Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cerazette Ciclo

Dopo quanto tempo, dall'interruzione dell'assunzione della pillola, dovrebbe arrivare il ciclo?

Buonasera, sono una donna di 46 anni, alla quale, dopo mesi di dolori addominali inspiegabili ed esami vari (pap test, colposcopia, ecografia transvaginale) hanno diagnosticato un'endometriosi ovarica e 2 fibromi di piccole dimensioni. Il ginecologo mi ha prescritto la pillola anticoncezionale (Cerazette) per 6 mesi, senza pausa. Assumendola tutti i giorni continuativamente non ho più avuto il ciclo. La settimana scorsa, ho fatto la visita di controllo (ecografia transvaginale) e la situazione è stabile. In tale occasione, visto che la pillola mi arreca fastidi quali pesantezza alle gambe e cellulite, ho concordato, unitamente al ginecologo, la sospensione della pillola per un periodo, sino a quando non ricompariranno i dolori. Avendo assunto la pillola per 6 mesi continuativi senza pause (e quindi senza ciclo), se sospendo l'assunzione oggi al termine della confezione, quando dovrei avere il ciclo? Dopo circa 28 giorni? Mi è chiaro che se avessi preso la pillola facendo la pausa tra un mese e l'altro il ciclo sarebbe arrivato dopo pochi giorni, ma nel mio caso non ne ho idea. Non ho un ginecologo di fiducia, altrimenti avrei chiesto direttamente a lui. Spero che qualcuno possa schiarirmi le idee. Ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente.

Su quando venga il ciclo, a meno che non fai dosaggi ormonali su sangue, non possiamo fare previsioni.

Ritengo fondamentale che ti faccia seguire da un centro accreditato presso il Ministero della Salute per l'endometriosi, perchè, se è pur vero che i 46 anni sono un fattore favorevole per il rallentamento del processo endometriosico, sarebbe bene evitare questa possibilità: ciò si potrebbe ottenere con un prodotto che simula una menopausa, che viene definito "analogo del GnRH", che deve essere però prescritto da uno specialista e seguito nell'uso. 

Spero di essere stato chiaro: non devi spaventarti, ma è bene che non ti trascuri. 

Cordiali saluti
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Redazione Pazienti
Redazione Pazienti
Milano
Risposte simili
Irsutismo: di cosa si tratta?
Per irsutismo, si intende una condizione caratterizzata dall’anomala presenza di peluria terminale (grossa, ruvida e pigmentata che prima della pubertà è presente solo a livello...
Prolattina alta: quali sono le cause e le conseguenze?
Buongiorno,la prolattina è un ormone, normalmente prodotto dall'ipofisi, che ha la funzione di stimolare la produzione di latte nelle donne dopo la gravidanza...
Isterectomia: che cos'è?
L'isterectomia è l'asportazione chirurgica dell'utero. L'isterectomia è indicata quando la patologia uterina o quella di strutture vicine (come le ovaie) non permette...
Altre risposte di questo specialista
Placenta staccata a mano: si può avere un'altra gravidanza?
Può essere che il mancato secondamento spontaneo da te subito fosse dovuto ad una caratteristica propria di quella placenta, che si era inserita troppo...
Colposcopia: come si interpreta?
No, la risposta è sicuramente migliore.La cervicite cronica è aspecifica, quindi stai tranquilla. Prosegui comunque gli accertamenti con frequenza annuale, chiedendo sempre, in prima...
Fase luteale: è sempre seguita da una mestruazione?
Alla fase luteinica, segue la mestruazione, sempre che vi sia stata sufficiente presenza di estrogeni (estradiolo) in una prima fase del ciclo:...
Polipo endometriale: quale esame di controllo effettuare?
È assolutamente consigliabile fermarsi ad un'ecografia transvaginale: tieni presente che un'isteroscopia è pur sempre un intervento invasivo.Solo un'anomalia rilevabile con l'ecografia transvaginale o...
Isteroscopia di controllo: quando è necessario effettuarla?
Non vedo proprio perchè debba fare un'isteroscopia di controllo. L'isteroscopia, anche se solo diagnostica, è pur sempre un intervento invasivo, a maggior ragione in...
Vedi tutte