Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Paura Sangue

Come sconfiggere la paura del prelievo di sangue?

Cosa posso fare per superare la paura che provo ogni volta che devo sottopormi ad un prelievo per delle analisi del sangue? Non riesco davvero a capire quale sia il problema, so solo che la semplice idea di dover fare un prelievo mi terrorizza al punto che se qualcuno non mi accompagna non riesco neanche ad entrare nella stanza con il medico. Esiste qualche soluzione immediata per risolvere la situazione nel momento in cui ne ho bisogno?

Il motivo che porta a percepire in modo così drammatico un prelievo sanguigno e non riuscire a percepire la motivazione di tanto terrore è nella funzione che il prelievo nella sua organizzazione psichica ricopre.

L'atto del prelievo è un contenitore di alcune tue paure, diciamo sconosciute, che ti permette di vivere serenamente la maggior parte della tua vita. Ora, il gruppo di paure ed angosce presente dentro di te però non scompare e, come in un meccanismo simile ad una pentola a pressione, si assicura una fuoriuscita periodica che le impedisce di avere, per così dire, rimanendo in metafora, un'esplosione: nel tuo caso, la reazione spropositata al prelievo.

Per quanto riguarda i palliativi somatici per il superamento del problema, ritengo siano utili e li consiglio se non sono invasivi, come farsi addormentare, ma è necessario anche un processo analitico che ti porti ad un avvicinamento della comprensione del simbolo “prelievo” dietro il quale si cela altro che non è dato sapere, ma che sarebbe meglio incominciare ad esplorare.

Risposta a cura di:
Simone Nifosi
Dr. Simone Nifosi
(1)
Frosinone - Via delle Orchidee 5 - Alatri
Hai trovato questa risposta utile?
Altre risposte di questo specialista
Mangiare per noia: come evitarlo?
Salve, in base ai pochi indizi che fornisci, potrò darti una risposta standardizzata sui grandi numeri. La noia, come...
Supposte di glicerina: possono sostituirsi al vomito?
Buongiorno,coadiuvarsi con i diuretici è un'ulteriore strategia per ridurre al minimo le potenzialità nutritive delle già irrilevanti quantità di cibo che le anoressiche ingeriscono....
Aggressività: a chi rivolgersi?
Salve, l'aggressività di un figlio spesso è la facciata di una richiesta di attenzione che non si riesce ad ottenere...
Umore basso e difficile situazione familiare: cosa fare?
Salve. Mi devi scusare la franchezza ma vista la situazione che ti circonda sarebbe degno di nota se tu avessi un ottimo umore. ...
Tremore alle mani quando sono a disagio: si può risolvere?
Salve, mi fa piacere risentirti: proverò a risponderti nella maniera più esauriente possibile. Devo però premettere che non c'è una soluzione istantanea al tuo...
Vedi tutte

Risposte simili

Depressione : quali differenze esistono?
Esistono delle grosse differenze tra uomo e donna, se non altro per le fluttuazioni e variazioni ormonali che caratterizzano il percorso esistenziale femminile e che...
Sviluppo sessuale in adolescenza: come avviene?
Lo sviluppo sessuale nei maschi è più ritardato e più lungo di quello delle femmine: in genere, avviene intorno ai 12-13 anni. ...
Attacchi di panico: quali sono i sintomi?
I sintomi di un attacco di panico appaiono improvvisamente, senza alcuna causa apparente. Possono includere: aumento della...