Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Endometriosi

Endometriosi

Endometriosi
Curatore scientifico
Dr. Adler Lalanne
Specialità del contenuto
Ginecologia

Che cos’è l’endometriosi?

L’endometriosi è una malattia comune dove piccoli pezzi della parete dell’utero (endometrio) si sviluppano fuori dall’utero, come nelle tube, nelle ovaie, nella vescica, nell’intestino, nella vagina e nel retto.

L’endometriosi causa comunemente dolore nel basso addome (nella pancia), nella zona pelvica o nella parte inferiore della schiena e potrebbe condurre a problemi di infertilità.

Tuttavia, alcune donne possono avere pochi sintomi o non averne affatto. La causa dell’endometriosi non è certa, ma ci sono diverse teorie. Le cellule dell’endometriosi si comportano nello stesso modo di quelle che rivestono l’utero, così tutti i mesi si ingrossano durante il ciclo mestruale e si riversano nel flusso. Di solito prima della mestruazione, l’endometrio si ispessisce per ricevere l’ovulo fecondato in reazione a un rilascio di estrogeno. Quando l'ovulo non viene fecondato, la parete si rompe e abbandona il corpo sotto forma di sangue mestruale (mestruazione). Il tessuto dell’endometriosi può raggiungere qualsiasi parte del corpo attraverso lo stesso processo di ispessimento e sanguinamento, ma non ha modo di uscire dal corpo e rimane intrappolato. Questo provoca dolore, gonfiore e a volte lesioni alle tube di Falloppio o le ovaie, causando problemi di fertilità.

Quali sono i sintomi dell’endometriosi?

I sintomi dell’endometriosi variano da persona a persona. Alcune donne addirittura non hanno sintomi. I più comuni disturbi sono:

  • dolore o forte mestruazione
  • dolore nella parte inferiore dell’addome (pancia), nella zona pelvica o nella parte inferiore della schiena
  • dolore durante il rapporto sessuale
  • sanguinamento tra un ciclo e l’altro
  • problemi di fertilità

Il tipo di dolore varia da donna a donna. Molte donne che soffrono di endometriosi sentono dolore nell’area intorno alle anche e nella parte superiore delle gambe. Alcune donne soffrono il dolore continuamente, mentre altre ne soffrono solo durante la mestruazioni, durante un rapporto sessuale o quando vanno in bagno.

Altri sintomi possono prevedere:

  • fastidio mentre si urina
  • sanguinamento proveniente dall’ano (dal retto)
  • blocco intestinale (se il tessuto dell’endometriosi è nell’intestino)
  • tosse con sangue (se il tessuto dell’endometriosi è nei polmoni)
  • L’intensità dei sintomi dipendono soprattutto da quale parte del corpo si è sviluppata l’endometriosi, piuttosto che quanto tessuto si è formato. Una piccola quantità di tessuto può essere dolorosa tanto quanto una grande quantità o addirittura può esserlo di più.

Chi è colpito da endometriosi?

L’endometriosi colpisce le donne.

Quanti tipi ne esistono?

Si dividono in due gruppi:

  • Quelle legate alla gravidanza
  • Quelle estranee alla gravidanza. In questo caso si parla di malattia pelvica infiammatoria (PID), che può coinvolgere anche tube di Falloppio, ovaie e peritoneo pelvico.

Si parla anche di forme: 

  • Acuta. È causata dalla presenza di neutrofili nelle ghiandole endometriali
  • Cronica. Si ha quando ci sono plasmacellule e linfociti nello stroma endometriale

Quali sono le cause dell’endometriosi?

L’esatta causa dell’endometriosi è sconosciuta, ma ci sono molte teorie:

  • mestruazione retrograda: la mestruazione retrograda può presentarsi quando parti della parete dell’utero (endometrio) scorrono indietro verso le tube di Falloppio e nell’addome, anziché abbandonare il corpo come mestruazione. Questo tessuto si inserisce poi da solo nella cavità addominale e poi cresce in essa. Si crede che la mestruazione retrograda si verifichi in molte donne, ma che sono in grado di smaltire il tessuto senza che questo crei alcun problema. È possibile che questo sia il modo in cui si presenti l’endometriosi in alcune donne. La mestruazione retrograda è la teoria più comunemente accettata per l’endometriosi. Tuttavia, questa teoria non spiega perché questa malattia possa presentarsi in donne che hanno subito un’isterectomia
  • predisposizione genetica
  • contagio attraverso il flusso sanguigno o il sistema linfatico: sebbene non si conosca come possa accadere, le cellule dell’endometriosi possono raggiungere il flusso sanguigno e il sistema linfatico (una rete di canali, ghiandole e organi che fa parte della difesa del corpo dalle infezioni). Questa teoria può spiegare come, in alcuni rari casi, le cellule si possano trovare in zone remote come gli occhi e il cervello
  • disfunzione immunitaria
  • cause ambientali: si pensa che l’endometriosi possa essere causata da alcune tossine nell’ambiente, come la diossina (sottoprodotto chimico) che attacca il corpo e il suo sistema immunitario
  • metaplasia: la metaplasia è un processo che prevede trasformazione di una cellula in un’altra per adattarsi all’ambiente. È questo tipo di sviluppo che permette al corpo di crescere nell’utero prima della nascita. È stato visto che alcune cellule adulte mantengono le caratteristiche che avevano da embrioni di trasformasi in cellule dell’endometriosi

Come si cura l’endometriosi?

Non esiste cura per l’endometriosi. È una malattia cronica che può causare dolore, perdita di energia, depressione e problemi di fertilità. Tuttavia, i sintomi possono essere gestiti e la fertilità aumentata con l'aiuto del ginecologo, che potrebbe prescrivere trattamenti ormonali o chirurgia, in modo che la malattia non interferisca con la vita quotidiana.

Che prognosi ha?

Nel 90% dei casi si ha un miglioramento in 48-72 ore dopo l’inizio della cura. Ritardi nell’inizio del trattamento possono portare a tossicità sistemica. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Polipo endometriale
Il polipo endometriale è una malattia che colpisce l'utero; un polipo può essere benigno o maligno.
Micoplasma
I micoplasmi sono le più piccole forme batteriche in grado di vita autonoma. Sono batteri ubiquitari che vivono sia come saprofiti sia co...
Polipo Cervicale
I Polipi Cervicali (o Polipi della Cervice) sono neoformazioni tumorali benigne, che si originano dall'epitelio della cervice uterina. Si...