Roipnol®: posologia, utilizzi e possibili controindicazioni

Arianna Bordi | Editor

Ultimo aggiornamento – 02 Luglio, 2024

signora compra farmaco in farmacia

Roipnol® è un farmaco benzodiazepinico utilizzato principalmente per il trattamento dell'insonnia e come sedativo preoperatorio.

Vediamo di seguito un approfondimento su questo farmaco.

Utilizzi di Roipnol®

Roipnol® è un medicinale con effetto ansiolitico, ipnotico, mio-rilassante e sedativo che viene usato principalmente per trattare l'insonnia a breve termine negli adulti.

Il principio attivo è il flunitrazepam, uno dei più potenti derivati delle benzodiazepine. 

È importante sottolineare che l'impiego di Roipnol® è diventato raro; questo farmaco viene, infatti, prescritto solo in casi eccezionali. Esistono attualmente farmaci ipnoinducenti più moderni e con un profilo di sicurezza migliore.

Alcuni dei suoi usi comuni includono:

  • trattamento dell'insonnia: può essere prescritto per il trattamento a breve termine dell'insonnia grave che non risponde ad altri trattamenti;
  • sedazione preoperatoria: può essere utilizzato per indurre sedazione prima di interventi chirurgici o procedure invasive, ma questo uso è diventato meno comune;
  • trattamento di emergenza per convulsioni epilettiche: in alcuni casi di emergenza, il flunitrazepam può essere utilizzato per arrestare le convulsioni epilettiche non controllate;
  • trattamento dei disturbi d'ansia: in alcune circostanze, può essere prescritto per il trattamento a breve termine dei disturbi d'ansia gravi che non rispondono ad altre terapie farmacologiche. 

Posologia di Roipnol®

La posologia dipende dalle specifiche esigenze del paziente e dovrebbe essere determinata da un medico in base alla gravità del disturbo e alla risposta individuale al farmaco:

  • adulti: la dose iniziale dovrebbe essere di 0,5-1 mg al giorno, da assumere al momento di coricarsi. In casi eccezionali, la dose può essere aumentata a 2 mg al giorno, sempre sotto stretto controllo medico;
  • pazienti anziani: si raccomanda di dimezzare la dose indicata per gli adulti. Si può iniziare con 0,25-0,5 mg al giorno, aumentando gradualmente se necessario, ma solo dopo precise indicazioni mediche;
  • pazienti con insufficienza epatica o respiratoria cronica: per questi pazienti è fondamentale iniziare con una dose molto ridotta del farmaco, sotto stretta supervisione medica. L'aumento graduale della dose deve avvenire con estrema cautela e solo se strettamente necessario.

Il trattamento deve essere il più breve possibile, generalmente da pochi giorni a 2 settimane, e solo su indicazione e posologia del medico.

In alcuni casi può essere necessario prolungare il trattamento fino a un massimo di 4 settimane, includendo un periodo di sospensione graduale, impostato dal professionista sanitario.

L'estensione deve essere attentamente valutata dal medico, considerando le condizioni specifiche del paziente.


Potrebbe interessarti anche:


Effetti collaterali e controindicazioni

È fondamentale seguire attentamente le istruzioni del medico e non superare mai la dose prescritta, in quanto Roipnol® può causare dipendenza e altri effetti avversi se assunto in dosi elevate o per periodi prolungati.

Inoltre, è importante non interrompere improvvisamente l'assunzione del farmaco senza consultare il medico, poiché potrebbero verificarsi sintomi di astinenza.

Di seguito sono elencati alcuni dei principali effetti collaterali associati al suo utilizzo:

  • sonnolenza e sedazione: è noto per il suo effetto sedativo potente, che può causare sonnolenza estrema e sedazione eccessiva, influenzando negativamente la capacità di svolgere attività quotidiane;
  • confusione mentale, difficoltà di concentrazione e disorientamento;
  • debolezza muscolare: il flunitrazepam può causare debolezza muscolare, rendendo difficile l'esecuzione di attività fisiche o il mantenimento della stabilità;
  • amnesia retrograda: ossia la perdita di memoria degli eventi che si sono verificati durante l'assunzione del farmaco;
  • depressione respiratoria: in dosi elevate il farmaco può sopprimere il sistema respiratorio, causando respirazione superficiale o addirittura arresto respiratorio.

