Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ipertrofia Prostatica Calo Desiderio Testosterone

Cosa fare per ipertrofia prostatica e calo del desiderio?

Ho 59 anni e da 8 anni soffro di ipertrofia prostatica benigna e da un po' di tempo non ho quasi più desiderio sessuale e soffro di disfunzione erettile. Il mio urologo mi sta curando con una pastiglia di Mittoval al dì. Ho fatto le analisi del testosterone e da 7 che avevo tempo fa, oggi arrivo a 2.4, ho fatto 2 cicli di Testoviron , ma senza alcun risultato, ho fatto ultimamente un ciclo di Andriol di 60 pastiglie, fra qualche giorno dovrò ripetere le analisi del testosterone, ma penso che non sia cambiato nulla. Tutto ciò mi fa stare molto male psicologicamente, cosa posso fare e a chi rivolgermi? Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta. Distinti saluti.

Per arrivare ad una diagnosi della tua disfunzione erettile e del calo di desiderio, ti consiglio di fare dei dosaggi ormonali completi.

L'uso del testosterone non è la soluzione migliore per il rischio di rebound, ma comunque spesso la consigliamo, compreso il sottoscritto.

È utile anche una terapia di sostegno con vasodilatatori (Sildenafil, Tadalafil). 

Saluti
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Andrea Militello
Dr. Andrea Militello
L'Aquila - Via Trieste, Carsoli, AQ, Italia
Altre risposte di questo specialista
Testicolo gonfio e duro: quali sono le cause?
Buongiorno,il testicolo gonfio e duro potrebbe anche far pensare a una modesta epididimite, di riflesso ad una condizione di flogosi vescicale e...
Rapporto anale: può trasmettere virus intestinali?
Da quello che mi descrivi, potresti aver contratto un'infezione da Escherichia coli.Esegui una spermiocoltura. Saluti
Minzione frequente: quali sono le cause?
Potrebbe anche trattarsi di uretrite su base infiammatoria e non infettiva. Persisterei con la cura intrapresa, introducendo anche un immunomodulante.
Malattia di la peyronie: come si cura?
In qualità di Andrologo ( e sulla base della sola mia esperienza, quindi non in maniera assoluta) non penso tu possa trarne giovamento. ...
Grumi nello sperma: cosa fare?
I sintomi di cui mi parli portano ad una diagnosi di infiammazione di origine non batterica. Utile completare il quadro diagnostico con uroflussometria ed...
Vedi tutte
Risposte simili
Prostatite: quali esami fare per la diagnosi?
La prostata è una piccola ghiandola situata sotto la vescica e anteriormente alla parete anteriore dell’intestino retto (questa la ragione per cui è palpabile con...
Prostatite: esiste una dieta da seguire?
Sicuramente le indicazioni alimentari sono importanti, eccone alcune che devono essere valutate poi sul singolo caso: mangiare cibi freschi e non trattati e senza eccessi....
Prostatite: quando è inevitabile operare?
In situazioni specifiche sono state impiegate metodologie chirurgiche di trattamento tese a rimuovere o distruggere parte del tessuto prostatico, ma le conseguenze sull'eiaculazione...