Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Psa Alto Infezione Urinaria

Un'infezione urinaria potrebbe far aumentare il psa?

Sono un uomo di 61 anni, 3 mesi fa: "psa 4,480, psa libero 1,260, ratio 0,28", una settimana fa, ho fatto analisi per intervento di ernia inguinale per il giorno dopo e il psa è salito a 9,860, psa libero 1,500, ratio 0,15, 8 giorni prima degli esami, ho avuto un'infezione urinaria (forse prostatite o cistite) con febbre fino a 39,5°C ed ho preso per 7 giorni Ciproxin 500 2 al dì, potrebbe essere questo che mi ha fatto aumentare cosi il psa? La ringrazio anticipatamente.

Buongiorno,
il PSA è un marcatore per certi versi aspecifico, in quanto può aumentare sia in caso di neoplasia prostatica sia in caso di infiammazione prostatica o ipertrofia.

Acronimo di Prostate Specific Antigen, italianizzato in Antigene Prostatico Specifico, è una proteina sintetizzata dalle cellule della prostata. Piccole concentrazioni di antigene prostatico sono normalmente presenti nel siero di tutti gli uomini e si possono valutare tramite un semplice esame del sangue. Servono per effettuare un'indagine di screening nell'uomo.

La frazione libera del PSA e il suo rapporto con quella totale assumono importanza quando il livello del PSA totale supera la soglia della normalità, che varia a seconda della fascia di età, risulta essere in media < 4 ng/ml.

Il rapporto PSA libero/PSA totale > 20% orienta verso un incremento del PSA determinato da patologia benigna. Occorre considerare che il valore del PSA varia anche in funzione del volume della ghiandola prostatica ed è importante considerare la velocità con la quale si osserva il suo incremento in un certo intervallo di tempo.

Variazioni così importanti nel giro di poco tempo farebbero supporre un motivo infiammatorio. In ogni caso, essendo il PSA di partenza superiore a 4, sarebbe utile approfondire la questione con ulteriori accertamenti.

Potrebbe essere utile come primo passo effettuare una visita specialistica.

Cordiali saluti 
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Fabrizio Muzi
Dr. Fabrizio Muzi
Roma - Viale Cesare Pavese, 304
Risposte simili
Infezione delle vie urinarie nel neonato: come si manifesta?
Ti descriverò alcuni sintomi, che però variano a seconda dell’età, ma diciamo che nel neonato si possono riscontrare: febbre oltre 38 gradi e mezzoarresto della...
Esame citologico delle urine: cos'è?
L'esame citologico delle urine è un test diagnostico utilizzato per studiare le cellule che rivestono la parete della vescica. Parte di queste cellule...
Prolasso della vescica: quali sono le cause?
Le cause del prolasso della vescica di tua madre possono dipendere da un fattore genetico, dal numero delle gravidanze e dei parti,...
Altre risposte di questo specialista
Angioma: quanto tempo ci mette a formarsi?
Buonasera, immagino ti stia riferendo ad un angioma epatico. Di solito, questo tipo di lesione è facilmente riconoscibile con una semplice ecografia e non...
Prostatite: può provocare una ritenzione di liquidi?
Buonasera,la prostatite va attentamente valutata a livello specialistico, dal momento che può dare difficoltà nello svuotamento della vescica qualora ci fossero già fenomeni costruttivi...
Biopsia prostatica: come si legge?
Buongiorno,da quello che stai riferendo, sembrerebbe trattarsi di un'ipertrofia prostatica associata a prostatite cronica aspecifica.Molto importante, a seguito di una biopsia, continuare a controllare e...
Minzione difficile: quali esami fare?
Buongiorno,leggendo attentamente i sintomi che hai riportato, viene da pensare che, pur avendo 18 anni, si possono avere disturbi minzionali. Le cause di questi disturbi possono...
Bruciore alla minzione: cosa fare se si porta il catetere?
Buongiorno, per quanto riguarda il bruciore, può essere utile un antibiotico o un disinfettante delle vie urinarie. Se fosse persistente, potrebbe tornare utile effettuare...
Vedi tutte