Le controindicazioni principali sono le seguenti:

  • gravidanza: è sconsigliato durante la gravidanza poiché può attraversare la placenta e causare effetti dannosi sul feto. Se viene somministrato per gravi motivi medici durante l'ultimo trimestre di gravidanza o durante il travaglio, il neonato potrebbe poi soffrire di: ipotermia, ipotonia, depressione respiratoria moderata. I neonati nati da madri che hanno assunto a lungo termine Roipnol® nella fase finale della gravidanza possono sviluppare dipendenza fisica e presentare sintomi da astinenza nel periodo post-natale;
  • allattamento: il flunitrazepam passa nel latte materno, dunque durante l'allattamento al seno non è raccomandato assumere il farmaco;
  • storia di abuso di sostanze o dipendenza: le persone con una storia di abuso di sostanze o dipendenza da droghe o alcol dovrebbero evitare Roipnol®, poiché possono essere a rischio di sviluppare dipendenza da questo farmaco.

È importante sottolineare che questo farmaco è generalmente riservato a utilizzi specifici e deve essere prescritto solo da un medico qualificato.

L'abuso di questo farmaco può causare dipendenza, danni alla salute e pericolo di morte.

Se si sospetta di avere assunto il farmaco in modo non appropriato o se si sperimentano effetti collaterali indesiderati, è fondamentale cercare immediatamente assistenza medica.

Interazioni con Roipnol®

È importante essere consapevoli di queste interazioni per evitare potenziali effetti collaterali o complicazioni.

Ecco alcune delle principali:

  • alcol: l'uso concomitante con alcol può aumentare gli effetti sedativi e depressivi del sistema nervoso centrale, aumentando il rischio di sonnolenza estrema e difficoltà respiratorie. Questa combinazione può essere pericolosa e può portare a gravi conseguenze per la salute. Se per ogni farmaco è importante evitarne l’assunzione in concomitanza con gli alcolici, per farmaci con effetti sul sistema nervoso centrale questo è ancor più da tenere in considerazione;
  • altri depressori del sistema nervoso centrale: l'uso simultaneo con altri farmaci che agiscono come depressori del sistema nervoso centrale, come altre benzodiazepine, oppioidi, antistaminici sedativi o barbiturici, può aumentare gli effetti sedativi e depressivi, aumentando il rischio di sonnolenza e di soppressione respiratoria;
  • farmaci che influenzano il metabolismo del principio attivo: alcuni farmaci possono influenzare il metabolismo del flunitrazepam nel corpo, modificandone l'efficacia o aumentando il rischio di effetti collaterali. Questi includono inibitori o induttori del citocromo P450, come alcuni antibiotici, antifungini, antidepressivi e anticonvulsivanti;
  • farmaci che causano eccitazione del sistema nervoso centrale: alcuni farmaci, come gli antidepressivi triciclici o gli stimolanti, possono contrastare gli effetti sedativi di e ridurre la sua efficacia nel trattamento dell'insonnia;
  • interazioni con il cibo: alcuni alimenti possono influenzare l'assorbimento e il metabolismo del flunitrazepam. È consigliabile evitare il consumo di pompelmo e succo di pompelmo, in quanto possono aumentare i livelli del principio attivo nel sangue e aumentare il rischio di effetti collaterali.

Prima di assumere Roipnol® è fondamentale informare il medico di tutti i farmaci, gli integratori e le erbe medicinali che si stanno assumendo per evitare interazioni indesiderate e garantire un uso sicuro ed efficace.

Quando non prendere Roipnol®

Se si soffre delle seguenti condizioni mediche, non è consigliabile assumere Roipnol®:

  • allergia o ipersensibilità al principio attivo o ad altri benzodiazepinici: le persone con allergie note o ipersensibilità al flunitrazepam o ad altri farmaci della stessa classe dovrebbero evitare l'uso di Roipnol®;
  • problemi respiratori: può aggravare i problemi respiratori preesistenti, come l'apnea del sonno o le malattie polmonari croniche;
  • miastenia grave: è controindicato nelle persone con miastenia grave, una malattia neuromuscolare caratterizzata da debolezza muscolare e affaticamento.
Arianna Bordi | Editor
Scritto da Arianna Bordi | Editor

Dopo la laurea in Letteratura e Lingue straniere, durante il mio percorso di laurea magistrale mi sono specializzata in Editoria e Comunicazione visiva e digitale. Ho frequentato corsi relativi al giornalismo, alla traduzione, alla scrittura per il web, al copywriting e all'editing di testi.

a cura di Dr. Christian Raddato
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Arianna Bordi | Editor
Arianna Bordi | Editor
in Salute

118 articoli pubblicati

a cura di Dr. Christian Raddato
Contenuti correlati