Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Denosumab

Dopo quanto tempo dalla prima assunzione di Denosumab si può fare un impianto dentario?

Dopo quanto tempo dalla prima assunzione di Denosumab posso fare un impianto dentario?

Non è semplice, intanto bisogna sapere da quanto tempo lo assumi o se hai fatto una sola iniezione.
Il rischio di osteonecrosi è molto basso, ma non va sottovalutato. Bisogna valutare la qualità della guarigione dopo l'estrazione, che sembra essere più rischiosa dell'implantologia.
L'assunzione di farmaci equivalenti ai bifosfonati comporta sempre un rischio, seppur minimo, di osteonecrosi. La copertura antibiotica, il cortisone e, non ultima, una corretta sterilizzazione di tutto ciò che è necessario per l'implantologia, ridurrà al minimo il rischio di complicazioni.
L'impianto può essere eseguito quando è avvenuta una perfetta guarigione e quando il paziente ha ben compreso le possibili complicanze.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Rocco Barbero
Dr. Rocco Barbero
Milano - Via Alessandro Volta 50 - Rho
Risposte simili
Mastocitosi cutanea sistemica: ci sono nuove cure?
I farmaci usati nella terapia sintomatica, a parte gli antiistaminici ed antileucotrienici, si basano sull'interferone, sul cortisone e sulla cladribina. Recente è...
Sertralina: fa aumentare l'appetito?
La sertralina non tende ad aumentare la sensazione di appetito, anzi a diminuirla. È verosimile che la vera causa di questo aumento di appetito...
Infezione piercing ombelico: cosa fare?
In caso di sospetta infezione di un piercing, questa deve essere valutata appena possibile dal medico curante, che prescriverà l'opportuna terapia antibiotica locale o sistemica. In...
Altre risposte di questo specialista
Impianto che da problemi alle gengive: cosa fare?
Se la gengiva vicino all'impianto non è aderente all'osso, e non lo era nemmeno quando l'impianto è stato inserito, la situazione non è facile, bisogna...
Panoramica ai denti: come si legge?
Il referto che si legge sulla radiografia deve essere considerato come un'indicazione per lo specialista. Per quanto mi riguarda, lo leggo solamente dopo aver valutato...
Bruciore alla lingua: cosa fare?
Il bruciore alla lingua è un disturbo piuttosto comune. Può avere diverse origini, come l'alimentazione oppure una probabile intolleranza ai materiali usati per le...
Iperemia (infiammazione) delle papille gustative: qual è la cura?
Buongiorno. Spesso l'iperemia delle papille gustative causa glossite che è un'infiammazioni della lingua che va curata. In questi casi ti consiglio di consultare un otorino che...
Tagli sulla lingua: da cosa dipendono?
Prima di tutto bisognerebbe sapere se i tagli sono dolorosi e sanguinano, perché una configurazione così detta "a carta geografica" presenta tagli e solchi profondi...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Impianto che da problemi alle gengive: cosa fare?
Se la gengiva vicino all'impianto non è aderente all'osso, e non lo era nemmeno quando l'impianto è stato inserito, la situazione non è facile, bisogna...
Panoramica ai denti: come si legge?
Il referto che si legge sulla radiografia deve essere considerato come un'indicazione per lo specialista. Per quanto mi riguarda, lo leggo solamente dopo aver valutato...
Bruciore alla lingua: cosa fare?
Il bruciore alla lingua è un disturbo piuttosto comune. Può avere diverse origini, come l'alimentazione oppure una probabile intolleranza ai materiali usati per le...
Iperemia (infiammazione) delle papille gustative: qual è la cura?
Buongiorno. Spesso l'iperemia delle papille gustative causa glossite che è un'infiammazioni della lingua che va curata. In questi casi ti consiglio di consultare un otorino che...
Tagli sulla lingua: da cosa dipendono?
Prima di tutto bisognerebbe sapere se i tagli sono dolorosi e sanguinano, perché una configurazione così detta "a carta geografica" presenta tagli e solchi profondi...
Vedi tutte