Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Linfoma Non Hodgkin Dieta

Quale dieta seguire per il linfoma non hodgkin?

Vorrei sapere quale dieta seguire per il linfoma non hodgkin della zona marginale in progressione. Il mio gruppo sanguigno è AB positivo e sono in chemioterapia.

La dieta durante la chemioterapia dovrà seguire alcuni principi fondamentali: in primo luogo è necessario masticare il cibo molto bene e lentamente per non gonfiare la pancia, in secondo luogo va evitato il latte specialmente nelle enteriti da chemio o radioterapia perché in questa fase si riduce la capacità di digerire il lattosio, con conseguente diarree. Le proteine più adatte sono quelle vegetali sotto forma raffinata per evitare troppa fibra, come la crema di cereali e legumi. Sono da evitare lo zucchero e altri carboidrati raffinati; dolcificare con malti ed evitare i dolci di pasticceria. Anche in caso di gravi mucositi (infiammazioni della bocca) è bene mangiare cereali integrali sotto forma di creme di riso con l'aggiunta della radice di Kuzu (amido portentoso con proprietà alcalinizzanti estratto dalla radice di una pianta, la Pueraria Lobata). E' semplice basta sciogliere un cucchiaio di kuzu in poca acqua fredda, aggiungere una crema di riso e far sobbollire il tutto per qualche minuto. La dieta dopo la chemioterapia dovrà ritornare ad un equilibrio fondato su verdure e cereali poco raffinati, legumi e pesce, prestando attenzione alle fonti non carnee di ferro e di altri sali minerali essenziali ed evitando gli alimenti ad alto indice glicemico, zuccheri raffinati, amido di mais e patate. Si possono ricominciare a mangiare occasionalmente le proteine animali ma con moderazione, preferendo le carni bianche, pollo, tacchino, coniglio allevati a terra, evitando salumi e le carni conservate in genere. Consiglio il libro "Alimentare il Benessere" di Franco Berrino e "The China Study" di Colin Campbell.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Maurizio Porqueddu
Dr. Maurizio Porqueddu
(0)
Bologna - Via Paolo Nanni Costa, 12/4a
Altre risposte di questo specialista
Aumento di peso improvviso: cosa fare?
Gentile paziente, ti consiglio esami ormonali come insulinemia, glicemia, emoglobina glicata, cortisolemia, TSH, FT3, FT4. Eseguire una misurazione...
Borse sotto gli occhi: possono essere causate dalla dieta?
Gentile paziente, se peggiorano al mattino possono dipendere dalla cena troppo ricca di sodio ma di solito migliorano durante la giornata. Se sono...
Diabete e glicemia: cosa fare?
Buongiorno, la situazione è molto complicata e difficile, specialmente perché non posso visitarti e non conosco a fondo i tuoi dati di...
Acido clorogenico: è controproducente negli ipertesi?
Sì, perché il caffè verde è ricco di questa sostanza ma anche di caffeina che può alzare la pressione. Inoltre ha pochi effetti sul dimagrimento....
Colesterolo alto: cosa fare?
Togli i formaggi e i dolci, sì a pesce, legumi e cereali integrali in chicchi, riso, orzo, farro,ma specialmente il riso rosso. ...
Vedi tutte

Risposte simili

Ingrassare: come fare?
Una soluzione potrebbe essere aumentare il numero di pasti nella giornata e la quantità delle porzioni in modo proporzionato. Questo a...
Anfetamine per persona obesa: consigli?
Le anfetamine sono farmaci ritenuti miracolosi nella perdita di peso; allo stesso tempo, però, sono molto pericolose per la salute. Consiglio alla tua amica...
Calcoli al fegato: quale dieta seguire?
La dieta di chi come te soffre di calcolosi al fegato deve essere corretta e bilanciata, come per gli individui sani. Le uniche accortezze che...