Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cisti Backer Cosa Fare

Cosa fare in caso di cisti di Baker?

Dopo un forte dolore dietro al ginocchio destro e l'impossibilità di camminare, ho fatto un'ecografia e mi è stata diagnosticata una cisti di Baker di 5,3 cm. La lastra al ginocchio dice: "gonartrosi femore-tibiale mediale con sclerosi subcondrale ed appuntimento osteofitosico marginale del piatto tibiale. Concomita modica riduzione di ampiezza dell'emirima articolare mediale". Prendo Naproxen 2 volte al di. Mi sento un certo bruciore alle caviglie. Cosa può essere? Come mi devo comportare? Che cosa non devo fare? Nell'attesa di una risposta, ringrazio.

La cisti di Baker è un accumulo di liquido articolare (liquido sinoviale). Negli adulti, le cisti di Baker sono frequentemente associate all’artrite al ginocchio. Una cisti di grandi dimensioni può causare qualche disagio o rigidità, ma in genere non ha sintomi.

Ci può essere un gonfiore indolore o doloroso nella parte posteriore del ginocchio interessato. La tua diagnosi non è difficile, si avverte come una tumefazione a contenuto di liquido. Si può rompere causando dolore, gonfiore e bruciore sulla parte posteriore del ginocchio e del polpaccio. Se la cisti è piccola, si può riuscire a distinguerla confrontando il ginocchio colpito con il ginocchio normale.

Ci possono essere limitazioni nella gamma di movimento causate dal dolore e dalle dimensioni della cisti. La risonanza magnetica può essere utile per visualizzare la cisti e per dimostrare eventuali lesioni meniscali. Spesso, non è necessaria la terapia ed il medico può osservare la cisti nel corso del tempo.

Se è dolorosa, il trattamento si fa in genere allo scopo di correggere il problema di fondo, come l’artrite o la una rottura del menisco. La rimozione della cisti generalmente non è fatta perché può danneggiare i vasi sanguigni e i nervi vicini. A volte, una cisti può essere esaurita (aspirata) o, in rari casi, rimossa chirurgicamente se diventa troppo grande o causa sintomi.

Una cisti di Baker non causerà alcun danno a lungo termine, ma può essere fastidiosa e dolorosa. Lunghi periodi di disabilità sono rari, perché la maggior parte dei casi migliora con il tempo o con la chirurgia artroscopica.

Possibili complicazioni sono rare, ma possono includere dolore e gonfiore a lungo termine.

Contatta un medico se c'è un rigonfiamento dietro il ginocchio che diventa grande e doloroso. Il dolore può essere un segno di infezione, che non è normalmente associato alla cisti di Baker.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Aurelio Nasto
Dr. Aurelio Nasto
Salerno - Pagani,Via Alcide De Gasperi
Risposte simili
Grande ustione: che cos'è?
Una grande ustione è un'ustione che compromette la vita di una persona: si parla di grande ustione quando colpisce almeno il 20% della superficie...
Trapianto di pelle: come avviene?
Il trapianto della pelle è una procedura fondamentale per le grandi ustioni che permette di innestare sulle zone ustionate strati di pelle prelevati da...
Ustione chimica: qual è la prima cosa da fare?
I principi da seguire in caso di ustione chimica sono gli stessi da tenere presente per l'ustione da calore: è necessario allontanare la fonte dell'ustione,...
Altre risposte di questo specialista
Chirurgo maxillo-facciale: chi scegliere a Forlì-Cesena?
Consiglio il Prof./ Dott. Angelo Campobassi, Direttore  U. O. C. di Chirurgia Maxillo Facciale- Ospedale Bufalini - Cesena. Professionista di alto livello,...
Risonanza al ginocchio sinistro: come si legge?
Assolutamente no, importante è il riposo, utilizzo di ghiaccio, evitare il carico, evitare stress di tipo meccanico sportivi.Può essere associata terapia antinfiammatoria. Controllo clinico a...
Borsite al gomito: a chi rivolgersi?
La borsite retro olecranica è di per sè fastidiosa, se rilascia liquido giallastro è perchè è inveterata e fistolizzata.Conviene farsi controllare da un ortopedico...
Piede cadente: cosa fare?
Per “piede cadente” si intende l’impossibilità di sollevare il piede durante il cammino. È una manifestazione frequente in pazienti che sono stati...
Dolore al piede: cosa fare?
I traumi contusivi e distorsivi del collo piede sono purtroppo molto frequenti ed anche il più delle volte sottovalutati. Non so se hai fatto radiografia...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Chirurgo maxillo-facciale: chi scegliere a Forlì-Cesena?
Consiglio il Prof./ Dott. Angelo Campobassi, Direttore  U. O. C. di Chirurgia Maxillo Facciale- Ospedale Bufalini - Cesena. Professionista di alto livello,...
Risonanza al ginocchio sinistro: come si legge?
Assolutamente no, importante è il riposo, utilizzo di ghiaccio, evitare il carico, evitare stress di tipo meccanico sportivi.Può essere associata terapia antinfiammatoria. Controllo clinico a...
Borsite al gomito: a chi rivolgersi?
La borsite retro olecranica è di per sè fastidiosa, se rilascia liquido giallastro è perchè è inveterata e fistolizzata.Conviene farsi controllare da un ortopedico...
Piede cadente: cosa fare?
Per “piede cadente” si intende l’impossibilità di sollevare il piede durante il cammino. È una manifestazione frequente in pazienti che sono stati...
Dolore al piede: cosa fare?
I traumi contusivi e distorsivi del collo piede sono purtroppo molto frequenti ed anche il più delle volte sottovalutati. Non so se hai fatto radiografia...
Vedi tutte