Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Febbre Alta Mal Di Testa

Cosa può essere a causare febbre e mal di testa?

Salve, mio padre, 66 anni, da martedì scorso ha febbre molto alta, fino a 39,7° C. Al terzo giorno, su parere del medico, ha iniziato terapia antibiotica (Amoxicillina) e la febbre infatti è passata, però da sabato notte accusa mal di testa (a livello della fronte e anche sopra la testa) che non accenna a smettere ormai da 4 giorni. Gli ho dato una pastiglia di Ibuprofene ed è passato, ma, passato l'effetto, il mal di testa è ritornato. La cosa strana è che lui non ha mai avuto mal di testa prima d'ora. La pressione sembra nelle norma, 127 di max e 63 di minima. Da cosa può dipendere? Grazie. Dimenticavo di dire che in questi giorni in cui non sta bene ha smesso completamente di fumare.

Un mal di testa come quello che descrivi è compatibile con la situazione di base di tuo padre, la febbre, inoltre, l'astinenza dal fumo potrebbe contribuire, anche se non specifichi quante sigarette fumava di base tuo padre.

Naturalmente, se oltre alla cefalea si associano altri disturbi neurologici tipo stato subconfusionale, deficit motori o sensitivi, vomito profuso e a getto, allora è necessaria una valutazione neurologica clinica.

La risposta naturalmente ha un valore indicativo e non può sostituire una valutazione clinica del suo curante.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Giovanna Bellini
Dr.ssa Giovanna Bellini
Livorno - Viale Alfieri
Risposte simili
Idrocefalo nel bambino: che cosa significa?
L'idrocefalo è determinato da un accumulo patologico di liquido cefalorachidiano o liquor nelle cavità cerebrali denominate ventricoli. Ciascun individuo produce normalmente tale liquido all’interno dei...
Sclerosi multipla: cos'è la CCSVI?
La CCSVI di cui mi parli è l’acronimo di Insufficienza Venosa Cronica Cerebro-Spinale.La CCSVI è una patologia vascolare caratterizzata da stenosi venose di varia...
Diagnosi di sclerosi multipla: come si esegue?
In genere, se i disturbi neurologici sono di una certa importanza, si va dal medico curante o in alcuni casi, se l’esordio è stato acuto,...
Altre risposte di questo specialista
Paresi improvvisa ad un braccio: cosa fare?
La rachicentesi e l'elettromiografia con velocità di conduzione possono essere derimenti, fatta la diagnosi ad esempio nelle CIDP le terapia sono su base...
Mal di testa e vertigini: quali sono le cause?
I sintomi e la durata sono aspecifici e non derimenti, per quanto si possa rispondere con queste poche notizie anamnestiche va valutata l'eventuale presenza di...
Paralisi periferica del nervo facciale: si può recuperare?
I neurinomi del VII nascono a diversa localizzazione, intratemporali ed extracranici, i più frequenti, ed i neurinomi intracranici molto rari. Originano dalle cellule di...
Miastenia e crisi respiratorie: cosa fare?
I farmaci "immediati" per crisi respiratorie sono essenzialmente i broncodilatatori, ma in questo caso sarebbero utili se le crisi fossero attacchi di asma; nel...
Referto TAC cerebrale: cosa significa?
È opportuno approfondire con una risonanza magnetica cerebrale e un'angioRMN dei vasi intracranici per capire se si tratta di un angioma venoso in sede parietale...
Vedi tutte
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più