Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Vomito: perché può essere di diversi colori

Vomito: perché può essere di diversi colori

Ultimo aggiornamento – 22 novembre, 2016

vomito: le cause del disturbo e i colori del vomito
Indice

A tutti noi sarà capitato, almeno una volta, di vomitare, e, di sicuro, siamo tutti d’accordo nel definirla “un’esperienza per nulla piacevole”, ma cerchiamo di capire come e perché si verifica e come possiamo porvi rimedio.

Vomito: cos’è e da cosa è causato?

Innanzitutto, il vomito è una reazione dell’organismo consistente nello spingere il contenuto dello stomaco verso l’esterno.

Si verifica quando:

  • introduciamo nel nostro organismo sostanze nocive o irritanti;
  • vediamo qualcosa o percepiamo un odore sgradevole;
  • soffriamo di mal di mare.

Il corpo reagisce a queste situazioni con una brusca contrazione del diaframma e con il movimento dei muscoli dell’addome, che spingono all’esterno le sostanze presenti nello stomaco.

Tipi di vomito

Le sostanze espulse non sono sempre le stesse e, in base a ciò, il vomito può essere:

  • di colore bianco: è causato dall’acido dei succhi gastrici e può essere accompagnato da muco;
  • di colore giallo: può essere causato dall’espulsione di bile o da una stenosi, ossia l’impedimento del passaggio di alcune sostanze a causa del restringimento di un vaso sanguigno, di un organo cavo, di un orifizio o di un dotto;
  • di colore verde: può essere causato dal cibo ingerito o dall’espulsione di bile, motivo per cui è definito “vomito biliare”;
  • di colore marrone: può essere causato da un blocco intestinale oppure dalla digestione del sangue se, ad esempio, ci stendiamo dopo aver perso sangue dal naso;
  • di colore rosso: può essere causato da una cirrosi epatica o da un’ulcera aperta allo stomaco o all’esofago.

Vomito: a quali condizioni fisiche è associato?

Generalmente, il vomito è associato a una condizione fisica del nostro corpo, come, ad esempio:

  1. virus all’intestino, che causa vomito e diarrea;
  2. forte emicrania;
  3. forte shock;
  4. gravidanza;
  5. blocco della digestione a causa del freddo;
  6. appendicite, ha come sintomo il vomito, oltre a un forte dolore al fianco destro;
  7. mal d’auto o naupatia, ossia la condizione di disturbo che si verifica quando si viaggia in mare (il comune “mal di mare”);
  8. batterio gastrointestinale;
  9. effetti collaterali dei farmaci;
  10. perdita di equilibrio dovuta a labirintite, ossia un’infezione dell’orecchio che causa vertigini;
  11. reflusso gastroesofageo;
  12. intossicazione alimentare causata dagli alimenti non conservati in modo adeguato;
  13. ematoma alla testa: il vomito può verificarsi anche molte ore dopo aver preso un colpo alla testa;
  14. produzione di saliva in eccesso a causa di un digiuno prolungato;
  15. odori sgradevoli;
  16. eccesso di cibo, bibite e alcolici;
  17. allergie alimentari.

Quali sono i rimedi contro il vomito?

Il vomito può essere davvero sgradevole, ma non va bloccato perché, aiutare l’organismo a liberarsi delle sostanze che ci causano malessere, provoca un sollievo immediato. E’ bene, però, poi, curare l’organismo colpito da questa condizione.

Qualunque sia la causa del vomito, è sempre consigliata una visita, in modo che sia il medico a stabilire la cura più indicata. Per combattere questa fastidiosa condizione, però, esistono, oltre ai farmaci, molti rimedi naturali, tra i quali:

  • zenzero: potete mangiarne un pezzo, scioglierlo in una tisana o usare delle gocce di olio essenziale da spruzzare in un fazzoletto e annusare in caso di nausea;
  • fibre: ripuliscono l’organismo di tutte le sostanze nocive e irritanti e sono ottime in caso di intossicazione alimentare. I cibi con maggiore quantità di fibre sono la verdura e la frutta;
  • carbone vegetale;
  • menta: potete scioglierne un po’ in una bevanda, come, ad esempio, il tè verde e ne ricaverete ottimi benefici per la pulizia dell’organismo;
  • sostituzione di un pasto completo con una bevanda calda o un brodo, se il vomito è causato da una cattiva digestione;
  • acqua di cottura del riso, con in aggiunta il sale, rappresenta un rimedio antico ed efficace contro il vomito;
  • bicarbonato di sodio: favorisce la corretta digestione e libera l’intestino;
  • camomilla: uno dei rimedi più usati contro il vomito perché calma gli spasmi e rilassa l’intestino.

Se soffrite spesso di questa condizione, seguite questi consigli e imparerete a conoscerla e combatterla meglio!

 

 

 

Mostra commenti
Una dieta ricca di potassio per la salute di cuore e reni
Una dieta ricca di potassio per la salute di cuore e reni
Crioterapia: una valida soluzione per i microtraumi degli atleti
Crioterapia: una valida soluzione per i microtraumi degli atleti
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
10 regole d’oro per chi ama stare in movimento
10 regole d’oro per chi ama stare in movimento
Sindrome del Burnout: gli effetti negativi dello stress per i caregiver
Sindrome del Burnout: gli effetti negativi dello stress per i caregiver
Perché il naso cola quando si è ammalati?
Perché il naso cola quando si è ammalati?
I dolcificanti artificiali aumentano l’appetito
I dolcificanti artificiali aumentano l’appetito