Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Togliersi Le Scarpe In Casa

Da oggi toglierai le scarpe appena entrato in casa (o forse no)

Cristina Grassi | Blogger

Ultimo aggiornamento – Febbraio 01, 2019

Da oggi toglierai le scarpe appena entrato in casa (o forse no)

Sei una di quelle persone che quando riceve degli ospiti si chiede la fatidica domanda: glielo chiedo o no di togliersi le scarpe a casa?

Se da un lato ti sembra di essere scortese, dall’altro non vuoi che la tua casa si sporchi o, ancor peggio, che i batteri sotto le scarpe infestino la tua casa.

Sono davvero così sporche le scarpe che usiamo per camminare fuori casa?

Un crogiuolo di batteri

Secondo il microbiologo Jonathan Sexton dell’università dell’Arizona, la suola delle scarpe è il luogo perfetto per i batteri in cui proliferare – e a ogni passo ne vengono accumulati nuovi batteri.

Ma quale tipo di batteri si nasconde nelle nostre scarpe, e rappresentano davvero una minaccia per la nostra salute? Le ricerche fatte in materia hanno dimostrato che nel 96% dei casi le scarpe ospitano batteri delle feci, incluso l’Escherichia Coli. Sebbene molti di questi siano innocui per l’organismo, certi ceppi possono causare diarrea, infezioni delle vie urinarie e – addirittura! – meningite.

Un altro batterio che prolifera nella maggioranza delle suole delle scarpe è lo Stafilococco aureo, responsabile di varie infezioni cutanee, del sangue e cardiache.

Uno studio pubblicato nel 2014 sulla rivista Anaerobe sampled ha rilevato la presenza di un altro batterio pericoloso che abita le suole delle scarpe, il Clostridium difficile, che chi soffre di diarrea conosce molto bene – sembrerebbe essere maggiormente presente sulle suole delle scarpe che sulla tavoletta di un wc.

Devo preoccuparmi dei batteri che si annidano sotto le scarpe?

Sebbene lo scenario rilevato da questi studi sia tutt’altro che roseo, i ricercatori non danno l’allarme e il loro consiglio è di non preoccuparsi troppo. Infatti, il numero di batteri che portiamo nelle nostre case tramite le scarpe non è abbastanza alto per far ammalare una persona sana.

Non solo. La maggior parte delle persone non spendono molto tempo sul pavimento, quindi la possibilità di entrare in contatto con dei batteri si riduce. Certo, i bambini più piccoli sono coloro che dovrebbero fare più attenzione, essendo spesso in contatto con il pavimento stesso. Anche coloro che presentano un sistema immunitario compromesso dovrebbero avere un occhio di riguardo in più.

Togliere o no le scarpe sulla soglia di casa?

Gli esperti si trovano d’accordo nel dire che generalmente i batteri che si trovano sotto le scarpe non presentano un rischio per la salute per le persone sane. È bene, inoltre, ricordarsi che i batteri si nascondono nelle nostre case in altri luoghi: nell’aria che respiriamo, sulla pelle, nei capelli e sarebbe impossibile pensare di poter eliminare del tutto questi microbi dall’ambiente che ci circonda. Bisogna anche ricordare che tanti batteri sono “buoni” e importanti per il nostro benessere, come quelli che si trovano nel nostro intestino che aiutano a mantenere l’apparato digerente in salute.

La scelta rimane, quindi, a te: se l’idea di introdurre batteri in casa ti disgusta, allora chiedi ai tuoi ospiti di togliersi le scarpe senza troppe preoccupazioni. Sicuramente è un’abitudine da tenere in considerazione se nella tua casa vivono bambini piccoli, persone anziane o con difese immunitarie basse.

Mostra commenti
Cattive notizie per il cioccolato fondente
Cattive notizie per il cioccolato fondente
Una guida ai gruppi sanguigni
Una guida ai gruppi sanguigni
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Colesterolo cattivo troppo basso? Impennano le probabilità di ictus
Colesterolo cattivo troppo basso? Impennano le probabilità di ictus
Non avere paura di niente? È una brutta malattia


Non avere paura di niente? È una brutta malattia


Sindrome dell’ovaio policistico? Le terapie stanno cambiando
Sindrome dell’ovaio policistico? Le terapie stanno cambiando
Perché NON dovresti mai interrompere l’antibiotico
Perché NON dovresti mai interrompere l’antibiotico