Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Amolodipina

Una mancata erezione può essere causata dall'assunzione di Amlodipina?

Salve dottore, il mio problema inizia 3 anni fa. Ricoverato d’urgenza per emorragia da rottura 6 varici esofagee (sono hiv+ ed ero all’epoca hcv+ gen. 4, ora non più perché curato con Harvoni), ipertensione cardiaca, encefalopatia porto sistemica, cirrosi epatica lievemente scompensata. Non avendo vene, tentano prima ad una vena alla base del collo che fallisce e mi costringe ad un tubo nel polmone sinistro per formazione di liquido. Passano poi alla femorale e, tra dolori lancinanti (sembravano scavare più che pungere), riescono a prenderla. Dopo questi episodi, mi sono ritrovato nella situazione su descritta. Fra i vari farmaci prendo l'Amlodipina. Vorrei sapere e capire il perchè della mancata erezione (manca poco in parole povere all'erezione normale e duratura) e della mancata eiaculazione (nel senso che non ha più la potenza nè la quantità che avevo prima). Avendo letto che l'Amlodipina può avere come effetto collaterale proprio questi sintomi, ho smesso di assumerla e con piacere noto che sta tornando la normalità. L'altra sera ho avuto un rapporto con l'erezione quasi completa e la fuoriuscita dello sperma era ritornata come prima. In attesa di un vostro riscontro, vi porgo i migliori saluti.

Mi dispiace per le traversie che hai vissuto nei tentativi di assicurare un cateterismo venoso efficace.

Per quello che riguarda il problema che sollevi, è noto che tutti i farmaci usati per abbassare la pressione arteriosa riducano la potenza sessuale maschile. Lo fanno i beta-bloccanti, lo fanno gli inibitori e antagonisti dell'angiotensina, lo fa la clonidina e lo fa anche, tuttavia in modo minore, il calcio-antagonista amlodipina.

Più che sospenderlo, che comporta il rischio di trovarsi con la pressione arteriosa mal controllata, mi sarei orientato ad assumere un inibitore della 5-fosfodiesterasi, ad esempio il ben noto e ampiamente usato Sildenafil.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Leon Bertrand
Dr. Leon Bertrand
Modena - Via dei Gallucci 13
Altre risposte di questo specialista
Tachicardia: è necessaria l'assunzione di Congescor?
Il Congescor è un bloccante adrenergico di tipo beta, il bisoprololo, che viene prescritto da molti anni e da molti medici perché protegge...
Ecocolordoppler tsa: come si legge?
Il referto può essere considerato come quello di una situazione piuttosto buona, anche se mancano alcuni dati:qual era l'indicazione ad eseguire l'esame?qual è lo spessore...
Ectasia aortica: che terapia seguire?
La dilatazione dell'aorta è una situazione frequente e generalmente senza sintomi, fintanto che non raggiunge dei valori molto alti, oltre 50-55 mm di calibro. A...
Extrasistoli dopo uno sforzo: sono normali a 20 anni?
Cara amica,se soffri d'ansia e hai sintomi fobici, non hai certo bisogno di un cardiologo. È un po' come se avessi una casa ben...
Battito cardiaco basso al mattino: è normale?
Grazie di darci tutte queste informazioni e di porre la domanda. Per dare una risposta utile, ci mancano tuttavia alcuni dati importanti: perchè hai incominciato...
Vedi tutte
Risposte simili
Prostatite: esiste una dieta da seguire?
Sicuramente le indicazioni alimentari sono importanti, eccone alcune che devono essere valutate poi sul singolo caso: mangiare cibi freschi e non trattati e senza eccessi....
Prostatite: quando è inevitabile operare?
In situazioni specifiche sono state impiegate metodologie chirurgiche di trattamento tese a rimuovere o distruggere parte del tessuto prostatico, ma le conseguenze sull'eiaculazione...
Iperplasia prostatica benigna: quali sono le conseguenze?
È la più comune neoplasia benigna nell'uomo. È caratterizzata dalla proliferazione, soprattutto a carattere fibroso/muscolare, della zona centrale della ghiandola prostatica, a differenza del