Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Come Si Sceglie Il Medico Di Base

Come si sceglie il medico di base?

Mi sono trasferita da poco e devo cambiare il mio medico di base. Come faccio a scegliere il medico più adatto a me?

Tutti i cittadini hanno diritto ad essere assistiti nella cura della loro salute da un medico di famiglia: il medico di base o di medicina generale. Il medico di famiglia è il riferimento immediato, la persona che conosce la tua salute, che ti aiuta anche ad orientarti nell'accesso alle cure specialistiche del Servizio Sanitario Nazionale. Per individuare la persona che desideri, oltre al passa-parola di familiari o amici, puoi consultare gli elenchi dei medici che sono convenzionati con il Sistema Sanitario Nazionale, disponibili negli gli uffici del distretto sanitario di appartenenza. Alcune Asl hanno reso possibile la consultazione di questi elenchi anche online, mentre la Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo) pubblica sulle pagine del sito web l'elenco di tutti i medici abilitati, suddiviso per regione e per categoria. Se il nome del medico che sceglierai è noto si possono conoscere alcuni dati interessanti: dall’anno di nascita, all’anno di laurea, alla specializzazione acquisita. Altri dati interessanti sono relativi al tipo di collaborazione medica come l’associazione tra più studi medici e la medicina di rete. Prima di scegliere il tuo medico di base ti consiglio di prendere un appuntamento con il medico e andare all’ambulatorio di persona per un primo incontro conoscitivo, anche per capire se è disponibile ad accoglierti tra i suoi assistiti e conoscere gli orari di visita: ogni medico può assistere un limitato numero di persone e scegliere orari differenti per le visite dei pazienti.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Marco Castellazzi
Dr. Marco Castellazzi
Torino - Via Giuseppe Baretti 1/h
Risposte simili
Dolore cronico: quali possono essere le cause?
Può essere difficile stabilire la causa scatenante di un dolore cronico, poiché può derivare da una serie di fattori. Il dolore può...
Dolore: come si definisce la sua soglia?
L'intensità del dolore percepito, anche a parità di trauma, varia molto da persona a persona. Mentre alcune persone percepiscono il dolore in maniera significativa, altre...
Fungo amanita falloide: cosa succede se ingerito?
L'amanita falloide, conosciuta anche con il nome di tignosa verdognola, è un fungo altamente velenoso della famiglia delle amanitacee. I danni...
Altre risposte di questo specialista
Ipertensione: quale farmaco è più indicato?
Il problema che mi hai esposto non è riconducibile ad una risposta univoca, bensì si tratta di raggiungere il giusto compromesso. Il mio consiglio è...
Nausea e debolezza acuta dopo uno sforzo intenso: è preoccupante?
In questi casi, non c'è motivo di preoccuparti, perché è una reazione fisiologica dell'organismo. Il nostro corpo, infatti, è sensibile a cosa gli si impone...
Esame delle urine: come interpretare i valori?
Buongiorno,le emazie che si trovano nel fluido sono dovute alle micro concrezioni di calcoli che si trovano nei reni o nelle vie urinarie e queste...
Nodulo con atipie cellulari e flogosi cronica. Cosa significa?
Posso capire la tua preoccupazione e la difficoltà nel comprendere pienamente il referto dell'esame istologico. La mucosa di rivestimento delle corde vocali è infiammata e...
Dolore lato viso e formicolio alle labbra: qual è la causa?
La flogosi del nervo facciale o la nevralgia del trigemino per probabile comparsa di zoster sono i principali candidati.Se non ci...
Vedi tutte