Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ecografia Addominale Fegato Dimensioni Aumentate

Cosa fare in caso di epatomegalia?

Salve a tutti, mio figlio, a seguito di AST a 69 e ALT a 170 (negativo a epatite), ha appena fatto un'ecografia addominale. Ha 16 anni da compiere è il referto è: "fegato presenta dimensioni aumentate con epatomegalia di 1° grado, profili regolari, superficie regolare. struttura omogenea, severamente steatosica con presenza di 2 aree ipoecogene a forma triangolare di lato maggiore di 2,2 cm. a ridosso della colecisti ed altra di 5,4 cm a ridosso della via biliare principale e suggestiva per area a risparmio steatosico. Non aree di tipo sostitutivo del parenchima epatico. Altre notizie regolari." Potrei avere un commento ed un primo consiglio (dieta, movimento), visto che la dottoressa è in ferie? Grazie e buon lavoro.

Gentile genitore,

soffermiamoci prima di tutto sull'incremento delle transaminasi (AST, ALT); potrebbe essere dovuto, se escludiamo le forme "classiche di epatite" (A, B, C), a una recente mononucleosi, ad abuso alcolico (anche solo occasionale), ad assunzione di analgesici epato-tossici.

La mononuclesosi (te lo dirà con maggiore accuratezza il pediatra/medico di base), in genere non lascia reliquati. È necessario rimuovere drasticamente eventuali fattori modificabili causa di stress epatico (alcol e farmaci).

In secondo luogo, la steatosi (accumulo di lipidi nelle cellule epatiche) è una condizione comune a diverse situazioni patologiche, anche diversissime tra loro: dall'obesità grave alle neoplasie maligne avanzate in chemioterapia.

In un adolescente sano, bisogna sicuramente ricercare la causa in un'errata alimentazione associata ad errate abitudini di vita. In merito all'alimentazione, è necessario eliminare il junk food (cibo spazzatura ipercalorico, prodotto industrialmente).

In merito alle abitudini di vita: l'esercizio fisico moderato (corsa, passeggiata) è un prezioso alleato del metabolismo epatico. Consiglio di ripetere a distanza l'ecografia epatica e gli esami di laboratorio.

Cordialmente

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Domenico Labonia
Dr. Domenico Labonia
(4)
Forlì-Cesena - Via G. Pascoli, 43, Gambettola, FC, Italia
Altre risposte di questo specialista
Rigonfiamento post intervento ernia inguinale: cosa potrebbe essere?
Gentile Paziente, generalmente dopo gli interventi di alloplastica inguinale (plastica con rete protesica), come quello secondo Liechtenstein, il liquido sieroematico che si produce durante l'intervento...
Bendaggio gastrico: provoca debolezza?
Gentile Paziente,il comune senso di debolezza (astenia), dopo gli interventi di chirurgia dell'obesità, si verifica tipicamente per il drastico cambiamento dello stile alimentare, soprattutto...
Intervento riduzione stomaco: quanto costa?
Gentile Paziente, devi sapere che il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) riconosce l'obesità come vera e propria patologia, a sua volta causa di malattie strettamente correlate...
Ernia inguinale: che cosa fare?
Gentile Paziente, per il trattamento dell'ernia inguinale, non esistono alternative alla chirurgia. Peraltro, le dimensioni sono un criterio piuttosto relativo,...
Intervento di chirurgia bariatrica: quando è consigliato?
Gentile Paziente, il tuo BMI (body mass index) ti classifica nella fascia dei pazienti che possono avvalersi della chirurgia bariatrica. La chirurgia bariatrica segna l'inzio...
Vedi tutte

Risposte simili

Intervento per colecisti: come si svolge il prericovero?
Ogni centro impiega protocolli standardizzati per il prericovero e si cura di eseguire e raccogliere i risultati dei medesimi. Il compito è specificamente a carico dell'ospedale...