire per risolvere il problema in tempi più o meno brevi.

Nell’attesa della visita dal dentista, è bene però tentare di correre ai ripari. In queste situazioni, antinfiammatori e farmaci analgesici rappresentano la prima soluzione – e, in molti casi, la più efficace, sebbene sia sempre buona norma consultare il proprio medico prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco.

Ecco dunque che vengono in nostro aiuto i rimedi naturali per il mal di denti

Quando ricorrere ai rimedi naturali contro il mal di denti

Regola numero 1: se si soffre di mal di denti, è fondamentale capire quale sia il motivo alla radice del fastidio, così da poter scegliere la terapia più adatta alla situazione.

Ciò non toglie la possibilità di ricorrere a rimedi naturali contro il mal di denti, sempre dopo aver ricevuto il parere del proprio medico e dentista. Alcune soluzioni casalinghe, infatti, possono contrastare con gli effetti di determinati farmaci oppure non essere adatti a persone con particolari patologie.

Come curare il mal di denti con rimedi naturali

Quindi, quali sono i rimedi per il mal di denti più efficaci?

  1. Sciacqui di acqua e sale – Il sale è un disinfettante naturale e aiuta ad ammorbidire eventuali residui di cibo tra i denti. In particolare, si tratta di un rimedio naturale per mal di denti e gengive, riducendo le infiammazioni, le lesioni orali e le afte.
  2. Impacchi freddi – Il freddo, oltre a far diminuire l’infiammazione e il gonfiore, promuove la costrizione di capillari nell’area in cui si applica l’impacco, facendo diminuire il dolore. Si tratta di un rimedio naturale per il mal di denti per i bambini davvero perfetto.
  3. Tè alla menta piperita – Se si ha mal di denti, prepararsi una tazza di tisana alla menta peperita potrebbe essere un primo passo verso la soluzione. L’infuso potrà essere utilizzato a mo’ di collutorio, per fare gargarismi, e bevuto per prolungare i suoi effetti calmanti. Attenzione a non gettare la bustina: applicatela all’area interessata dopo averla fatta raffreddare. Potrebbe rivelarsi molto utile.
  4. Estratto di vaniglia – Ha proprietà antiossidanti e aiuta a diminuire il dolore, grazie al suo contenuto di alcol. Utilizzare l’estratto di vaniglia per curare il dolore ai denti è abbastanza semplice: è sufficiente versare dell’estratto su un batuffolo di cotone, tamponando l’area interessata un paio di volte al giorno.
  5. Chiodo di garofano – L’olio essenziale dei chiodi di garofano, se applicato sull’area interessata, aiuta a diminuire il dolore ai denti e a ridurre l’infiammazione.
  6. Timo – Anche il timo ha proprietà antibatteriche e antiossidanti, che possono aiutare a combattere il dolore in bocca. Si consiglia di utilizzare l’olio essenziale di timo e applicarne alcune gocce sulla zona interessata con l’aiuto di un batuffolo di cotone.

Se il dolore ai denti è persistente e molto intenso, potrebbe trattarsi di una condizione molto seria che solo un dentista qualificato potrebbe trattare. Nonostante ciò, i rimedi naturali contro il mal di denti sono comunque un ottimo modo per calmare il dolore e offrire un po’ di sollievo da utilizzare in concomitanza alla cura prescritta.

Cristina Grassi | Blogger
Scritto da Cristina Grassi | Blogger

Comunicazione, lingue straniere e traduzione sono la mia passione. Traduttrice e scrittrice di professione, durante il tempo libero adoro trascorrere il tempo con la mia famiglia e dedicarmi alla lettura.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Cristina Grassi | Blogger
Cristina Grassi | Blogger
in Salute

66 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati