Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Carcinoma Ovarico

Cosa fare in caso di difficoltà a camminare dopo l'asportazione di un tumore ovarico?

Sono stata operata per un carcinoma ovarico: sono stati eseguiti asportazione dell'utero, delle ovaie, di parte dell'intestino, del retto, dell'appendice ed è stato spostato l'uretre destro. Ho subito 6 cicli di chemioterapia con taxolo, carboplatino e cortisone, aumentando di 14 kg di peso. Avverto un forte dolore alle gambe e non riesco a camminare. Cosa posso fare?

Posso capire la tua preoccupazione di fronte al fatto che fai fatica a camminare, ma allontanandosi dalla somministrazione dei chemioterapici tutto andrà migliorando: infatti il Paclitaxel (Taxolo) ha tra gli effetti secondari una certa tossicità neurologica, scheletrica e muscolare, che può provocare un temporaneo dolore agli arti e alla deambulazione. Peraltro anche l'aumento di peso grava sulle articolazioni degli arti inferiori, peggiorando il tuo dolore. Ti consiglierei quindi di farti seguire da un fisioterapista, per farti suggerire esercizi volti al miglioramento della forma fisica e del peso. Cerca anche di impostare adeguatamente la tua alimentazione con uno specialista in nutrizione.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
Roma - VIA F.A.GUALTERIO, 127
Risposte simili
Isteroscopia diagnostica: che cos'è?
L'isteroscopia è un esame endoscopico che permette di osservare la cavità uterina tramite una sonda ottica: un piccolo telescopio collegato ad un monitor...
Ipertiroidismo in gravidanza: come gestirlo?
L'ipertiroidismo in gravidanza può essere controllato senza rischi per il feto, purché sotto controllo di un endocrinologo esperto. Nel 1° trimestre, si imporrà...
Irsutismo: di cosa si tratta?
Per irsutismo, si intende una condizione caratterizzata dall’anomala presenza di peluria terminale (grossa, ruvida e pigmentata che prima della pubertà è presente solo a livello...
Altre risposte di questo specialista
Eritrodisestesia: cos'è?
L'eritrodisestesia palmo plantare, anche nota come sindrome mano-piede in oncologia, è il risultato di alcuni trattamenti con farmaci oncologici, si presenta con arrossamento e...
Linfonodi all'inguine: cosa comportano?
La presenza di linfonodi inguinali è cosa normale dal punto di vista anatomico. Se tali linfonodi sono dolenti o ingranditi di volume, la prima ipotesi...
Carcinoma ovarico: quali cure seguire?
Il principio attivo Avastin è un agente inibitore dell'angiogenesi ed è un farmaco ormai di comune utilizzo. Occorre verificare però le condizioni generali...
Marcatori tumorali: cosa indicano?
Il CEA è un marcatore tumorale. Tale marcatore non possiede una specificità ed una sensibilità del 100%, pertanto può trovarsi alterato anche in condizioni non...
Ulcere durante la chemioterapia: cosa fare?
E' indispensabile che tu ti sottoponga ad una visita clinica per verificare lo stato effettivo delle ulcerazioni. Se non dovessero tendere a guarigione, è opportuno...
Vedi tutte