Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Prostata

Prostata

Prostata Infiammata nell'Apparato Genitale Maschile
Curatore scientifico
Dr. Giuseppe Dovinola
Specialità del contenuto
Andrologia Urologia

Cos'è la prostata

La prostata, detta anche ghiandola prostatica, è una ghiandola dell'apparato genitale maschile situata situata tra il pene e la vescica. Essa produce il liquido seminale, uno dei componenti dello sperma, espulso con l'eiaculazione.

Una prostata normale pesa da 20 a 30 grammi, mentre una prostata ingrossata può pesare fino a 100 grammi.

La prostata si trova nel sistema esocrino, il quale secerne fluidi per funzioni esterne del corpo. La prostata secerne una sostanza lattiginosa che costituisce circa il 20-30 per cento dello sperma. Possiede anche dei muscoli che la aiutano a espellere lo sperma durante l'eiaculazione.

La prostata può essere influenzata da una serie di disturbi; le malattie della prostata includono tra cui prostatite, iperplasia prostatica benigna e il cancro. Tutte queste patologie sono caratterizzati da una prostata infiammata pertanto pianificare un esame manuale della prostata mediante esplorazione rettale se si sospetta di avere una di queste malattie.

Funzioni della prostata

Le principali funzioni della prostata sono quattro e includono: 

  1. difesa dei testicoli e della via urinaria superiore;
  2. produzione del liquido spermatico;
  3. degradazione ed eliminazione degli spermatozoi invecchiati (dopo circa 30 ore dalla loro produzione);
  4. trasformazione del testosterone in diidrotestosterone, quest’ultimo 4 volte più efficace del primo.

Prostatite: infiammazione della prostata

La prostatite comporta una infiammazione della ghiandola prostatica; a differenza di altre tipologie di malattie prostatiche, colpisce gli uomini a ogni età, non solo i più anziani.

Per gli uomini al di sotto dei 50 anni, di fatto, la prostatite cronica è la ragione preminente di visita urologica. La prostatite è considerata cronica se dura per più di tre mesi e, in alcuni casi, essa si manifesta dopo un attacco di prostatite acuta.

La prostatite cronica risulta anche correlata ad altre infezioni del tratto urinario. Il sintomo primario della prostatite cronica infettiva è solitamente l’infezione della vescica che si ripresenta in maniera recidivante.

Solamente il 5-10% dei casi di prostatite sono però effettivamente determinati da un’infezione batterica.

Segni e sintomi della prostatite possono includere:

Ipertrofia prostatica benigna

Si parla di ipertrofia prostatica benigna quando si verifica un aumento di volume della prostata (prostata ingrossata). Con prostata ingrossata o adenoma prostatico si intende dunque una patologia che prevede, appunto, un ingrossamento benigno della prostata, che coinvolge tipicamente la zona intorno all'uretra.

I sintomi di prostata ingrossata da far esaminare attentamente da un urologo includono:

Adenocarcinoma prostatico

L'adenocarcinoma prostatico è un tumore della prostata. In generale, l'adenocarcinoma è un tipo di cancro che ha inizio nelle cellule ghiandolari che rivestono un organo del corpo. Dato che, appunto, molti organi possiedono queste ghiandole, l'adenocarcinoma può svilupparsi in uno qualsiasi di questi.

L'adenocarcinoma alla prostata ha solitamente luogo nella zona periferica della prostata che non risulta in contatto diretto con le vie urinarie. Il tumore alla prostata è molto comune e la probabilità di esserne colpiti aumenta con l'età.

Spesso la patologia è asintomatica, oppure i sintomi sono tenui fino a quando il cancro non è avanzato. Agli stadi più avanzati, infine, corrispondono precisi sintomi del cancro alla prostata, che includono:

  • difficoltà nella minzione;
  • bisogno frequente di urinare;
  • sensazione di avere la vescica piena;
  • sangue nelle urine o nello sperma.

Prostata ed erezione

L'erezione è principalmente una questione di idraulica: il sangue riempie i vasi sanguigni del pene che, una volta riempito, determina il suo ingrossamento e il suo indurimento. Pertanto, un problema venoso, nervoso ma anche ormonale e, infine, psicologico possono impedire la riuscita di questo processo e determinare dunque una disfunzione erettile.

Le cause di disfunzione erettile non sono, come spesso si crede, soprattutto psicologiche: nella maggior parte si tratta di disfunzioni dovute a condizioni fisiche collegate al flusso sanguigno o ai nervi. Alcuni tipi di disfunzione erettile, più nello specifico, sono dovuti a patologie della prostata, sottolineando dunque il legame tra prostata ed erezione.

Una disfunzione erettile improvvisa può essere sintomo di un cancro alla prostata: in questi casi è necessario farsi prescrivere un test per ricercare un antigene prostatico specifico (PSA) e sottoporsi a un esame rettale, per indagare questa possibilità.

Altre volte, la disfunzione erettile è un effetto collaterale di alcuni farmaci ormonali prescritti ai pazienti con cancro alla prostata metastasizzato. Anche il cancro alla prostata stesso, nelle sue fasi avanzate, può diffondersi ai nervi e alle arterie che sono necessarie per un'erezione.

Lo stesso vale per l'iperplasia prostatica benigna: molti pazienti di questo disturbo sperimentano disfunzione erettile e problemi eiaculatori. L'iperplasia non è la causa diretta di tali problemi, ma alcune medicine per il trattamento possono invece risultare determinanti.

Infine, poiché il testosterone contribuisce a determinare attrazione sessuale, si potrebbe supporre che bassi livelli di questo ormone siano da biasimare per la disfunzione erettile. Secondo alcune stime, infatti, il 10-20% degli uomini con disfunzione erettile hanno anomalie ormonali. La causa ormonale più comune della disfunzione erettile è l'ipogonadismo, una condizione per la quale i testicoli non producono abbastanza testosterone.

Infine, casi gravi di prostatite possono causare disfunzione erettile. Nelle forme più lievi, la condizione può determinare eiaculazione dolorosa, che può certamente interferire con il piacere sessuale e può portare alla disfunzione erettile. Il medico può prescrivere antibiotici per trattare il problema, che però può richiedere diverse settimane per fermare l'infezione e far tornare la possibilità di avere una erezione.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Apparato genitale maschile
L'apparato riproduttore maschile è costituito da un insieme di organi interni ed esterni deputati sia alle funzioni riproduttive che a qu...
Liquido seminale
Il liquido seminale è la secrezione delle gonadi maschili; permette la fecondazione della cellula uovo, in quanto contiene spermatozoi.
Sperma
Lo sperma si presenta come un liquido lattescente prodotto dalle gonadi e da alcune ghiandole annesse all'apparato riproduttivo maschile.