Cosa fare quando ci si morde la lingua

Simona Soldi | Biologa

Ultimo aggiornamento – 23 Dicembre, 2020

i rimedi per il morso alla lingua

Tutti abbiamo sperimentato, in qualche momento della nostra vita, la dolorosa sensazione provocata dal mordersi la lingua mentre parliamo o mastichiamo.

Se nel caso del morso sulle labbra la ferita tende a guarire rapidamente, salvo strane complicanze, per il morso alla lingua i tempi di guarigione possono variare, da minimo 2-3 giorni – per un morso lieve – fino a una settimana per le ferite più grandi e profonde.

Di seguito riportiamo qualche rimedio per il morso sulla lingua, utile per favorire il rapido recupero di questo importantissimo muscolo.

Morso alla lingua: cosa fare

Ecco cosa fare quando ci si morde la lingua:

  1. Pulire bene il morso – Se stavate mangiando o bevendo durante l’accaduto, provvedete a sciacquare bene l’interno della bocca con acqua potabile o con soluzione di acqua salata. Assicuratevi che la ferita da morso risulti pulita e libera da detriti o rimasugli di cibo. Finché il morso non sarà completamente guarito, è consigliabile risciacquare la bocca in questo modo dopo ogni pasto.
  2. Fermare il sanguinamento – Nel caso la ferita da morso inizi a sanguinare, applicate un po’ di pressione: basta premere la lingua sulla parte superiore interna della bocca. Se però la ferita appare molto grande e il sanguinamento non accenna a fermarsi, è opportuno contattare l’assistenza medica quanto prima.
  3. Ridurre il gonfiore – Il punto della lingua in cui avete morso tenderà sicuramente a gonfiarsi per azione delle cellule dell’infiammazione, processo che renderà ancora più facile mordere di nuovo sulla stessa zona, aggravando ulteriormente la ferita e ritardando la guarigione. Si consiglia, quindi, di applicare prima possibile del materiale freddo sulla zona interessata – un cubetto di ghiaccio risulta la soluzione ideale – e fare pressione per alcuni minuti, ma non troppo da avvertire dolore sulla lingua a causa del freddo o intorpidimento dell’area. In realtà, la soluzione migliore per scongiurare il gonfiore sarebbe quella di applicare il cubetto e toglierlo a intermittenza, per qualche minuto.
  4. Assumere un antidolorifico o usare un rimedio naturale – Se il dolore causato dal morso è particolarmente intenso da non poter essere ignorato, sentitevi liberi di prendere un antidolorifico da banco, come un analgesico, dell’acido acetilsalicilico o un farmaco a base di ibuprofene. Nel caso in cui preferiate evitare di assumere farmaci, esistono vari rimedi fai-da-te di origine naturale e di uso comune che possono agire da antidolorifici in casi come questo: assumere un cucchiaino da caffè pieno di miele, ad esempio, almeno due volte al giorno, aiuta a ridurre molto il dolore sulla lingua. Il miele risulta un metodo eccellente per trattare un morso alla lingua anche grave, dal momento che fornisce alla lingua un rivestimento protettivo, molto efficace contro i batteri infettanti. Anche la curcuma può rivelarsi molto utile nei casi in cui ci siamo morsi la lingua; si tratta di una spezia usata comunemente in cucina, prevalentemente nella cucina indiana. La curcuma, però, viene anche usata da decenni per favorire la guarigione di tagli, ferite, sbucciature e altre ferite minori. Grazie alle sue proprietà biochimiche, è in grado di favorire la rigenerazione dei tessuti. Assumete, quindi, un cucchiaino pieno di miele e aggiungete un pizzico di curcuma. Applicate la mistura direttamente sul morso alla lingua, e assicuratevi che vi permanga per più tempo possibile. Il miele creerà uno strato protettivo, mentre le proprietà antibatteriche presenti nella polvere di curcuma aiuteranno la ferita a rimanere pulita ed ad evitare infezioni, favorendo la guarigione.
  5. Risciacquare con acqua calda salata – Sciogliete l’equivalente di un cucchiaino da caffè di sale in un bicchiere con acqua calda – ma non bollente – e fate risciacqui utilizzando questa soluzione. Questo metodo aiuterà ad alleviare il dolore e manterrà la ferita pulita e disinfettata durante la guarigione. Ripetete il risciacquo dopo due ore dal morso.
  6. Evitare cibi molto caldi, acidi, salati e speziati – Le bevande molto calde o i cibi acidi e speziati tendono a interrompere o addirittura invertire il processo di guarigione, peggiorando la situazione.
  7. Lasciare il tempo di guarire – Date tempo al vostro organismo di provvedere a guarire la ferita e riparare il tessuto danneggiato. Trattate l’area ferita con amorevole cura, ad esempio masticando dall’altra parte della bocca rispetto al morso, nei momenti del pasto.

Quando il morso è troppo grave

Contattate il vostro medico o dentista di fiducia nel caso in cui:

  • Il dolore non scompare nel giro di 24 ore
  • Avvertite uno strano odore provenire dalla ferita (indice del fatto che si sta infettando)
  • Insorge la febbre
  • Il morso non accenna a guarire o si mostra ancora caldo al tatto a causa dell’infiammazione, dopo 48 ore dalla ferita

Per il resto, provate questi rimedi per il morso alla lingua!

Simona Soldi | Biologa
Scritto da Simona Soldi | Biologa

Sono laureata in Biotecnologie Farmaceutiche, dopo la laurea mi sono occupata di ricerca in biologia molecolare e genetica presso il Dipartimento di Farmacologia Preclinica e Clinica dell’Università di Firenze e, successivamente, presso il Laboratorio di Genetica del Lievito dell’International Centre For Genetic Engineering and Biotechnology di Trieste, collaborando a progetti di testing di sostanze farmacologicamente attive su modelli di lievito e a progetti di ingegneria genetica.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Simona Soldi | Biologa
Simona Soldi | Biologa
in Salute

40 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati
Una ragazza parla con uno psicologo
Cos'è il Cannabidiolo o CBD e a cosa serve

Cos'è il cannabidiolo e perché viene utilizzato? Quali sono i benefici del cosiddetto CBD, le modalità di assunzione e le controindicazioni? Ecco cosa sapere.